IL RICORDO

Elserino Piol: l’innovazione era il suo pensiero e viceversa

Si è spento ieri Elserino Piol, padre del Venture Capital italiano. “Una delle menti più brillanti con cui ho avuto la fortuna e l’onore di potermi confrontare” ricorda il founder di P101 Andrea Di Camillo, “E da cui ho potuto imparare quello che, forse, so”

Pubblicato il 19 Apr 2023

Andrea Di Camillo ricorda Elserino Piol

Elserino se n’è andato ieri sera.

Non ci vedevamo da prima della pandemia, da quando più o meno ogni mese ci incontravamo nel suo studio in cui ormai da più di vent’anni lo vedevo ed in cui ho potuto apprezzare e forse capire una delle menti più brillanti con cui ho avuto la fortuna e l’onore di potermi confrontare. E da cui ho potuto imparare quello che, forse, so, ed a cui essere quindi sempre grato.

Addio a Elserino Piol, protagonista dell’innovazione tecnologica in Italia

Il lampo di Elserino Piol

Lo conobbi, quasi per caso quando da neoassunto cominciai a lavorare all’Olivetti a metà anni ’90.

Una passione per il suo inseparabile sigaro. Lavoratore infaticabile. Incuteva timore, era velocissimo, a volte burbero, ma spesso o quasi sempre, essenziale ed illuminante.

E quella luce, quel lampo non l’ha mai perso, anche quando in età ormai non più giovanile, continuava a raccontarmi le più incredibili storie di Olivetti e non solo e dei grandi dell’innovazione planetaria con cui si era sempre seduto al tavolo. Ma allo stesso tempo comunque continuava ad avere un’opinione su tutto ciò che di nuovo arrivava, su tecnologie e modelli di business che intuiva sempre anche se a volte neppure conosceva.

Era un lettore quasi compulsivo, dalla memoria formidabile e soprattutto dalla capacità di associare suggestioni, nozioni e relazioni in modi incredibili: ogni problema aveva una soluzione ed un’opportunità associata.

Elserino Piol mi suggerì il nome P101

L’innovazione, la velocità e un punto di vista sempre diverso, sempre non banale erano le caratteristiche del suo pensiero. L’innovazione era il suo stesso pensiero e viceversa.

Elserino stesso mi suggerì di usare il richiamo alla mitica P101 quando ancora nel 2012 volevamo insieme ad altri colleghi e amici, riportare il venture capital all’attenzione degli imprenditori italiani.

Quel nome che mi suggerì veniva da una tra le innumerevoli innovazioni che quell’Olivetti che Elserino visse a lungo. Olivetti che a lungo lo vide come protagonista di tante di quelle che furono le innovazioni di business, di tecnologia e di modello che ancora oggi (anche senza saperne tutta la storia), vedono nel loro DNA la sua firma.

Lo rimpiangerò e lo rimpiangeremo, così come rimpiangeremo non avere più quel lampo che tante volte ci ha stregati, suggestionati e nel bene e nel male ci ha fatto fare quello che abbiamo fatto.

Ma non ci sono solo rimpianti, anzi. C’è un grande lascito che sta a noi, i nostri amici e colleghi e chi lo ha conosciuto, portare avanti e tenere come tesoro.

Sono certo che in questo momento starà pensando a qualche cosa di nuovo, mi piacerebbe sapere cosa, ma sono certo che ne resteremmo ancora un’ultima volta affascinati.

Buon viaggio Elserino.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Andrea Di Camillo
Andrea Di Camillo

 Andrea Di Camillo è Founder e Managing Partner di P101 Ventures e Founder di Boox.it

Articoli correlati

Articolo 1 di 2