Il fondo Accel investe 20 milioni sulla startup brumbrum, e-commerce italiano di auto usate | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

VENTURE CAPITAL

Il fondo Accel investe 20 milioni sulla startup brumbrum, e-commerce italiano di auto usate



Il rivenditore diretto di auto online chiude un round da 20 milioni di euro guidato da Accel, con la partecipazione di Bonsai Venture Capital, e.ventures e United Ventures. Solo poche settimane fa la società aveva ricevuto 10 milioni. I nuovi fondi serviranno per consolidare la posizione in Italia ed espandersi all’estero

04 Feb 2019


Ancora un forte investimento su brumbrum, rivenditore diretto di auto online in Italia. Stavolta sono arrivati ben 20 milioni di euro al primo e-commerce italiano di auto usate, a km 0 e a noleggio a lungo termine. Al nuovo round di investimento Serie B guidato da Accel, insieme a Bonsai Venture Capital, e.ventures e al precedente azionista United Ventures hanno partecipato alcuni tra i principali fondi internazionali di venture capital.

Automotive: 10 milioni per brumbrum, il primo rivenditore diretto di auto online in Italia

Per Accel si tratta del più grande investimento mai realizzato nel nostro Paese e, in generale, nell’ambito del Venture Capital di uno dei più importanti round conclusi in Italia fino ad oggi.

brumbrum: come investirà i 20 milioni di euro

L’investimento servirà a consolidare la crescita di brumbrum sul mercato italiano e a porre le basi
per l’espansione in Europa, un mercato che vale circa 300-400 miliardi di euro.  Una prima fase dell’investimento riguarderà il rafforzamento di brumbrum come brand di riferimento per i privati nella vendita al dettaglio di auto, grazie anche alla nuova campagna pubblicitaria televisiva che sarà lanciata il prossimo 10 febbraio.

brumbrum utlizza un sofisticato sistema di ricerca e pricing tramite machine learning che guida la decisione d’acquisto, incrociando l’offerta dei veicoli con la domanda dei consumatori.

Come funziona la piattaforma di brumbrum

Attualmente, la piattaforma online offre due diverse proposte di mobilità: l’acquisto di usato o auto a km 0 e il noleggio a lungo termine per privati. Per le auto in vendita, brumbrum seleziona e acquista le proprie vetture, le controlla e ripara presso i propri centri operativi, prima di renderle disponibili nella vetrina virtuale. Ai futuri acquirenti viene offerto  trasparenza, qualità
e dettaglio, oltre a servizi extra, come il finanziamento online e la consegna in tutta Italia.

Per quanto riguarda il noleggio a lungo termine, i clienti hanno la possibilità di sottoscrivere un
contratto flessibile, personalizzando anticipo e canone mensile, usufruendo di servizi come manutenzione, spese amministrative e assicurazione inclusi nel prezzo.

Francesco Banfi, fondatore e CEO di brumbrum ha dichiarato: “Il mercato delle auto è stato per
troppo tempo incerto e necessita di evolversi, motivo per cui miriamo a rendere brumbrum il brand
di riferimento dell’automotive. Nella nostra offerta mettiamo la trasparenza, la fiducia e la convenienza al centro dell’esperienza dell’utente.Siamo entusiasti di avere Accel tra i nostri partner, certi che questo ci condurrà a una rapida crescita e all’introduzione di nuove prospettive nel mercato europeo dell’automotive.”

Luca Bocchio, Principal di Accel ha affermato: “brumbrum è parte di una nuova ondata di marketplace che stanno innovando radicalmente la value chain del proprio settore per poter apportare significativi benefici ai consumatori. Francesco e il suo team stanno ridefinendo il mercato delle auto, avendo saputo costruire delle solide fondamenta per questo business in breve tempo e con un feedback estremamente positivo da parte dei propri clienti.”

Che cos’è Accel

Accel è un’importante azienda di venture capital che collabora con fondatori dalle idee uniche durante tutte le fasi di crescita della loro società. Atlassian, Algolia, Avito, Celonis, Cloudera, Crowdstrike, Deliveroo, DJI, Dropbox, Etsy, Facebook, Flipkart, Funding Circle, Kayak, Kry, QlikTech, Rovio, Slack, Spotify, Supercell, UIPath e WorldRemit sono alcune delle società sostenute negli ultimi 35 anni.