UE, le tech company chiedono un fondo europeo da 100 miliardi contro lo strapotere di USA e Cina - Economyup

INNOVAZIONE IN EUROPA

UE, le tech company chiedono un fondo europeo da 100 miliardi contro lo strapotere di USA e Cina



Un fondo europeo da 100 miliardi di euro per “proteggere” startup e società innovative europee dai giganti statunitensi: è la richiesta dei leader di 35 grandi tech company europee. E non è la prima volta che l’Ue ragiona su un progetto di questo tipo

02 Apr 2021


Un fondo europeo da 100 miliardi di euro, con soldi pubblici e privati, per sostenere la nascita e lo sviluppo di startup e società innovative in Europa, facendo da scudo dalle acquisizioni di colossi statunitensi e cinesi. È la richiesta che i leader di circa 35 unicorni e startup, tra cui alcune delle più grandi società tecnologiche europee, hanno presentato martedì 30 marzo 2021 a Mariya Gabriel, Commissaria alla Ricerca e Innovazione dell’Unione Europea.

Tra i promotori della proposta, Blablacar (car sharing), FacilityLive (software gestionali) o Supercell (videogiochi).

Perché un fondo per lo sviluppo tecnologico in Europa?

Bloomberg riporta che, stando alle dichiarazioni dei proponenti, il fondo è pensata per arginare lo strapotere delle più grandi aziende tecnologiche statunitensi e cinesi, che grazie ai propri considerevoli asset hanno la possibilità di comprare facilmente possibili disruptor europei prima che diventino concorrenti, controllando così interi settori. Un rischio per la crescita, il mercato del lavoro e l’influenza dell’Europa in settori strategici chiave.

Negli ultimi anni, i funzionari dell’UE stavano già prendendo in considerazione l’idea della creazione di un fondo sovrano paneuropeo per investire in industrie strategiche: battezzato European Future Plan, si trattava del progetto di un meccanismo che proteggesse l’industria tecnologica europea, affinché potesse competere alla pari con aziende quali Apple, Google o Alibaba. Il programma, che già aveva finanziamenti da parte degli Stati membri, è stato poi messo da parte a causa della pandemia.

Ora, il progetto potrebbe rinascere con una veste tutta nuova.

Finanziamenti, le opportunità della Comunità Europea per startup e PMI innovative

Sovereign Tech Fund, il fondo europeo da 100 milioni

Denominato nella proposta Sovreign Tech Fund, il fondo combinerebbe denaro pubblico e privato, e assumerebbe la forma di investimenti azionari a lungo termine. Alcuni dei fondatori si sono dichiarati propensi ad investire parte del proprio capitale nel fondo, secondo il documento.

Il fondo garantirebbe protezione da parte di acquisizioni esterne, nonchè ulteriori risorse per le startup europee che, ancora oggi, devono spesso rivolgersi all’estero — specie negli Usa — per recuperare finanziamenti per il loro sviluppo.

Oltre al fondo tech, è in considerazione anche un fondo europeo per la sostenibilità, con una struttura simile al fondo tecnologico proposto, ma incentrato sulla tecnologia green e sulle iniziative capital-intensive.