TechChill, a settembre in Italia l'evento per le startup nato in Lettonia

IN AGENDA

TechChill Milano, a settembre prima edizione fuori dalla Lettonia dell’evento per startup



Tech Chill, che è diventato l’evento di riferimento per le startup dell’area baltica, esce dai confini della Lettonia dove è nato 10 anni fa. L’appuntamento è a Milano il 28 e 29 settembre. Format: un meeting internazionale di investitori, startup e costruttori di ecosistemi

27 Giu 2022


Arriva per la prima volta in Italia l’evento internazionale aperto all’ecosistema sull’imprenditorialità delle startup: si svolgerà il 28 e 29 settembre l’edizione di debutto di TechChill Milano, che riunirà gli esperti internazionali del settore insieme ai talenti più brillanti dell’ecosistema tecnologico internazionale e italiano, proponendosi così di accrescere la presenza dell’Italia nella mappa mondiale delle startup.

L’iniziativa è della TechChill Foundation, organizzazione non profit nata per promuovere l’ecosistema delle startup baltiche nel mondo, che da 10 anni riunisce nella capitale lettone circa 2.500 persone in quello che è ormai un evento di riferimento per il settore nei Paesi Baltici. A TechChill partecipano startup in rapida crescita, speaker internazionali, società innovative, investitori, media e appassionati di tecnologia da tutto il mondo: la decima edizione si è svolta a Riga a fine aprile 2022.

Per la prima volta, quest’anno TechChill uscirà dai propri confini per mettere la propria esperienza e know-how a disposizione dell’ecosistema startup italiano: TechChill Milano sarà infatti organizzato presso il Nuovo Campus dell’Università Bocconi, iconico polo di innovazione e conoscenza nel cuore di Milano.

Che cos’è TechChill

Nato come movimento spontaneo di appassionati di tecnologia, TechChill celebra il meglio delle startup community baltiche, riunendo ogni anno migliaia di partecipanti, tra cui startup in rapida crescita, le aziende e gli speaker più innovativi, gli investitori attivi nel territorio e talentuosi appassionati di tecnologia. TechChill è organizzato dall’omonima fondazione non profit, che promuove l’ecosistema delle startup baltiche durante tutto l’anno.

WHITEPAPER
Come creare un processo di Lead Management cucito secondo le tue esigenze!
CRM
Startup

Dai Paesi baltici all’Italia

Nei dieci anni dalla sua fondazione, la TechChill Foundation è cresciuta fino a diventare il massimo pioniere del settore nei Paesi Baltici a supportare l’ecosistema tecnologico della regione e creare una piattaforma per condividere la conoscenza, avere un impatto e promuovere lo sviluppo durante tutto l’anno. L’ecosistema delle startup baltiche è noto per essere tra quelli a più rapida crescita al mondo e oggi la regione ospita oltre 5000 startup e scaleup, tra cui 14 unicorni. Tuttavia, c’è ancora spazio per un’ulteriore crescita per attrarre investimenti esteri e portare l’ecosistema dinamico delle startup a un livello superiore.

Nell’ultimo decennio il panorama tech italiano ha conosciuto una crescita e un livello di espansione simili a quelli dei Paesi Baltici, e con il mercato in continua evoluzione, c’è un grande bisogno di supporto basato sulle competenze e di un impulso all’ecosistema locale. L’Italia è anche conosciuta come il tesoro nascosto nel panorama delle startup europee, con un enorme potenziale in attesa di essere scoperto e inserito nella mappa globale. Scalapay, BizAway, UnoBravo, iGenius, Everli, Genenta Science, la prima scaleup italiana quotata al NASDAQ, D-Orbit, la scaleup italiana space-tech che punta al NASDAQ, Soldo, la fintech italo-britannica e Satispay, Wise, Vedrai, Cortilia, Casavo,

Shopfully, Moneyfarm, sono solo alcune delle tante startup e scaleup italiane, inoltre il venture capital nel Paese sta crescendo più veloce che mai, avendo raggiunto quasi 1,5 miliardi di euro nel 2021 – di cui il 30% provenienti da VC internazionali.

TechChill Milano: i temi e gli ospiti

TechChill Milano abbraccia tre grandi temi: “Building Innovation Ecosystems”, ovvero la costruzione di un ecosistema dell’innovazione come chiave per la crescita di un territorio; “Founder stories”, dalla voce dei fondatori, tutto quello che occorre sapere per la crescita di una startup, dall’idea alla scaleup; “Building for the Future”, un focus sulla tecnologia e sulle pratiche che rendono il mondo più sostenibile.

Sarà un grande evento che riunirà investitori, fondatori di startup, costruttori di ecosistemi e media internazionali, oltre a far emergere le startup più promettenti, rafforzare la rete locale e collegarla all’arena internazionale.

Tra i primi speaker confermati vi sono Andris K. Berzins, managing partner di Change Ventures, Roberto Bonanzinga di InReach Ventures, Paola Bonomo, advisor e investor, Mike Butcher di TechCrunch, Federico Mattia Dolci, co-founder e CEO di BOOM, Jaïr Halevi, Startup Program Manager di Miro, Lubomila Jordanova di Plan A, Andrea Orlando, managing partner Startup Wise Guys Italy, Anna Ott, talent advisor di HV capital, il più grande fondo di investimento dell’Europa Centrale, e Robin Wauters, founder di Tech.eu: si avvicenderanno sul palco, per condividere e trasferire le loro intuizioni e la loro conoscenza, insieme ai più brillanti talenti della startup community italiana.

Sul fronte degli investitori, hanno ad oggi confermato la loro presenza Feel Venture, SuperSeeds, Global Founders Capital, Dawn Capital (UK), Target Global (GER), Five Seasons, Truffle (FR), Honey Badger (EST), FFVC (US).

La giornata del 27 settembre, oltre a essere l’Investor Day, sarà dedicata ad alcuni eventi collaterali, che verranno svelati durante il periodo di avvicinamento alla data dell’evento.

Come partecipare

Per partecipare occorre iscriversi sul sito ufficiale scegliendo tra la partecipazione in presenza o da remoto e tra le diverse categorie di appartenenza: studenti/accademici, attendee, executive, startup, investitori.