La platform economy spiegata da Paul Choudary: "Perché è essenziale per affrontare il cambiamento" - Economyup

#ROADTOFORUMPA

La platform economy spiegata da Paul Choudary: “Perché è essenziale per affrontare il cambiamento”



Sangeet Paul Choudary, esperto mondiale di platform economy e autore del saggio “Platform Revolution”, anticipa i temi di cui parlerà a Forum PA 2021: l’importanza del nuovo modello economico basato su reti e partenariati

31 Mag 2021


Choudary e la platform economy

In un contesto di ulteriore spinta alla digitalizzazione come quella causata dalla pandemia assume ancora più importanza la “platform economy”: ne parla Sangeet Paul Choudary, che ha scritto un saggio intitolato “Platform Revolution“, nel quale spiega perché le società basate su piattaforme quali Uber, Airbnb, Amazon, Apple, PayPal sono state in grado di trasformare profondamente i mercati di riferimento e sono diventate leader in quei mercati. Fondatore dei Platformation Labs, esperto mondiale nel campo della platform economy e consigliere di numerosi governi sui temi legati alla transizione digitale, Sangeet Paul Choudary interverrà a FORUM PA 2021, nello Scenario del 22 giugno dal titolo “La trasformazione digitale del Paese”.

In vista della sua partecipazione al grande evento annuale della società del Gruppo Digital360, Choudary ha rilasciato un’intervista a Forum PA in cui anticipa alcuni dei temi che tratterà. Partendo dal momento che stiamo vivendo, che lui descrive come un’“opportunità unica di digitalizzazione”.

“L’adozione della digitalizzazione, nel settore pubblico come in quello privato, è sempre stata guidata da fattori esterni” sottolinea l’esperto. “Il decollo dell’eCommerce dopo l’epidemia di SARS in Cina che ha portato all’espansione di Alibaba è un ottimo esempio da analizzare. L’anno scorso la pandemia negli Usa ha portato all’adozione da parte di moltissime persone dei pagamenti digitali. Di solito è proprio in questi momenti che si creano comportamenti del tutto nuovi, che vengono adottate nuove tecnologie su larga scala e in maniera massiccia”.

Choudary afferma che, in situazioni come queste, “la cosa importante da fare è articolarsi come una piattaforma, in qualsiasi settore. Ma se sei una piattaforma dovresti saper comprendere i vari interlocutori, farlo in tempo reale, comprendere i loro dati in maniera dettagliata, e usare le conoscenze per il coordinamento e la creazione di partenariati”.

Nell’intendere la PA come una piattaforma, ciò che può fare davvero la differenza è la capacità degli enti pubblici di collaborare tra di loro e, così facendo, generare un maggiore valore pubblico.

Lo studioso cita come case study di platform economy adottata da una pubblica amministrazione la piattaforma indiana IndiaStack, creata secondo un modello di partenariato tra pubblico e privato. IndiaStack fornisce un insieme comune di possibilità con cui accertare l’identità delle persone, gestire la privacy e la custodia dei dati, gestire diversi sistemi di pagamento. “Ora aziende come Google e Facebook stanno lavorando su questo, piuttosto che agire separatamente dall’azione del governo”.

QUI IL VIDEO DELL’INTERVENTO DI CHOUDARY