Micromobilità: 60 milioni per Superpedestrian, tech company del MIT | Economyup

MONOPATTINI ELETTRICI

Micromobilità: 60 milioni per Superpedestrian, tech company del MIT



L’azienda fondata da esperti di mobilità urbana del Massachusetts Institute of Technology di Boston, presente anche in Italia con il servizio di monopattini in sharing Link, userà i nuovi fondi per alimentare la flotta di veicoli elettrici e espandersi in altre città, tra cui New York

22 Dic 2020


Superpedestrian

Nuovo, importante round di finanziamento per Superpedestrian, azienda fondata da esperti di mobilità urbana del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston: la tech company della micromobilità, presente anche in Italia con il servizio di monopattini in sharing Link, porta a casa 60 milioni di dollari. A sostenere il round, che alimenterà la crescita della flotta degli innovativi veicoli elettrici, sono: Impact Fund, OurCrowd, Winthrop Square Capital e altri.

Superpedestrian ha investito negli ultimi 8 anni 75 milioni di dollari per testare oltre 30 brevetti tecnologici in veicoli elettrici: gli investimenti hanno portato alla realizzazione dell’unico monopattino dotato di intelligenza a bordo. Dopo l’espansione nel 2020 in 12 città, Link sostiene di non aver avuto finora nessun infortunio grave, nessun richiamo, nessuna causa legale, nessuna censura da parte delle città e il più basso tasso di dispersione di veicoli rispetto a qualsiasi altro operatore. Superpedestrian è ora in lizza per ottenere gli ambiti permessi a New York City e in altre città del mondo.

“Mentre altre aziende trattavano le città come test di prova e prima ancora di presentare la domanda per ottenere i permessi per vendere il nostro servizio, abbiamo investito anni nella tecnologia che è alla base di Link” dice il fondatore e CEO di Superpedestrian, Assaf Biderman. “Ora i principali investitori come CitiGroup, nonché le più importanti città di tutto il mondo, stanno vedendo le nostre potenzialità. Stiamo dimostrando cosa significhi fornire un servizio realmente sicuro e inclusivo, in grado di offrire nuove possibilità di trasporto ai quartieri che ne hanno bisogno”.

“La flotta Link di Superpedestrian punta alla doppia bottom line attraverso il Citi Impact Fund, a beneficio sia delle comunità sia degli investitori” ha aggiunto Ed Skyler, Vice Presidente Esecutivo di Citi per gli Affari Pubblici Globali. “Hanno impiegato del tempo a ottenere la tecnologia giusta, la crescita è stata sostenibile e il loro prodotto redditizio. Con l’aumento della popolazione nelle città, la richiesta di alternative sicure e sostenibili nel trasporto sono enormi e siamo entusiasti di collaborare con Superpedestrian, soprattutto considerato il nostro sostegno al più grande programma di bike sharing del Paese, Citi Bike”.

Il CEO di OurCrowd, Jon Medved, afferma: “Il considerevole vantaggio tecnologico di Superpedestrian nel mercato dei monopattini si sta traducendo in leadership aziendale. Poiché la piattaforma è più sicura e più intelligente, LINK ha un’entità economica migliore rispetto a qualsiasi altro competitor”.

Come funziona il monopattino Link di Superpedestrian

Dall’esterno, il veicolo LINK di Superpedestrian, progettato su misura, si presenta come un qualsiasi altro monopattino, solo più robusto. Invece al suo interno racchiude una tecnologia che protegge il pilota e il veicolo stesso in tempo reale. LINK è dotato di intelligenza a bordo in grado di effettuare autonomamente la manutenzione e la verifica della sicurezza prima di ogni corsa. Ogni veicolo è dotato di cinque computer che fungono da “A.I. Mechanic” e che monitorano ogni componente migliaia di volte al secondo, auto-riparando istantaneamente i sistemi elettronici. Mentre altre aziende passano giorni a trasportare veicoli che necessitano riparazioni nei magazzini per la diagnostica e la manutenzione, Superpedestrian può risolvere le criticità direttamente sul campo e in modo autonomo.

WHITEPAPER
Roadmap verso la Smart Logistic - Le 4 tecnologie per migliorare efficienza e sicurezza
Intelligenza Artificiale
IoT