“(meta)verso la Città Ideale”: a Como una rassegna sulle smart city (e non solo) - Economyup

L'EVENTO

“(meta)verso la Città Ideale”: a Como una rassegna sulle smart city (e non solo)



Dal 26 aprile al 4 maggio 2022, nell’ambito della rassegna Le Primavere, si terranno una serie di incontri su passato, presente e futuro dei nostri centri urbani: dalle smart city alle città nel Metaverso, fino alle “Città Invisibili” di Italo Calvino. Qui come iscriversi gratuitamente all’evento

21 Apr 2022


Evento sulle città a Como

Città ideali, smart city, città progettate, vissute e sognate: saranno loro le protagoniste di “(meta)verso la Città Ideale” nell’ambito de Le Primavere, la rassegna culturale organizzata da La Provincia di Como e dal gruppo editoriale Sesaab che si svolge dal 26 aprile al 4 maggio 2022.

La X edizione della manifestazione verterà integralmente intorno al tema della città nel passato, nel presente e anche nel futuro virtuale del metaverso. Nove appuntamenti presso la Sala Bianca del Teatro Sociale e 3 eventi conclusivi sul palco del Teatro Sociale di Como formeranno il calendario del festival, che si svolgerà dal vivo, per poi venire trasmesso sul sito de Le Primavere e, in differita, sul canale televisivo Bergamo TV.

Le iscrizioni agli eventi, totalmente gratuiti, sono partite lunedì 11 aprile sul sito de Le Primavere.

Mobilitàurbanisticaverdevivibilità e bellezza saranno alcuni dei temi che verranno affrontati durante i 9 giorni de Le Primavere da filosofi, storici, ingegneri, architetti, psicologi, rappresentanti dell’Ente Spaziale Europeo e visionari testimoni dell’anima di una città.

Si comincia martedì 26 aprile alle 18.30, quando la giornalista esperta in nuove tecnologie Luciana Maci interverrà sul tema: “Come funzionano le città intelligenti?”. Sarà seguita alle 21 dal giornalista culturale Fabio Isman che condurrà il pubblico in un viaggio storico-artistico attraverso le città ideali della nostra storia in “Andar per le città ideali: un invito al viaggio nell’utopia”. Mercoledì 27 aprile la saggista ed esperta di turismo Valentina Boschetto Doorly racconterà “Un futuro lontano dalla città: turismo o nuovo stile di vita?”. Alle 21 Ilaria Zilioli, Legal Officer dell’Agenzia Spaziale Europea, spiegherà come le attività spaziali permettono di monitorare le nostre città nell’incontro “Città più verdi grazie ai satelliti”.

Spazio alla desincronizzazione della città giovedì 28 aprile alle 18.30 con Alberto Bortolotti, architetto e urbanista che dialogherà con Mauro Brolis, giornalista di eco.bergamo su “E se desincronizzassimo la città? Il caso Milano”. Alle 21 il filosofo Silvano Petrosino rifletterà sul senso dell’abitare in “Vivere nella giungla, abitare nella città”. Cardiologo infantile, liutaio e musicista, ma anche ideatore della trasformazione di Montecastelli Pisano in un luogo adatto alla musica e alla scienza, Philipp Bonhoeffer racconterà venerdì 29 aprile alle 18.30 la sua visione di città in “Le città e la loro anima. I luoghi nati da un sogno”. Salvo Noè, psicoterapeuta e scrittore, alle 21, ragionerà su “Il profumo delle relazioni e il potere della gentilezza”.

Un viaggio nella fantascienza, soprattutto quella cinematografica, vedrà protagonista lo storyteller e divulgatore Lorenzo Fantoni, che sabato 30 aprile alle 18.30 guiderà il pubblico “Dalla fantascienza al metaverso, come è cambiata la città”. Alle 18.30 il 2 maggio al Teatro Sociale invece l’urbanista Carlos Moreno, collaboratore della sindaca di Parigi Anne Hidalgo e Direttore scientifico della cattedra ETI, Università IAE Paris-Sorbonne, illustrerà “La città dei 15 minuti. Avvicinarci ci salverà. Il caso Parigi”.

Le Primavere 2022 si concluderanno con due spettacoli. Martedì 3 maggio al Teatro Sociale di Como il Claudio Angeleri 6et e l’attore Oreste Castagna saranno i protagonisti dello spettacolo “Musiche dalle Città Invisibili” ispirato a “Le Città Invisibili” di Italo Calvino. Mercoledì 4 maggio le lettrici de La Provincia – che si prenoteranno sul sito de Le Primavere per salire sul palco del Teatro Sociale di Como – racconteranno esempi di donne straordinarie, che lungo i secoli hanno cambiato la storia del mondo con biografie e visioni contemporanee, nello spettacolo di Daniela Taiocchi e Silvia Barbieri “La Città delle Dame”, ispirato all’omonimo libro della scrittrice medievale Christine de Pizan.