Life Science: parte la nuova Call for Solutions dell'Open Accelerator di Zambon - Economyup

OPEN INNOVATION

Life Science: parte la nuova Call for Solutions dell’Open Accelerator di Zambon



Via alla nuova call promossa da ZCube, Research Venture di Zambon, dedicata a soluzioni per le scienze della vita. L’edizione 2020 della Call for Solutions avrà quattro categorie più una Special Challenge per Covid-19: in palio 100mila euro di finanziamento per i progetti vincenti. Iscrizioni aperte fino al 20 luglio

29 Mag 2020


Photo by CDC on Unsplash

Dopo aver ultimato i progetti con i vincitori delle passate edizioni, torna Call for Solutions, il programma creato da Zcube (Zambon Research Venture) e rivolto alle startup di Life Science.

Con la Call for Solutions 2020, Open Accelerator è alla ricerca di innovatori che con le loro soluzioni digitali plasmeranno il futuro della salute, grazie all’adozione di tecnologie all’avanguardia come wearable, biomarcatori, advanced analytics, intelligenza artificiale e altro ancora. In palio un investimento fino a 100.000 dollari per ogni progetto selezionato, le iscrizioni chiudono il 20 luglio.

Il programma Open Accelerator

Creato nel 2016 e sponsorizzato da Zambon Research Venture del gruppo farmaceutico Zambon, Open Accelerator è l’acceleratore di startup con tecnologie di grande impatto sul mondo della salute. Il programma è cresciuto nel corso degli anni, estendendo la sua portata ed aprendosi a progetti a livello internazionale sin dalla sua seconda edizione.

WEBINAR
14 Dicembre 2021 - 11:00
Telco per l'Italia: come accelerare la trasformazione. Le opportunità di PNRR e Cloud
Digital Transformation
Open Innovation

Nelle passate edizioni, il programma ha raccolto oltre 200 applicazioni da startup provenienti da 20 Paesi diversi. 28 team hanno partecipato al processo di accelerazione e 7 sono stati premiati con un investimento fino a 100.000 dollari per progetto.

OA Call for Solutions, l’edizione 2020

Nel 2020 Open Accelerator è alla ricerca di progetti e startup focalizzati su campi di malattia preferibilmente respiratoria e CNS, che offrano soluzioni innovative basate su una o più tra quattro macroaree tecnologiche, oltre ad una Special Challenge dedicata alla gestione della crisi coronavurus. Le aree di competenza sono le seguenti:

  • Virtual Health
  • Clinical Trials Digitalization
  • Digital Diagnostics
  • Digital Prevention, monitoring and therapeutics
  • New ways to interact (Special Challenge Covid-19)

Dopo la chiusura del bando il 20 luglio, i candidati saranno selezionati per partecipare al percorso di accelerazione di 4 settimane il cui valore stimato è di circa 25.000 euro, costituito da sessioni online personalizzate e sessioni in loco che si svolgeranno all’interno di Open Accelerator.

Alla fine del programma, le migliori startup saranno premiate con un investimento fino a 100.000 dollari per progetto.

Per partecipare, è possibile inviare la propria proposta attraverso il form del sito ufficiale