Forum di Innovazione per la salute, ecco i 6 progetti premiati | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CONTEST

Forum di Innovazione per la salute, ecco i 6 progetti premiati

22 Set 2017

Dalla co-progettazione dei servizi sanitari alle piattaforme IT per raccogliere dati, dalle app per bambini agli esoscheletri in 3D, dalla logistica integrata alla telemedicina, sono queste le idee innovative che hanno conquistato il riconoscimento attribuito durante l’evento di FPA e Allea a Roma. Qui tutti i dettagli

L’innovazione in sanità ha 6 vincitori. Sono stati premiati nella seconda e ultima giornata del Forum di Innovazione per la salute di FPA e Allea, che si è tenuto presso il Centro Congressi Roma Eventi, il 20 e 21 settembre. A queste eccellenze progettuali del panorama salute italiano è stato assegnato il Premio Innova S@lute, contest lanciato da FPA e Allea con il supporto incondizionato di Teva Italia proprio per valorizzare progetti che possono dare risposte concrete a crescenti bisogni di salute. 112 le iniziative in gara, solo 6 idee innovative ce l’hanno fatta.

Nell’ambito comunicazione con cittadini ed utenti ha vinto premio il “Club degli Innovatori Sanità a km Zero” di Regione del Veneto – Arsenàl.IT; nell’ambito integrazione socio-sanitaria medicina di prossimità e presa in carico degli anziani, dei cronici e delle fasce deboli il progetto “Integrazione socio-sanitaria al servizio dei cittadini” dell’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Taranto; nell’ambito educazione alla salute e al wellbeing (educazione alimentare, fitness, monitoraggio, wearable, ecc.) “MyCyFAPP” di imaginary srl; nell’ambito Innovazione nel campo clinico-sanitario “Bambini liberi” di Fondazione Santobono Pausilipon onlus; nell’ambito amministrativo/gestionale “LogOs® Logistica Ospedaliera Integrata” di Zanardo Servizi Logistici; nell’ambito infrastruttura di comunicazione e collaborazione tra strutture, professionisti e amministrazioni “ADIGest” di THCS – Telemedicine for Health Care Solutions.

“Ormai è chiaro a tutti che il digitale è l’ecosistema in cui il settore della sanità si troverà a operare nel brevissimo futuro. Tutti gli operatori della filiera devono rendersene conto e smettere di pensare all’innovazione tecnologica come a un semplice tassello delle politiche per la salute. La sfida è sfruttare la disruptive innovation per crescere e creare benessere equo e sostenibile per tutti. S@lute 2017, anche quest’anno, è stata della partita, sostenendo chi innova, rischia e cerca nuove strade.” commenta Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA. “Il Premio Innova S@lute ha mostrato come l’innovazione ci sia, ma sia spesso nascosta: per portarla allo scoperto basta dare voce ai soggetti pubblici e privati impegnati sui territori e offrire uno spazio di visibilità a chi si confronta ogni giorno con problemi e relative soluzioni. Il numero maggiore di progetti è stato presentato dalle strutture della sanità pubblica e privata, ma grande è stata anche la partecipazione di startup e piccole e medie imprese innovative”.

Intelligenza artificiale in sanità: ecco come è usata per migliorare diagnosi e cure

“Questa terza edizione di S@lute ha voluto dar voce ai molteplici aspetti dell’innovazione, favorendo la condivisione delle informazioni e l’incontro di visioni diverse. Perché l’Italia non è seconda a nessuno su idee e progettualità, anche nel campo della salute. L’elevato numero di richieste di partecipazione al contest Innova Salute – 112 progetti, con un incremento del 10% rispetto all’anno scorso – dimostra quanta sete di cambiamento ci sia. Noi di S@lute 2017 stiamo facendo la nostra parte, ma è necessario il lavoro di tutti, e soprattutto una direzione condivisa.” afferma Alessandro Beulcke, Presidente Allea.

Di seguito le informazioni di dettaglio sui vincitori del Premio Innova Salute 2017:

♦ Club degli Innovatori Sanità a km Zero – Regione del Veneto Arsenàl.IT
Vincitore per la categoria comunicazione con cittadini ed utenti
Il “Club degli Innovatori Sanità a km 0”, progetto di Regione Veneto – Arsenàl.IT, è un sistema di co-progettazione dei servizi che coinvolge l’utente finale, nonché il paziente. Il Club si compone di 300 tra operatori e cittadini che, per tramite di focus group, eventi di co-progettazione, workshop, interviste telefoniche, partecipano alla definizione e progettazione dei servizi di assistenza e cura. Questo sistema di interscambio di informazioni permette di formulare servizi a misura di paziente, riducendo i costi di programmazione e realizzazione.

♦ Integrazione socio-sanitaria al servizio dei cittadini – Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Taranto
Vincitore per la categoria integrazione socio-sanitaria; medicina di prossimità e presa in carico degli anziani, dei cronici e delle fasce deboli
Integrare e raccogliere le informazioni relative al paziente in un’unica piattaforma IT virtuale e accessibile a tutti. In questo consiste il progetto promosso dall’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Taranto. Il cittadino/paziente, inserendo i propri dati nel sistema IT, può consultare in qualsiasi momento il proprio status presso la struttura sanitaria di riferimento: dall’accoglienza alla presa in carico, fino alla valutazione del caso e chiusura del servizio.

♦ MyCyFAPP – Imaginary srl
Vincitore per la categoria educazione alla salute e al wellbeing
Giocando si impara. È questo il principio ispiratore dell’app MyCyFAPP*. Ideato e concepito non solo per un pubblico di giovanissimi, il gioco si rivolge ai soggetti affetti da fibrosi cistica allo scopo di motivarli e informarli sull’importanza di un’alimentazione e stile di vita sani e compatibili con la malattia di cui sono affetti. Il bambino, trovandosi ad accudire un avatar, impara a curare se stesso in piena autonomia. Il gioco si struttura in più livelli e con difficoltà diverse.

♦ Bambini liberi – Fondazione Santobono Pausilipon onlus
Vincitore per la categoria innovazione nel campo clinico-sanitario
Fondazione Santobono Pausilipon, Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon e CNR con il contributo della Banca d’Italia portano avanti la prima sperimentazione clinica in ambito pediatrico di un sistema che sostituisce il tradizionale “gesso” con un esoscheletro in plastica ABS stampato in 3D. La ricerca è stata promossa al fine di realizzare un progetto assistenziale fortemente innovativo. L’esoscheletro, realizzato in ABS, è prodotto con una stampante 3D sulla base di calcoli strutturali, mediante sistemi di scansione 3D dell’arto fratturato. Il tutore personalizzato è totalmente immergibile in acqua, leggero, aperto e poco ingombrante, igienico e conforme alle esigenze ergonomiche del bambino.

♦ LogOs® Logistica Ospedaliera Integrata – Zanardo Servizi Logistici
Vincitore per la categoria amministrativo/gestionale
LogOs® è un modello di logistica sanitaria integrata, finalizzato al miglioramento continuo dei processi di logistica sanitaria in un’ottica di massima sicurezza per il paziente e di razionalizzazione dei costi globali d’esercizio. Il caso, presentato a S@lute e riferito all’Unità Operativa di Cardiologia dell’Ospedale San Giovanni e Paolo di Venezia, si configura come una soluzione logistica informatizzata per la gestione del farmaco. Il sistema parte dalla prescrizione ed arriva fino alla somministrazione al paziente, avvalendosi di software affidabili e moderni dispositivi tecnologici come armadi robotizzati e carrelli informatizzati.

♦ ADIGest – THCS – Telemedicine for Health Care Solutions
Vincitore per la categoria infrastruttura di comunicazione e collaborazione tra strutture, professionisti e amministrazioni
ADIGest è un software per la gestione a distanza del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata. Attualmente in uso presso l’ADI della provincia di Brindisi – sono 210 gli operatori tra domiciliari e amministrativi inseriti nel progetto – ADIGest consente per ogni singolo paziente la realizzazione di Piani Individualizzati, la calendarizzazione degli accessi degli operatori, l’erogazione a domicilio di prestazioni e telediagnosi tramite Smartphone, la rendicontazione di accessi e prestazioni per periodo.

Articoli correlati