MOBILITÀ SOSTENIBILE

Bike Facilities, arrivano i punti di ricarica 4.0 per le bici elettriche: i vantaggi

Le nuove colonnine di Bike Facilities offrono strumenti di manutenzione e geolocalizzazione per trovare facilmente il punto di ricarica più vicino. Con vantaggi anche per le istituzioni, tra gestione elettrica e monitoraggio

Pubblicato il 23 Nov 2023

Una colonnina di ricarica Bike Facilities (fonte www.bikefacilities.com)

Arrivano le colonnine di ricarica intelligente per le biciclette elettriche: a lanciarle è Bike Facilities, azienda che ricerca, sviluppa e promuove prodotti per la micro mobilità elettrica. Già produttrice di diversi prodotti in particolare colonnine per la ricarica e la riparazione di biciclette elettriche e meccaniche, ha ora sviluppato e lanciato sul mercato l’innovativo Int-Stop & Go: un nuovo sistema con vantaggi sia per i ciclisti che per enti e istituzioni.

“Abbiamo scelto di presentare per la prima a volta questo nuovo prodotto all’Italian Bike Festival di Misano perché pensiamo che sia arrivato il momento, visto il crescente interesse in Italia per la mobilità dolce e le e-bike, di cominciare a innovare il settore, partendo dai punti di ricarica” spiega Fabio Toccoli, fondatore di Bike Facilities.

Vediamo in cosa consiste questo punto di ricarica smart.

Che cos’è Bike Facilities

Bike Facilities nasce nel 2015 a Torbole sul Lago di Garda dall’esperienza di Fabio Toccoli, imprenditore e ideatore del primo Bike Hotel del Garda Trentino. La società ricerca, sviluppa e promuove prodotti per la micro mobilità elettrica territoriale, lavorando con aziende, enti e istituzioni per introdurre nel mercato soluzioni per la mobilità che portino vantaggi per tutti.

Bike Facilies offre un’ampia gamma di colonnine e configurazioni adatte a amministrazioni pubbliche, aziende, hôtellerie e condomini, complete di attrezzi per la manutenzione e adatta non solo alle e-bike ma anche ad altri accessori elettronici come smartphone, tablet, monopattini etc.

Ricarica e-bike, arrivano le nuove colonnine geolocalizzabili

Chi ama viaggiare in bicicletta, sia meccanica che elettrica, sa che l’imprevisto può essere sempre dietro l’angolo. Per questo è importante sapere in qualsiasi momento dove trovare il più vicino punto di ricarica, un luogo dove è consentito gonfiare le gomme o sistemare eventuali problemi al mezzo.

La nuova colonnina intelligente presentata da Bike Facilities presenta una funzione di geolocalizzazione, che attivata attraverso la scannerizzazione di un QR Code.

L’intenzione di Bike Facilities è quella di creare, colonnina dopo colonnina, un database sempre più completo che possa permettere un giorno agli utenti di, tramite una semplice ricerca su Google Maps, Komote ecc., trovare la colonnina più vicina alla propria posizione.

“Così come oggi è possibile in un click trovare il punto di ristoro, bar e pompa di benzina più vicini, vogliamo che anche i turisti che si spostano in bici possano trovare punti di ricarica, colonnine con attrezzi e tutto ciò che serve per organizzare al meglio il proprio tour a due ruote più semplicemente possibile” spiega Marco Dalla Vecchia, Sales Manager di Bike Facilities.

Inoltre, la colonnina funziona anche come hotspot, ovvero permette all’utente di accedere a un servizio internet WI-FI gratuito fruibile tramite semplice registrazione degli utenti con smartphone.

I vantaggi delle colonnine per enti e istituzioni: gestione elettrica e monitoraggio

La nuova colonnina intelligente presentata da Bike Facilities non vuole solo rappresentare un punto di riferimento efficace per i ciclisti e e-bikers, ma mira a diventare uno strumento utile anche per enti e istituzioni.

A differenza delle classiche colonnine di ricarica per e-bike (dispositivi di distribuzione dell’energia elettrica) la nuova soluzione targata Bike Facilities permette la gestione tramite app dell’erogazione della corrente: il gestore della colonnina può infatti scegliere se mettere a disposizione gratuitamente o a pagamento il servizio di ricarica, stabilire un orario di attivazione e disattivazione servizio, per evitare lo spreco di energia e venire avvisato in caso di malfunzionamenti.

Oltre a questo, la colonnina è dotata di elettronica e di vari sensori che dialogano tramite SIM interna con la app predisposta (e quindi con il gestore). I sensori presenti sono di diversi tipi:

  • sensore conta persone, che riesce a contare il numero di pedoni e di ciclisti che passano davanti alla colonnina;
  • sensore per rilevare la qualità dell’aria, specificamente i livelli delle polveri sottili PM1, PM2.5 e PM10. Attraverso l’app il gestore può tenere monitorato il valore giornaliero e/o periodico e sapere se si tratta di un dato nella norma oppure no e agire di conseguenza.
  • Rilevatori di temperatura e di umidità dell’aria

Creando prodotti il più innovativi possibile, il nostro obiettivo è quello di rendere la ricarica per le biciclette elettriche universale e sempre accessibile, un po’ come avviene per gli smartphone. Pensiamo che ci sia ancora poca consapevolezza sulla ricarica dei veicoli elettrici, soprattutto a due ruote: colonnine intelligenti come le nostre ad esempio per un ente e i propri cittadini possono portare numerosi vantaggi e allo stesso tempo richiedono un investimento economico irrisorio (il costo medio è di 10 cent ogni 500 watt)” conclude Dalla Vecchia.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

E
Redazione EconomyUp
email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4