Borsa, dall'AIM al MTA: perché nessuno lo fa? | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Borsa, dall’AIM al MTA: perché nessuno lo fa?

01 Apr 2016

Il passaggio dallo small cap market al mercato principale è una scelta strategica perché apre nuovi canali di finanziamento. Ma è una scelta che fanno in pochi. Se ne parla il 6 aprile in Copernico Milano Centrale in occasione dell’Investor Day di MailUp

Che cosa significa per un’azienda passare dall’Aim al Mta (Mercato telematico azionario)? In realtà vuol dire tante cose, a partire da un potenziamento del business verso nuovi orizzonti di sviluppo.

Dallo small cap market al mercato telematico azionario superiore, per un’azienda intraprendere la strada della quotazione in borsa è una decisione che assume rilevanza strategica. Il motivo? Aprirsi a nuovi canali di finanziamento, potendo accedere a nuove risorse.

Disruptive innovation, evoluzione del business, rafforzamento della propria capacità competitiva, apertura a nuovi mercati: sono molte le organizzazioni che si trovano, in un determinato momento del loro ciclo di vita, nella condizione di valutare l’ipotesi di quotarsi in borsa.

Dall’AIM al MTA, come quando e perché passare sul mercato azionario

La quotazione in Borsa, in realtà, si presenta come un’operazione complessa, per la numerosità di scelte che l’impresa deve affrontare, la ristrettezza dei tempi di realizzazione e la necessità di rispettare i vincoli e le procedure previste dalla normativa. Vero è che anche l’Aim offre risorse alle pmi ma il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese italiane ad alto potenziale di crescita ha un orizzonte più contenuto. Di fatto le aziende fanno ancora fatica a capire nel dettaglio i processi di riorganizzazione degli assetti prioritari e la modifica dei rapporti con gli stakeholders, sia interni (manager, dipendenti) che esterni (fornitori, clienti e sistema finanziario in generale) che l’Mta  comporta, ma anche i motivi per cui vale la pena farlo.

Per questo motivo MailUp, in occasione del suo Investor Day, ha organizzato un evento in cui, oltre a coinvolgere la propria comunità di investitori e amici, discuterà di questo tema insieme con Paolo Verna, Partner di EnVent Capital Markets. L’evento è fissato per il 6 aprile 2016 a Milano, alle ore 17.30 presso Copernico Milano Centrale, in via Copernico 38, zona MM Centrale (volete partecipare? Cliccate qui!)

Il titolo dello speech, infatti, sarà: “Passare da AIM a MTA: tutti lo dicono, nessuno lo fa. Come, quando e perché passare sul mercato regolamentato”.

A seguire, MaiUp presenterà anche i risultati 2015 della società: saranno presenti Nazzareno Gorni, Ceo di MailUp e Nico Sica, Head of Corp. Dev & IR. 

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati