Salvare enormi quantità di dati direttamente nel nostro DNA? Sono cominciati i primi test… | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

ACCADRÀ DOMANI

Salvare enormi quantità di dati direttamente nel nostro DNA? Sono cominciati i primi test…

di Cristina Pozzi

17 Lug 2017

Un team di scienziati è riuscito a inserire una GIF all’interno del genoma di un batterio. Perché è importante? Immaginate di poter salvare nella nostra struttura genetica le foto, i video, i film, i documenti di una vita. Sarebbe una vera rivoluzione sul fronte della relazione tra tecnologie e corpo umano

La notizia

Un gruppo di scienziati è riuscito a nell’intento di usare la tecnica di manipolazione genetica CRISPR per inserire una GIF all’interno del gemoma di un batterio Escherichia coli (vivo). I ricercatori hanno convertito i singoli pixel di ogni immagine in nucleotidi, i blocchi di costruzione del DNA. Hanno consegnato la GIF nei batteri viventi sotto forma di cinque fotogrammi: immagini di un cavallo galoppante e cavaliere, preso dal fotografo inglese Eadweard Muybridge, che ha prodotto le prime fotografie di stop-motion negli anni ’70. I ricercatori sono stati quindi in grado di recuperare i dati sequenziando il DNA batterico con un’accuratezza del 90% leggendo il codice nucleotidico dei pixel.

Il tutto è spiegato nei dettagli dalla rivista Nature.

Perché è importante 

Immaginate di poter salvare nel vostro DNA, direttamente sempre con voi, tutte le immagini che avete scattato, video, film, serie tv, documenti: tutto. Questo potrebbe essere il futuro considerando le enormi capacità che il nostro DNA di salvare e conservare enormi quantità di dati, in modo molto più efficienti di quelli che siamo riusciti a replicare oggi con la tecnologia.
Si tratterebbe di una rivoluzione che non solo andrebbe a impattare sul modo in cui concepiamo la tencologia e la conservazione e trasmissione di dati, ma che potrebbe anche stabilire nuovi standard nella fusione tra corpo e tecnologia per il futuro.

www.cristinapozzi.com

Impactscool

 

 

Cristina Pozzi

Co-founder e Amministratore Delegato di Impactscool. Speaker, Advisor e Angel Investor. In passato è stata co-fondatore e Direttore Generale di Wish Days

Articoli correlati