La frenata dell'healthcare: gli investimenti scendono del 48%, è allarme "furto di dati" - Economyup

INNOVATION RADAR

La frenata dell’healthcare: gli investimenti scendono del 48%, è allarme “furto di dati”



Negli ultimi 3 mesi il funding totale dell’healthcare è sceso del 48% rispetto ai tre mesi precedenti, con un investimento medio che si è abbassato del 34%. Criticità: le ripetute violazioni di dati personali in aziende del settore. Continuano a crescere telemedicina e cure mediche da remoto

di Alessandro Arrigo, Angelo Cavallini

15 Lug 2022


Healthcare: la frenata 2022

L’Healthcare vede una significativa frenata negli investimenti: negli ultimi 3 mesi il funding totale è sceso del 48% rispetto ai tre mesi precedenti, con un investimento medio che si è abbassato del 34%. Non sono buoni neppure i dati confrontati con l’anno precedente: – 36% dei finanziamenti totali degli ultimi 3 mesi rispetto allo stesso periodo del 2021, e anche in questo caso l’investimento medio è calato (-23%).

Uno degli elementi di criticità del comparto sembrano essere le ripetute violazioni di dati personali sensibili a seguito di attacchi informatici alle aziende, con gravi conseguenze per pazienti, clienti ed organizzazioni. Ecco perché le startup che crescono, come Canvas Medical, che ha raccolto 24 milioni di dollari in un round Serie B, sono incentrate sull’uso dei dati e sulla loro tracciabilità.  Continuano ad affermarsi la telemedicina e le cure da remoto: Moving Analytics (Movn) ha ottenuto 20 milioni di dollari per corsi online in grado di supportare a casa propria i pazienti in fase di riabilitazione dopo un infarto.

Interesse investitori

PerformanceDescrizione
-48%Funding totale ultimi 3 mesi vs. 3 mesi precedenti
-34%Investimento medio ultimi 3 mesi vs. 3 mesi precedenti
-36%Funding totale ultimi 3 mesi vs. stesso periodo anno precedente
-23%Investimento medio ultimi 3 mesi vs. stesso periodo anno precedente

 

Highlights

Healthcare: il rischio violazione dati

Il settore dell’healthcare potrebbe essere stato vittima di uno degli attacchi informatici più gravi del 2022. Come riporta TechCrunch, la “Professional Finance Company” (PFC), che ha contratti con migliaia di organizzazioni per processare i conti non pagati di pazienti e clienti, ha rivelato una violazione dei dati: oltre 650 operatori sanitari sono interessati dal suo attacco ransomware. PFC ha detto che gli aggressori hanno preso i nomi dei pazienti, gli indirizzi, il loro saldo in sospeso e le informazioni relative al loro account. Un episodio analogo: almeno 20 milioni di pazienti hanno subito il furto di dati quando AMCA, un esattore di debiti medici sotto contratto con i giganti dei test di laboratorio LabCorp e Quest Diagnostics, è stato colpito da una violazione dei dati.

Evento in presenza
SAP NOW, 20 ottobre | Sostenibilità e innovazione per un ecosistema digitale che rispetta il pianeta
Cloud
Datacenter

L’importanza della tracciabilità dei dati nell’Healthcare

Quando Andrew Hines ha avviato Canvas Medical nel 2015, non avrebbe potuto prevedere che la telemedicina sarebbe passata da nicchia a mainstream, o che una pandemia avrebbe ispirato gli imprenditori a lanciare una nuova flotta di startup sanitarie digitali che avevano bisogno di nuove infrastrutture. Oggi la società ha raccolto 24 milioni di dollari in un round Serie B. Canvas, una startup di cartelle cliniche elettroniche, aiuta 15 diversi tipi di stakeholder, dai medici alle compagnie assicurative fino agli assistenti sociali, a tenere traccia dei dati dei loro pazienti attraverso un sistema di flusso di lavoro che riempie automaticamente le informazioni in un documento. Questo rende il processo più veloce e più facile per gli utenti.

Healthcare: corsi online e supporto da remoto per il post-infarto

20 milioni di dollari in un funding Serie A sono andati invece a Moving Analytics (Movn), azienda con sede a Irvine che sta cercando di fornire ai pazienti con infarto e malattie cardiache in fase di recupero un’alternativa di cure a domicilio, al posto della permanenza in ospedale o case di cura, con supporto guidato comprensivo di un corso di 12 settimane. Secondo i dati forniti a TechCrunch, la società ha visto un aumento dei tassi di iscrizione.

Alessandro Arrigo

Con oltre 10 anni di esperienza nel Digital Consulting, Alessandro Arrigo è CEO di Startup Bakery e Partner di Datrix Group Spa, Business Angel e imprenditore nelle settore dell'AI. È…

Angelo Cavallini

È Chief Operating Officer di Startup Bakery. Ha alle spalle un’esperienza decennale nello sviluppo di applicazioni web e nel disegno di architetture Big Data nei settori digital (3rdPlace) e farmaceutico…