Economia circolare e startup, ecco 11 idee per un ambiente più sostenibile | Economyup

L'ACCELERATORE

Economia circolare e startup, ecco 11 idee per un ambiente più sostenibile



Economia circolare e sostenibilità, gestione dell’energia, ottimizzazione e sicurezza nelle operations industriali: parte il programma Sustainability di Plug and Play, in partnership con A2A e Buzzi Unicem, per accelerare realtà impegnate su questi temi. Qui le prime 11 idee innovative

05 Giu 2020


Foto di Singkham da Pexels

Con l’aumento delle possibilità della tecnologia, crescono anche le sue applicazioni per la sostenibilità, tema che divente sempre più rilevante nell’economia di oggi. Continua ad affermarsi in Europa e nel mondo il concetto di economia circolare: un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo e quindi di garantire anche la sua ecosostenibilità.

In questo contesto è stato inaugurato da Plug and Play, in partnership con A2A e Buzzi Unicem, il verticale Sustainability in Italia, programma volto a ricercare startup innovative in ambito sostenibilità e integrarle nelle strategie operative delle aziende.

L’accordo consisterà nell’organizzazione di due programmi di accelerazione l’anno, ciascuno della durata di 3 mesi, in cui 20 startup, selezionate in base a degli ambiti tematici specifici scelti dalle due aziende partner, potranno valutare progetti di implementazione all’interno delle due imprese. Lo scopo è quello di avvicinare i due player alle startup internazionali ed italiane raggiunte dal network di Plug and Play, al fine di migliorarne la sostenibilità grazie alle soluzioni innovative proposte.

E’ già stato presentato il batch zero delle startup partecipanti, con interessanti proposte nell’ambito della sostenibilità.

11 proposte da 11 startup per la sostenibilità

Le startup presentate sono divise in tre categorie: Circular economy, Sustainable materials and Recycling, Energy Management and Resource Utilization, e Sustainable Industrial Operations.

Andiamo a conoscerle.

Circular economy, Sustainable materials and Recycling

Circularise

Fondata nel 2016 in Olanda, Circularise è una startup che sviluppa strumenti di tracciamento per sostenere l’economia circolare delle aziende. Grazie alla sua tecnologia protetta da blockchain, offre trasparenza all’interno delle supply chain globali, tracciando l’intero ciclo di vita di prodotti e materiali ed aiutando le aziende ad implementare un’economia circolare efficace.

Si propone di sostenere pratiche di sostenibilità su larga scala, promuovendo informazioni affidabili e standardizzate sul flusso di materiali e componenti.

Circulor

FORUM PA 6 - 11 LUGLIO
Le imprese come bene comune: misure e incentivi per orientare la capacità innovativa del Paese
Open Innovation
Startup

Circulor è stata fondata nel 2017 con sede a Londra, e si concentra nella tracciabilità delle supply chain per ottimizzare il riciclaggio dei rifiuti. Con l’impiego di tecnologie di intelligenza artificiale e blockchain, crea network di supply chain ed utilizza gli insight dei dati raccolti su tutto il network per identificare eventuali problemi e carenze.

Così facendo, è in grado di fornire alle aziende informazioni concrete su cui lavorare per migliorare le proprie pratiche di sostenibilità.

Greyparrot

Greyparrot  è una startup londinese nata nel 2019, che si specializza in soluzioni di intelligenza artificiale per la gestione dei rifiuti.

Offre soluzioni di computer vision per implementare e robotica di nuova generazione e sistemi smart per la gestione intelligente dei rifiuti.

UBQ Materials

UBQ Materials nasce nel 2012 a Tel-Aviv, Israele, dal sogno di un mondo ideale dove risorse finite sono utilizzate e riutilizzate all’infinito, senza sprechi.

Ha sviluppato un processo proprietario che converte rifiuti urbani residui, destinati alle discariche, in innovativi materiali UBQ bio-based.

Handerek Technologies

Fondata nel 2018 da un team con oltre 10 anni R&D alle spalle, Handerek Technologies  possiede un’innovativa tecnologia brevettata che permette di riciclare la plastica in materia prima per nuova plastica riciclata o carburanti alternativi a basse emissioni.

Energy Management and Resource Utilization

ADEX

Attiva già dal dicembre 2004, ADEX opera nel settore delle centrali termoeletriche, con l’obiettivo di renderne il funzionamento più efficiente e pulito.

Grazie ad una tecnologia di controllo proprietaria basata sull’intelligenza artificiale, offre strumenti per migliorare performance, sicurezza ed affidabilità delle centrali.

BeeBryte

Fondata nel 2015, Beebryte propone un software che utilizza l’intelligenza artificiale e logiche data-driven per ottimizzare l’utilizzo di condizionatori, punti di ricarica EV ed altre grandi fonti di dispendio energetico, permettendo di consumare elettricità in maniera più intelligente, conveniente e rispettosa dell’ambiente.

STOREH

STOREH è una startup italiana che propone un sistema di stoccaggio dell’energia e di produzione on demand di idrogeno: HOD, Hydrogen On Demand.

Il suo sistema risolve il problema dell’intermittenza e della non programmabilità delle fonti rinnovabili rendendo possibile lo stoccaggio stagionale dell’energia.

Sustainable Industrial Operations

Automation Hero

Startup americana nata nel 2017, Automation Hero combina Robotic Process Automation (RPA) e intelligenza artificiale per creare una piattaforma di automatizzazione processi intelligente, che si occupa automaticamente di task ripetitivi e time-consuming, restituendo alle persone tempo per creare valore.

Gecko Robotics

Fontata nel 2013 negli USA,  Gecko Robotics si specializza nella robotica e ha sviluppato robot per l’ispezione di strutture industriali, capaci di sostituire operai umani per il controllo di zone pericolose o di difficile accesso, in tutta sicurezza.

Noiseless Acoustics

21 luglio ore 10.30
Ascolta Federico Frattini sul futuro della Smart Energy!Partecipa al live streaming Innovation2live

Noiseless Acoustics nasce in Finlandia nel 2015, e propone soluzioni di manutenzione smart e non intrusive che utilizzano sistemi acustici ed ultrasuoni per l’individuazione dei problemi e difetti che necessitino intervento.