«Italia Restarts Up? Abbiamo visto investitori esteri spiazzati dalla nostra scena hi tech» | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La testimonianza

«Italia Restarts Up? Abbiamo visto investitori esteri spiazzati dalla nostra scena hi tech»

11 Dic 2014

Due dei fondatori di Lovethesign, il marketplace dedicato al design e all’arredamento, raccontano la loro esperienza all’evento organizzato dall’Ice per far incontrare startup italiane e finanziatori da tutto il mondo

Vincenzo Cannata, Laura Angius e Simone Panfilo, co-fondatori di Lovethesign
Siamo andati in due su tre – Vincenzo Cannata e Simone Panfilo di Lovethesign – a Italia Restarts Up, questo evento organizzato dall’Ice per le startup italiane. Sapevamo che ci avrebbe aspettato una giornata intensa. 

Mattinata passata ascoltando alcuni frammenti degli interventi introduttivi (sempre con il mac aperto), facendo network con persone interessanti e “nuove” per il panorama dell’ecosistema italiano e aspettando gli interventi sul digital, tema a cui eravamo più interessati. Alla tavola rotonda moderata da Gianluca Dettori, l’intervento di Alberto Genovese di Facile.it è stato probabilmente il più interessante. 

Gli investitori esteri oggetto del matching pomeridiano erano molti, tra i quali alcuni davvero spiazzati per aver sempre percepito – erroneamente – un’Italia scarsamente orientata all’imprenditoria hi-tech. Siamo contenti che il gruppo di startupper presenti li abbia fatti ricredere almeno in parte. Incontri interessanti e mai banali, seppur con uno stile da “speed dating“.  

Impressioni? Giornata utile per fare networking: non solo con investitori (in questo caso non sempre in linea con il nostro percorso di crescita visto il

forte orientamento verso il sizing “seed” piuttosto che “growth” o “expansion”) ma anche con potenziali partner strategici e/o altri startupper. In linea generale un evento positivo, sicuramente da ripetere (possibilmente con un target di investitori “invitati” leggermente diverso) e funzionale anche per alimentare quel concetto di ecosistema strutturato che tanto manca in Italia.

*co-founder di Lovethesign

Articoli correlati