Fare impresa in Liguria è possibile: ora vogliamo accendere le migliori idee innovative | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INTERVENTO

Fare impresa in Liguria è possibile: ora vogliamo accendere le migliori idee innovative



Tre anni fa la prima call dedicata a Chiavari. Facendo squadra, adesso possiamo ampliare i nostri confini per sostenere la creatività imprenditoriale della Regione. Con LiguriaCreaImpresa sosterremo l’innovazione nei settori Ambiente, Food & Tourism e Blue Economy. Il 13 aprile l’appuntamento con i progetti vincitori

di Vittoria Gozzi

04 Mar 2019


Quando tre anni fa siamo partiti con il nostro primo contest dedicato alla realtà di Chiavari, già speravamo un giorno che tutto si potesse ampliare. Perché siamo giovani, siamo intraprendenti e soprattutto siamo ancora sognatori. Tre qualità che non ci sono mai mancate. Tre qualità che devono possedere tutti coloro che abbiano un’idea imprenditoriale e vogliano condurla al successo.

Con questo spirito, facendo sempre più squadra non solo all’interno di Wylab ma anche con il Politecnico di Milano, con l’Università di Genova, con numerose realtà e aziende già affermate sul territorio, con le diverse Amministrazioni Comunali e con la Regione Liguria, siamo riusciti ad ampliare sempre di più i nostri confini. La crescita è stata il filo conduttore dei nostri progetti: da Chiavari al Tigullio, sino all’intera Liguria. Un traguardo dietro l’altro.

Mentre Wylab cresceva da una parte – sia per numero di startup incubate sia per i rapporti sempre più di livello nazionale e internazionale – il nostro format Crea Impresa cresceva dall’altra. Con questo spirito e con la passione, che abbiamo messo sin dal primo giorno, è nata Liguria Crea Impresa.

La domanda che mi fanno tutti è: ma si può fare impresa in Liguria? Con questo contest, ma soprattutto con le persone che abbiamo coinvolto, con il livello accademico, quello imprenditoriale, quello della formazione e, non ultimo, quello delle aziende, noi proviamo a dare una risposta senz’altro positiva e ottimistica.

Lo facciamo, in particolare, in quelle tre aree che riteniamo strategiche per il nostro territorio e per le quali, secondo noi, c’è ancora uno spazio riservato alle idee, all’innovazione, allo sviluppo: l’Ambiente, il Food & Tourism e la Blue Economy. Tematiche come l’ecologia, il rispetto del mondo in cui viviamo, il marketing e l’incoming, la fantasia in tavola e l’economia del mare da sempre ci sono molto care.

In una Regione come la nostra, dove l’età media è tendenzialmente alta, è altrettanto vero che non sono mai mancate le idee, il talento, la voglia di mettersi in mostra. La classica lampadina dello scienziato che si accende. Il bello di Liguria Crea Impresa è che a questa lampadina riusciamo a trasmettere energia: attraverso un’attività di tutoraggio condotta da esperti, attraverso precisi piano di sviluppo finanziario ed economico, attraverso concetti chiave come la sostenibilità e l’interesse del mercato. Solo così una buona idea, mettendo in un certo senso gli occhiali per vedere ancora più lontano, può diventare un progetto vero e proprio e, da lì, una realtà economica importante e un lavoro vero.

Di storie così possiamo iniziare a raccontarne diverse. E vogliamo raccontarne ancora tante altre. Sarà bellissimo il momento di confronto del prossimo 13 aprile, in occasione del Liguria Crea Impresa Day. Lì conosceremo le idee vincitrici e avremo piantato una nuova bandierina nel nostro cammino. Pur restando sempre e ancora giovani. E sempre sognatori.

 

 

Vittoria Gozzi

Presidente di Wylab, incubatore aperto nel centro storico di Chiavari per sostenere le startup nel mondo dello sport.