Allianz investe sui consulenti robot di MoneyFarm | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Fintech

Allianz investe sui consulenti robot di MoneyFarm

26 Set 2016

Il colosso assicurativo tedesco ha acquisito una quota di minoranza della startup italiana che ha rivoluzionato il settore del Risparmio Gestito grazie alla consulenza automatizzata. Un mercato che potrebbe valere 2mila miliardi di dollari nel 2020. L’importo dell’operazione sarebbe 7 milioni di dollari

Paolo Galvani e Giovanni Daprà, founder di MoneyFarm
Il numero uno al mondo nel campo delle assicurazioni, Allianz, ha acquisito una quota di minoranza (e ottenuto un seggio nel Cda) di Moneyfarm, startup fintech che ha rivoluzionato il settore del Risparmio Gestito grazie all’utilizzo del robo-advisory, la cui fetta di mercato potrebbe valere, secondo le stime, la bellezza di 2mila miliardi di dollari nel 2020.

L’importo dell’operazione sarebbe top secret – almeno secondo quanto riferisce MoneyFarm – ma il Financial Times riferisce che si aggirerebbe attorno ai 7 milioni di dollari.

E il colosso assicurativo tedesco, che è anche uno dei maggiori operatori al mondo nel campo del Risparmio Gestito, non vuole lasciarsi scappare l’opportunità di portare a casa la propria parte, entrando grazie alla startup italiana nel settore fintech con la consulenza automatizzata, tanto da aver recentemente lanciato un Innovation Lab in Asia, aver creato l’acceleratore Allianz X orientato in modo specifico all’InsurTech e aver comprato non più tardi di una settimana fa la startup berlinese fintech Simplesurance. Un nuovo importante riconoscimento per MoneyFarm a pochi mesi dall’aumento di capitale record da 16 milioni di euro.

MoneyFarm, come si investe sul cambiamento. Leggi la STORIA della startup

L’ingresso nel capitale di Moneyfarm è, secondo il cofondatore e presidente della società, Paolo Galvani, “un’ulteriore conferma della nostra tecnologia e del nostro modello”. Che prevede un largo impiego del robo-advisory: gli algoritmi computerizzati sono infatti i responsabili (attraverso l’analisi del questionario online proposto ai clienti) della definizione del profilo di rischio degli investitori, della proposta di un portafoglio di prodotti finanziari e degli aggiustamenti in bas

e alla situazione del mercato. Un algoritmo proprietario che Allianz deve aver giudicato come particolarmente promettente, tanto da decidere di portarselo in casa invece di crearne uno proprio.

Se i consulenti finanziari diventano robot: l’intervento di Giovanni Daprà, ceo di MoneyFarm, a EconomyUp TV

La partnership, se da un lato consentirà al gigante assicurativo di entrare nel mondo del robo-advisory, dall’altro potrebbe giovare anche a Moneyfarm: Galvani non nasconde infatti che sono allo studio possibili sinergie. Che, anche se non ancora definite, probabilmente consentiranno alla startup italiana di allargare la propria offerta di prodotti finanziari e di ottenere supporto nella penetrazione di nuovi mercati. Primo fra tutti quello di casa, quello italiano, dove l’investimento online è ancora un prodotto di nicchia, mentre Moneyfarm sta facendo faville, ad esempio, in Gran Bretagna. E avere alle spalle Allianz potrebbe convincere anche molti più clienti italiani ad affidare i propri risparmi alla gestione della startup.

L’altra finanza: l’intervento di Paolo Galvani, presidente di MoneyFarm, a EconomyUpTV

“Questo investimento non rappresenta solo un riconoscimento per quanto abbiamo costruito fino a oggi ma è un’ulteriore conferma del grande interesse che questo mercato, la gestione digitale del risparmio, stia generando. È sempre più evidente come siamo solo alla punta dell’iceberg delle possibilità che la disintermediazione e la tecnologia possono offrire per produrre prodotti e modelli sempre migliori” dichiara Giovanni Daprà Amministratore Delegato e co-founder di MoneyFarm. “Il nostro team, al pari degli altri investitori, ha accolto con grande interesse questo investimento da parte di Allianz. Con oltre 85 milioni di clienti in tutto il Mondo, Allianz porta in dote un’esperienza globale unica, un bacino di risorse e conoscenze che sarà certamente di supporto alla accelerazione della nostra crescita per capitalizzare i recenti successi e assicurare un futuro ancora più roseo per la società.” ha concluso Daprà.

“Grazie alla tecnologia, la combinazione della consulenza online e offline sta diventando un elemento chiave nell’evoluzione del wealth management. Grazie alla partnership con MoneyFarm, potremo cavalcare questa innovazione per fornire un servizio migliore ai nostri partner e clienti.” ha dichiarato Solmaz Altin, Chief Digital Officer di Allianz.

“L’investimento di Allianz conferma le grandi potenzialità che imprese innovative che nascono in Italia hanno nell’attirare investitori internazionali qualificati” ha dichiarato Paolo Gesess, Managing Partner di United Ventures, uno dei principali soci di MoneyFarm. “In questo contesto, un ruolo importante è svolto dai pochi operatori italiani di Venture Capital, riconosciuti e credibili sui mercati internazionali, che possano vantare track-record di successo e concrete capacità di accompagnare all’estero le imprese italiane più meritevoli, come MoneyFarm.”

La dimensione internazionale di Allianz sarà anche di supporto alla strategia di espansione europea di MoneyFarm che punta nei prossimi anni a diventare una piattaforma di investimento paneuropea.

 

 

 

 

Articoli correlati