Capello (LVenture) «Con l'aumento di capitale investiremo di più sulle startup italiane» | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investor Day

Capello (LVenture) «Con l’aumento di capitale investiremo di più sulle startup italiane»

24 Giu 2016

L‘amministratore delegato del gruppo ha confermato la volontà di continuare a finanziare realtà imprenditoriali di successo. Bemyguru, Checkmoov, Crowdbooks, Dynamitick e Oreegano sono le nuove startup del programma di accelerazione di Luiss Enlabs presentate agli investitori

Luigi Capello, ceo di LVenture Group e fondatore di Luiss Enlabs
LVenture Capital e Luiss Enlabs fanno sul serio. In occasione del nono Investor Day, il primo nella nuova sede dell’acceleratore romano, l’holding di partecipazioni e l’università Luiss scoprono le carte: «Siamo quotati in Borsa con un capitale di 10 milioni di euro, e lo stiamo aumentando di 5. – esordisce Luigi Capello, ad di LVenture Group e fondatore di Luiss Enlabs – È un momento d’oro che ci permetterà di investire ancora di più nelle startup nostrane»

La nuova sede dell’acceleratore, sempre sopra i locali della stazione Termini ma sul lato di via Marsala, può contare adesso su uno spazio di 5mila metri quadrati che lo rendono l’hub più grande d’Europa. “Il nostro obiettivo è portare da subito i nostri startupper nel Vecchio Continente – continua Capello per questo il 29 giugno andremo con otto di loro a Berlino davanti a otto investitori per un evento organizzato in joint venture con un acceleratore tedesco. Poi faremo lo stesso a Londra”, Brexit permettendo.

Ma l’espansione dell’acceleratore Luiss, che può già contare su partner di peso come Wind e Bnl, si può avvalere adesso di un altro importante partner finanziario, l’azienda leader dell’IT Cisco System, che ultimamente sta investendo importanti capitali in Italia. “Con Cisco lanceremo un programma verticale sulla cyber security e a breve lanceremo la call per iniziare il percorso con le nostre startup. Inoltre – anticipa Capello – il 19 settembre qui a Luiss Enlabs si terrà un Hi Talk con le sei eccellenze digitali che operano nelle grandi corporate italiane e mondiali”.

Tutto questo LVenture lo ha annunciato davanti a oltre 200 investitori giunti ad ascoltare il Batch delle cinque startup chiamate sul palco a presentare la loro idea, il business plan e il team. In sette minuti i Ceo di queste nuove imprese hanno dato il massimo per convincere gli investitori presenti in sala ad aprire i cordoni delle loro borse.

La prima startup a fare il pitch è stata Crowdbooks, una piattaforma editoriale che utilizza il crowdfunding per raccogliere i soldi necessari alla realizzazione e pubblicazione di libri fotografici. A differenza delle già esistenti piattaforme di self publishing, il team di Crowdbooks è in grado di garantire competenze e professionalità per prodotti editoriali di qualità. Poi è stata la volta di Bemyguru, il primo marketplace italiano per consulenti e pmi.

La piattaforma permette ad aziende e consulenti esperti di entrare in contatto tramite una call e gli esperti hanno la garanzia di essere pagati in 48 ore. Checkmoov è invece una app che permette agli utenti di avere accesso illimitato a tutti i centri sportivi del suo network, grazie alla creazione di una propria rete di palestre indipendenti. Il problema dei biglietti invenduti per i concerti live è quello che promette di risolvere Dynamitick che, grazie a un proprio algoritmo, genera i prezzi migliori per massimizzare spettatori e incassi. Infine Oreegano, community per amanti del cibo che calcola i fattori nutrizionali delle ricette e definisce programmi alimentari personalizzati.

Articoli correlati