Fondazione ENEA Tech e Biomedical: chi è il Direttore Generale Marco Baccanti - Economyup

BIOTECH

Fondazione ENEA Tech e Biomedical: chi è il Direttore Generale Marco Baccanti



Un carriera con varie esperienze internazionali nel trasferimento tecnologico e nelle scienze della vita, Marco Baccanti ha dichiarato: La Fondazione può incidere sulla competitività di un settore industriale di valore strategico per il Paese, quella dell’intero settore biomedicale”. Qui una video intervista

03 Mar 2022


Marco Baccanti

È Marco Baccanti, manager con vasta esperienza internazionale nel trasferimento tecnologico e nelle scienze della vita, il nuovo Direttore generale della Fondazione ENEA Tech e Biomedical.

La nomina segue quelle del Presidente Prof. Giovanni Tria e dei componenti del consiglio direttivo, Sergio Abrignani, Paolo Bonaretti, Maria Cristina Porta e lo stesso Baccanti, previste nel decreto firmato dal presidente del Consiglio lo scorso 23 dicembre, e completa così il percorso che rende nuovamente operativa la Fondazione “ENEA Tech e Biomedical” con una radicale revisione della mission.

Ma vediamo di ricordare come funziona la Fondazione, per poi approfondire il curriculum di Baccanti, che qualche mese fa aveva rilasciato a EconomyUp un’intervista esclusiva.

Fondazione Enea Tech e Biomedical è operativa: Tria presidente, ecco chi la governerà con lui

 

Che cosa fa ENEA Tech e Biomedical

ENEA Tech e Biomedical è una fondazione di diritto privato vigilata dal Ministero dello Sviluppo Economico, che gestisce il “Fondo per il Trasferimento Tecnologico” e il “Fondo per la ricerca e lo sviluppo industriale biomedico” con una dotazione iniziale di 750 milioni di euro. La Fondazione ha lo scopo di promuovere sul territorio nazionale il potenziamento della ricerca, lo sviluppo e la riconversione industriale del settore biomedicale ed investimenti ed iniziative in materia di ricerca, sviluppo, trasferimento tecnologico a favore di startup e PMI innovative che operano sul territorio italiano nelle filiere dell’economia verde e circolare, dell’information technology, dell’agri-tech e del deep-tech.

WHITEPAPER
Pharma: come gestire grandi volumi di dati eterogenei e non strutturati?

Come agirà la Fondazione: il biomedicale a fianco dell’hi-tech

L’organizzazione, sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico, agirà ora a livello nazionale con il mandato di sviluppare la filiera industriale biomedicale, affiancandolo così al precedente ruolo di stimolo per le attività di ricerca e trasferimento tecnologico in quattro settori di alta tecnologia. Per raggiungere i suoi obiettivi potrà avvalersi del “Fondo per il trasferimento tecnologico”, nonché del nuovo “Fondo per la ricerca e lo sviluppo industriale biomedico” istituito con la Legge di bilancio.

Enea Tech e Biomedical ha così ricevuto l’importante mandato di investire nel settore biomedicale per realizzare poli nazionali per la ricerca e lo sviluppo di farmaci e vaccini rafforzando, lungo tutta la filiera produttiva, le infrastrutture di ricerca, sperimentazione e produzione, come era stato previsto dal decreto Sostegni bis. Si tratta di una misura introdotta su volontà del ministro Giorgetti per favorire, sia in termini di capacità produttiva sia di trasferimento tecnologico, la collaborazione e la sinergia tra l’industria farmaceutica e i centri di ricerca presenti nel nostro Paese.

Chi è il Direttore Generale Marco Baccanti

Marco Baccanti è recentemente rientrato in Italia dopo una lunga carriera internazionale ai vertici di organizzazioni specializzate nello sviluppo economico e nel trasferimento tecnologico nel settore delle Scienze della Vita. Laureato in Chimica industriale a Milano, Baccanti ha studiato management presso la Duke University per poi intraprendere una carriera internazionale. Già direttore di Technogym e del parco scientifico San Raffaele, è stato direttore esecutivo della zona franca DuBiotech di Dubai ed è rientrato in Italia dopo sette anni in Australia, dove è stato amministratore delegato dell’Agenzia per lo sviluppo economico per le scienze della vita del governo dello stato del Sud Australia e poi CEO della società Trajan Nutrition fino alla recente quotazione in borsa del gruppo.

In questa video-intervista rilasciata a EconomyUp nel periodo in cui è stato Direttore Generale di Trentino Sviluppo (l’incarico era arrivato a ottobre 2021), Marco Baccanti spiega la sua visione delle sfide dell’Agenzia della Provincia Autonoma di Trento dedicata a favorire lo sviluppo sostenibile del sistema trentino. Ma è anche l’occasione per ricordare il suo percorso lavorativo.

Trentino Sviluppo: parla il Direttore Generale Marco Baccanti

 

La dichiarazione del nuovo Direttore Baccanti

“Sono molto orgoglioso di ricoprire questo incarico e consapevole della sua importanza. La Fondazione ha un ruolo unico in Italia, la responsabilità di incidere sulla competitività di un settore industriale di valore strategico per il Paese, quella dell’intero settore biomedicale. Dovrà occuparsi di tutti gli aspetti della catena del valore, dalle fasi di ricerca e del trasferimento dei suoi risultati, allo sviluppo delle tecnologie, inclusa la ricerca clinica, allo scale-up ed agli aspetti manifatturieri ed industriali. Come organizzazione vigilata dal Ministero, potrà fare leva su molti fattori complementari, come le policy governative, il finanziamento delle varie fasi di sviluppo, la creazione di nuove iniziative imprenditoriali e l’attrazione di investimenti dall’estero”!.