Dalla ricerca all'impresa: 900mila euro per l'elettronica stampata di Fleep Technologies | Economyup

TECNOLOGIA SOSTENIBILE

Dalla ricerca all’impresa: 900mila euro per l’elettronica stampata di Fleep Technologies



Fleep Technologies, spin-off dell’Istituto Italiano di Tecnologia, chiude il round seed di finanziamento con un investimento del fondo Eureka! La startup svilupperà sistemi elettronici intelligenti, flessibili e sostenibili per l’industria del packaging e del biomedicale, che potranno arrivare sul mercato entro tre anni

19 Ott 2020


La startup dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) Fleep Technologies, a poco più di un anno dalla sua costituzione, completa il Round Seed raggiungendo 900mila euro con l’investimento di Eureka! Fund I – Technology Transfer gestito da Eureka! Venture SGR.

Salvatore Majorana, Partner di Eureka! Venture dichiara “Con Fleep andiamo ad esplorare le potenzialità dell’elettronica stampata, flessibile e riciclabile. Una frontiera che apre a nuove applicazioni di intelligent packaging, elettronica indossabile ed integrabile negli oggetti di tutti i giorni. Ancora una volta, i materiali sono la porta d’ingresso di grandi evoluzioni tecnologiche, e noi di Eureka! siamo pronti ad accompagnare le migliori idee della ricerca scientifica italiana”.

La startup, grazie al supporto economico di Pariter Partners, dei soci di Italian Angels for Growth (IAG) e del Club degli Investitori, insieme alla Famiglia Cogliati, svilupperà sistemi elettronici intelligenti, flessibili e sostenibili per l’industria del packaging e del biomedicale che potranno raggiungere il mercato entro 3 anni.

Fleep Technologies, una spin-off dell’Istituto Italiano di Tecnologia

Fleep Technologies è una startup innovativa con sede a Milano, nata a metà 2019 dal gruppo di ricerca IIT “Printed and Molecular Electronics” composto, tra gli altri, dai giovani ricercatori Giorgio Dell’Erba e Paolo Colpani e guidato da Mario Caironi all’interno del Center for Nano Science and Techology (CNST) dell’IIT di Milano, con l’intento di industrializzare un innovativo processo di fabbricazione di elettronica stampata a ridotto impatto ambientale. Il suo team è composto per l’80% da dottori di ricerca.

Grazie a oltre 7 anni di ricerca nel campo dei circuiti integrati stampati, Fleep è attiva nello sviluppo di sistemi elettronici integrati realizzati solo con tecniche di stampa e con un’ottica di sostenibilità, tramite l’utilizzo esclusivamente di materiali a base carbonio, che permettono ai propri sistemi intelligenti di essere riciclabili.

In questa videointervista a Emil Abirascid il CEO di Fleep racconta le applicazioni dell’elettronica stampata

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Fleep Technologies, materiali per l’elettronica sostenibile

La tecnologia sviluppata da Fleep Technologies, permette di realizzare un’elettronica basata non sul silicio ma su polimeri a base carbonio biocompatibili e riciclabili. In questo modo è possibile avere circuiti elettronici flessibili e adattabili a qualsiasi superficie, prodotti mediante tecniche di stampa tradizionali, come il rotocalco, la serigrafia o la stampa a getto di inchiostro, su diversi materiali quali plastica, carta, tessuti, ecc.

Fleep Technologies rappresenta una delle poche realtà mondiali in grado di realizzare circuiti micro e nano-elettronici intelligenti completamente stampati su diversi materiali, aprendo la strada alla realizzazione di interi sistemi flessibili.

A che cosa servirà l’investimento

I nuovi capitali contribuiranno ulteriormente ai piani di sviluppo della società e saranno utilizzati per portare sul mercato la tecnologia di “printed electronics”, grazie alla quale sarà possibile stampare circuiti integrati, i componenti alla base della capacità di calcolo e del controllo automatico, oltre che elementi essenziali per la digitalizzazione dell’informazione.

“L’ingresso di Eureka! ci permetterà di affrontare le sfide relative allo sviluppo della printed electronics in maniera più solida, con la coscienza di aver acquisito non solo capitale ma anche un investitore strategico che potrà sicuramente aiutarci con la sua vasta conoscenza e rete di contatti nel mondo deep-tech.” afferma Giorgio Dell’Erba, co-fondatore e Amministratore Delegato di Fleep Technologies.