Equity crowdfunding: nasce la bacheca di CrowdFundMe per lo scambio di quote | Economyup

CROWDINVESTING

Equity crowdfunding: nasce la bacheca di CrowdFundMe per lo scambio di quote



Gli investitori che hanno acquistato quote o azioni di realtà presenti sulla piattaforma CrowdFundMe potranno pubblicare offerte per rivenderle online sulla bacheca CFM Board. Diventa così possibile la compravendita di partecipazioni in società che non sono ancora quotate in Borsa

03 Mar 2021


Crowdfunding

Chi investe in società presenti nella piattaforma di equity crowdfunding CrowdFundMe ha adesso la possibilità di scambiare le proprie quote societarie con altri.

Lo ha annunciato la stessa CrowdFundMe, che si definisce unica piattaforma di Crowdinvesting (Equity Crowdfunding, Real Estate Crowdfunding, Corporate Debt) quotata su Borsa Italiana.

Il primo febbraio 2021 la società ha lanciato CFM Board, la bacheca elettronica per lo scambio di quote societarie. Si tratta di un’evoluzione fondamentale per il settore,  si legge in una nota, poiché favorisce la liquidità dei prodotti finanziari collocati dal portale.

L’equity crowdfunding, lo ricordiamo, è la raccolta fondi online da parte di società attraverso una piattaforma autorizzata da Consob, che consente all’investitore di fornire risorse finanziarie all’azienda in cambio di quote societarie.

Come funziona la bacheca di CrowdFundMe per lo scambio di quote

In particolare, gli investitori che hanno acquistato quote o azioni di emittenti di CrowdFundMe, in aumento di capitale, potranno pubblicare delle offerte per rivenderle online nella bacheca CFM Board, consentendo la compravendita di partecipazioni in società che non sono ancora quotate in Borsa. Gli investitori possono così monetizzare i propri asset, liquidando le partecipazioni in portafoglio.

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

La bacheca elettronica migliora quindi l’orizzonte temporale degli investimenti effettuati tramite CrowdFundMe, permettendo agli utenti una potenziale rivendita delle quote o azioni possedute anche nel breve termine. Dal lato dei compratori, invece, la bacheca elettronica dà la possibilità di acquisire in fase secondaria, anche una volta chiuso il round di finanziamento, quote o azioni di società che hanno potuto svilupparsi grazie all’Equity Crowdfunding e che puntano a crescere ulteriormente.

“Siamo molto soddisfatti dei primi risultati della bacheca elettronica – dichiara Tommaso Baldissera Pacchetti, amministratore delegato di CrowdFundMe – A poca distanza dal lancio, stiamo registrando un ottimo riscontro. Abbiamo infatti notato un significativo interesse da parte degli investitori che vogliono acquistare quote o azioni tramite CFM Board, soprattutto grazie al buon andamento delle emittenti, le quali, nella maggioranza dei casi, si stanno espandendo sui propri mercati di riferimento e presentano risultati in crescita. Ad oggi, considerando anche le settimane di fase beta, sono stati pubblicati 229 annunci di vendita e abbiamo ricevuto 227 allerte di acquisto, con decine di transazioni concluse o in via di definizione.”

Per il buon funzionamento della bacheca elettronica e per favorire la liquidità, è necessario un volume consistente di investitori e società. Da questo punto di vista, CFM Board sostiene di possedere  vantaggi, poiché CrowdFundMe “ha sempre tenuto in alta considerazione la clientela retail e oggi vanta il maggior numero di investimenti tra le piattaforme italiane di Crowdinvesting” (oltre 15.000 secondo Crowdfundingbuzz.it, sezione “Mercato e statistiche Equity Crowdfunding in Italia”).

Inoltre, sono già 107 le emittenti che hanno chiuso campagne di successo su CrowdFundMe, per una raccolta complessiva di oltre 45 milioni di euro.

CrowdFundMe, che mette a disposizione la bacheca come strumento di incontro tra domanda e offerta, non seguirà l’evoluzione delle trattative, e il prezzo di vendita delle quote o azioni viene stabilito a discrezione dell’offerente. Ad oggi, la piattaforma dice di aver ricevuto riscontri positivi da parte dell’utenza. Tuttavia, CFM Board per CrowdFundMe non è un punto di arrivo: l’obiettivo è infatti una progressiva evoluzione della bacheca elettronica, fino a creare uno spazio virtuale che sia il punto di riferimento per la compravendita di partecipazioni in Crowdinvesting.