Club Italia Investimenti, 26 start up su cui puntare | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investor Day

Club Italia Investimenti, 26 start up su cui puntare

28 Nov 2013

Azimut e SiamoSoci hanno selezionato un gruppo di imprese innovative per presentarle a 450 tra investitori privati, imprenditori e banker. Dal social eating ai video virali, dalla scrittura partecipativa al “Trip Advisor dei meccanici” fino all’app che trasforma l’iPad in telecomando, ecco le idee che possono generare nuovi business

Soluzioni ad alto tasso di innovazione, pensate e sviluppate per rispondere ai bisogni di un mercato internazionale in rapida evoluzione: sono quelle che 26 startup innovative, selezionate dal portfolio di Club Italia Investimenti 2 con la collaborazione di SiamoSoci, hanno presentato sabato 23 novembre durante l’Investor Day a 450 tra investitori privati, imprenditori e banker nella sede milanese di Azimut. Mostrando un’Italia che è tutt’altro rispetto al Paese vecchio e immobile che i luoghi comuni vorrebbero.

In risposta alla fame di innovazione del nostro Paese, invece, sono scaturite 26 idee brillanti: le startup presenti all’evento operano nel settore digitale e oltre la metà è specializzata nell’ecommerce e mobile, il che conferma quanto questi due segmenti siano effettivamente il volano della ripresa economica. Dalle aziende alle persone, sono 131 quelle coinvolte nelle nuove iniziative imprenditoriali presentate: i developer rappresentano il 44% delle risorse impiegate, mentre il 29% si occupa dello sviluppo del business, i designer sono il 15% e gli addetti alle attività di marketing il 13%.

All’Investor Day ogni startup ha avuto 5 minuti per esporre la propria idea e altri 5 per rispondere alle domande dei potenziali investitori convincendoli a fissare ulteriori meeting one-to-one di approfondimento. E così dal social eating ai video virali, dalla scrittura partecipativa al “Trip Advisor dei meccanici”, passando per l’app che trasforma l’iPad in telecomando, la giornata è stata un susseguirsi di idee pensate per rispondere a bisogni concreti e per portare artigiani, commercianti e liberi professionisti nell’era digitale.

Idee che, a quanto pare, hanno convinto: 62 sono stati i meeting one-to-one organizzati tra le startup e gli investitori presenti e 680 i like e i commenti in diretta sui progetti presentati.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati