Digital360, Simone Battiferri alla guida dello sviluppo in America Latina - Economyup

INTERNAZIONALIZZAZIONE

Digital360, Simone Battiferri alla guida dello sviluppo in America Latina



In seguito al lancio di InnovacionDigital360.com e all’acquisizione di Xona, sale a bordo del gruppo Digital360 Simone Battiferri, che assumerà il ruolo di Responsabile dello Sviluppo del Business in America Latina. “Il mercato è dinamico e ricettivo all’innovazione e con enormi potenzialità di sviluppo”

01 Feb 2022


Simone Battiferri, Responsabile dello Sviluppo del Business in America Latina (LATAM) di Digital360

Continua il progetto di espansione internazionale di Digital360 nell’area geopolitica Latam e Spagna. In seguito al lancio di InnovacionDigital360.com, portale in lingua spagnola dedicato alla trasformazione digitale, e con l’acquisizione di Xona, agenzia di marketing e lead generation che opera nell’America Latina, sale a bordo del gruppo Simone Battiferri, che assumerà il ruolo di Responsabile dello Sviluppo del Business in America Latina (LATAM).

Perché Digital360 si espande in America Latina

L’area Latam e Spagna offre opportunità particolarmente rilevanti per il business del gruppo, presentando un mercato e un contesto competitivo con caratteristiche simili a quello italiano e una forte accelerazione dell’innovazione digitale spinta dalla pandemia e dall’arrivo dei fondi pubblici di rilancio dell’economia.

WHITEPAPER
Documenti digitali vs cartacei: come diventare un'azienda digitale a tutti gli effetti?
Dematerializzazione
Fatturazione elettronica

Digital360 entra nel mercato latino-americano: accordo per l’acquisizione di Xona (marketing e comunicazione)

“È iniziata una nuova fase della vita di Digital360 caratterizzata da un’accelerazione della crescita proiettata a livello internazionale, con l’obiettivo di sfruttare l’importante know-how sviluppato in Italia anche in un’immensa regione che presenta molte caratteristiche simili al nostro paese” aggiunge Raffaello Balocco, AD di Digital360. “L’area geopolitica Latam e Spagna, infatti, si presenta particolarmente attrattiva per il nostro business, poiché si tratta di una regione enorme con oltre 550 milioni di persone e un PIL complessivo di 4500 miliardi di dollari, un mercato delle tecnologie digitali in forte crescita e un contesto competitivo favorevole”.

“Per accompagnare questa nuova importante fase di espansione internazionale è fondamentale che la squadra sia formata dalle persone giuste” spiega Gabriele Faggioli, CEO Digital360. “Simone Battiferri è un top manager di grande esperienza, nel cui DNA ci sono proprio le caratteristiche che ci servono – riconosciute capacità nell’avvio e nella gestione di business internazionali, profonda conoscenza delle specificità territoriali e culturali del mercato Latam e spiccata sensibilità alla innovazione digitale. Siamo molto contenti che Battiferri si sia unito a noi per intraprendere questo bellissimo progetto di espansione internazionale”.

Simone Battiferri alla guida dell’area LATAM

L’arrivo in Digital360 di Battiferri garantisce un forte presidio manageriale e culturale dell’espansione nei paesi dell’America Latina. Il nuovo executive vanta nel suo curriculum una grande esperienza internazionale, con focus in particolare sull’area Latam, ed una forte specializzazione in ambito ICT, innovazione digitale ed M&A.

Battiferri, infatti, ha ricoperto numerosi ruoli apicali sia in Italia che all’estero, tra i quali Responsabile della Business Unit ICT Solutions e Service Platforms e del Mercato Business in Telecom Italia, Presidente di Olivetti, Chief Operating Officer di Telecom Argentina. Battiferri è stato inoltre responsabile del business development internazionale di Telecom Italia ed è anche socio di Xona.

“Sono entusiasta di partecipare al progetto di espansione internazionale di Digital360, lavorando insieme ad un gruppo di persone che ha già dimostrato il successo di un modello di business che definirei unico nel suo genere” commenta Simone Battiferri. “Sono convinto che tale approccio troverà altrettanta ricettività in un mercato che mi ha dato grandi soddisfazioni professionali e che per molti aspetti è simile a quello italiano ed è inoltre estremamente dinamico e ricettivo all’innovazione nonché con enormi potenzialità di sviluppo”