Life Science: parte la nuova Call for Solutions dell'Open Accelerator di Zambon | Economyup

OPEN INNOVATION

Life Science: parte la nuova Call for Solutions dell’Open Accelerator di Zambon



Via alla nuova call promossa da ZCube, Research Venture di Zambon, dedicata a soluzioni per le scienze della vita. L’edizione 2020 della Call for Solutions avrà quattro categorie più una Special Challenge per Covid-19: in palio 100mila euro di finanziamento per i progetti vincenti. Iscrizioni aperte fino al 20 luglio

29 Mag 2020


Photo by CDC on Unsplash

Dopo aver ultimato i progetti con i vincitori delle passate edizioni, torna Call for Solutions, il programma creato da Zcube (Zambon Research Venture) e rivolto alle startup di Life Science.

Con la Call for Solutions 2020, Open Accelerator è alla ricerca di innovatori che con le loro soluzioni digitali plasmeranno il futuro della salute, grazie all’adozione di tecnologie all’avanguardia come wearable, biomarcatori, advanced analytics, intelligenza artificiale e altro ancora. In palio un investimento fino a 100.000 dollari per ogni progetto selezionato, le iscrizioni chiudono il 20 luglio.

Il programma Open Accelerator

Creato nel 2016 e sponsorizzato da Zambon Research Venture del gruppo farmaceutico Zambon, Open Accelerator è l’acceleratore di startup con tecnologie di grande impatto sul mondo della salute. Il programma è cresciuto nel corso degli anni, estendendo la sua portata ed aprendosi a progetti a livello internazionale sin dalla sua seconda edizione.

Nelle passate edizioni, il programma ha raccolto oltre 200 applicazioni da startup provenienti da 20 Paesi diversi. 28 team hanno partecipato al processo di accelerazione e 7 sono stati premiati con un investimento fino a 100.000 dollari per progetto.

OA Call for Solutions, l’edizione 2020

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Nel 2020 Open Accelerator è alla ricerca di progetti e startup focalizzati su campi di malattia preferibilmente respiratoria e CNS, che offrano soluzioni innovative basate su una o più tra quattro macroaree tecnologiche, oltre ad una Special Challenge dedicata alla gestione della crisi coronavurus. Le aree di competenza sono le seguenti:

  • Virtual Health
  • Clinical Trials Digitalization
  • Digital Diagnostics
  • Digital Prevention, monitoring and therapeutics
  • New ways to interact (Special Challenge Covid-19)

Dopo la chiusura del bando il 20 luglio, i candidati saranno selezionati per partecipare al percorso di accelerazione di 4 settimane il cui valore stimato è di circa 25.000 euro, costituito da sessioni online personalizzate e sessioni in loco che si svolgeranno all’interno di Open Accelerator.

Alla fine del programma, le migliori startup saranno premiate con un investimento fino a 100.000 dollari per progetto.

Per partecipare, è possibile inviare la propria proposta attraverso il form del sito ufficiale