Corporate venture capital, Atlantia lancerà entro il 2022 un fondo per investire su scaleup internazionali - Economyup

OPEN INNOVATION

Corporate venture capital, Atlantia lancerà entro il 2022 un fondo per investire su scaleup internazionali



Atlantia, il Gruppo che opera nella gestione di infrastrutture per la mobilità, sta lavorando alla creazione di un fondo di Corporate Venture Capital con una dotazione di qualche centinaia di milioni di euro. Target: startup internazionali da round B che possano sostenere la strategia di trasformazione digitale

02 Mar 2022


L'aeroporto di Fiumicino

Nella seconda metà del 2022 Atlantia lancerà un fondo di corporate venture capital per investire su scaleup internazionali che possano contribuire al posizionamento strategico del gruppo. Dotazione? I lavori sono in corso e quindi Ugo Govigli, Chief Innovation Officer, si limita a rispondere: qualche centinaia di milioni di euro.

Atlantia è il Gruppo che gestisce in tutto il mondo infrastrutture e servizi per la mobilità: concessioni e pedaggi autostradali, scali aeroportuali e, sempre di più, servizi per la smart mobility. Tra le società controllate Autostrade per l’Italia, Aeroporti di Roma, Telepass, Abertis.

Un’altra grande azienda italiana, quindi, sta per entrare nel mondo del corporate venture capital,  come tappa di un percorso di innovazione recente ma che ha già visto due importanti investimenti: Yunex Traffic, società che si occupa di Intelligent Transport Systems (ITS)  acquisita per 950 milioni di euro da Siemens all’inizio di quest’anno, e Volocopter, società tetdesca che produce air taxi,  con la partecipazione a un round di 200 milioni chiuso a marzo 2021. Due operazioni che segnalano una svolta nella strategia e nel modello di business del Gruppo.

Tra fine 2020 e inizio 2021, probabilmente anche per effetto della pandemia, in Atlantia è maturata la convinzione di non poter fermarsi alla gestione delle infrastrutture fisiche che, comunque, richiedono sempre di più l’impiego di tecnologie digitali (basti pensare alle smart road) ma di far evolvere il business verso il mondo dei servizi per la mobilità abilitati dalle tecnologie digitali e dai dati che queste permettono di raccogliere.

A inizio 2021 il board ha approvato il percorso di trasformazione digitale ed è stata creata una nuova funzione innovazione per accompagnare l’esecuzione della strategia, affidata dallo  scorso giugno a Ugo Govigli, manager con importanti esperienze in tech company internazinali. Sono stati fatti i primi investimenti e, adesso, si lavora alla definizione di un veicolo di corporate venture capital per avere uno strumento di investimento dedicato, come fanno già diversi player interenazionali.

Il nuovo fondo di corporate venture capital di Atlantia avrà come target società che sono arrivate al round B, quindi già convalidate dal mercato, con alto potenziale di crescita e attive a livello internazionale. Criteri di investimento? Come rivelano le due operazione su Volocopter e Yunex, Atlantia si muovo lungo una curva che va dalle nuove frontiere della mobilità (in questo caso quella aerea urbana) alle applicazioni per la gestione smart del traffico e dei servizi collegati.