EIT Digital Challenge, iscrizioni aperte fino al 14 giugno per la competion delle scaleup | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

STARTUPBUSINESS

EIT Digital Challenge, iscrizioni aperte fino al 14 giugno per la competion delle scaleup

26 Apr 2018

In palio un montepremi complessivo da 750mila euro. Cinque le categorie su cui dovranno confrontarsi le società in gara: digital Industry, digital dities, digital wellbeing, digital infrastructure, digital finance. Ecco come iscriversi e partecipare

C’è tempo fino al 14 giugno per partecipare alla quinta edizione di EIT Digital Challenge (questo l’indirizzo per candidarsi), la competition per startup innovative europee che mette in palio un montepremi complessivo di 750mila euro. Con questa nuova edizione EIT Digital – organizzazione che punta a favorire l’innovazione tecnologia digitale e il talento imprenditoriale per la crescita economica e per migliorare la qualità della vita in Europa – rafforza il suo ruolo di punto di riferimento pan-europeo a sostegno dell’innovazione d’impresta che punta sulle tecnologie digitali e sul deeptech e si e si propone come volano per quelle imprese che essendo già in fase di scaleup intendo accelerare il loro processo di internazionalizzazione.

Le categorie su cui dovranno confrontarsi le scaleup sono cinque: Digital Industry, Digital Cities, Digital Wellbeing, Digital Infrastructure, Digital Finance. Per ogni categoria, le due migliori imprese riceveranno un anno completo di sostegno dedicato dell’EIT Digital Accelerator. Il vincitore di ciascuna categoria riceverà inoltre un premio in denaro di 50mila euro. L’acceleratore è composto da un team di circa 40 business developer e da esperti di finanza che operano in 13 città europee, oltre ad un hub nella Silicon Valley. Dal 2012 l’EIT Digital Accelerator ha aiutato oltre 270 startup ad accedere a nuovi mercati e raccogliere capitali.

Come ha riportato il sito Startupbusiness.it, nelle precedenti edizioni, aziende italiane come Horus Technology, Coharentia e Chino si sono contraddistinte per la qualità del loro progetto, riuscendo a vincere la competizione. Una competizione che si rivolge a innovazioni in ambito deeptech ovvero quelle tecnologie all’avanguardia che si basano su progressi scientifici o tecnologici unici e distinti, spesso protetti da brevetto o difficilmente riproducibili. «Le scaleup deeptech sviluppano soluzioni dirompenti che sono cruciali per il futuro dell’Europa poiché alimentano la trasformazione digitale», afferma Chahab Nastar, Chief Innovation Officer di EIT Digital. «Tuttavia, anche se gli investimenti di capitale di rischio nelle aziende deep tech stanno crescendo rapidamente, queste aziende si trovano ad affrontare sfide uniche. Nell’ambito dell’acceleratore digitale dell’EIT, i vincitori riceveranno il sostegno specifico di cui hanno bisogno per acquisire clienti e raccogliere capitali in Europa».

Per candidarsi con successo alla EIT Digital Challenge, le imprese devono soddisfare i seguenti requisiti: avere sede in uno degli Stati membri dell’Unione europea; essere in fase di crescita (con fatturato annuo di oltre 300mila euro o almeno 2 milioni di euro in totale di finanziamenti) e dovrebbero essere nei loro primi dieci anni di vita. I migliori partecipanti saranno invitati a un evento finale in autunno per effettuare dei pitch davanti a una giuria di esperti. Dal lancio, nel 2014, la EIT Digital Challenge ha attirato più di 1.600 partecipanti provenienti da 27 paesi dell’UE.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Startupbusiness.it

Articoli correlati