Denominazione di Origine Digitale (DOD): roadshow di IAB Italia per sviluppare la cultura dell’innovazione - Economyup

POINT OF VIEW: IAB

Denominazione di Origine Digitale (DOD): roadshow di IAB Italia per sviluppare la cultura dell’innovazione



DOD (Denominazione di Origine Digitale) è il roadshow di IAB Italia in collaborazione con illimity Bank. Obiettivo: diffondere una corretta cultura della digitalizzazione in tutto il territorio nazionale

di Redazione EconomyUp

19 Lug 2022


Parlare d’innovazione nei distretti produttivi italiani è l’obiettivo del roadshow di IAB Italia, il chapter italiano dell’Interactive Advertising Bureau, la più importante associazione nel settore della pubblicità digitale a livello mondiale. Il progetto, che è stato intitolato “Denominazione di Origine Digitale – DOD”, sta attraversando l’Italia in collaborazione con illimity Bank, che partecipa alle tappe con b-ilty, la sua piattaforma digitale focalizzata sulle PMI.

“DOD prende spunto dall’acronimo DOC, che indica la garanzia che un bene venga prodotto in un certo posto e in modo eccellente”, spiega Sergio Amati, direttore generale di IAB Italia. “Allo stesso modo, ci sono luoghi in Italia dove si coltiva l’innovazione digitale. Da qui nasce il gioco di parole DOD”.

Il format prevede incontri dedicati alle PMI e imprese del territorio con l’obiettivo di raccontare soluzioni e strumenti per la crescita del loro business, combinando interventi istituzionali, focus tematici e testimonianze di aziende innovative. Il roadshow ha fatto tappa in distretti industriali innovativi e parchi tecnologici, come il Kilometro Rosso di Bergamo. L’organizzazione degli eventi prevede il coinvolgimento di diversi attori del territorio: Confindustria, Camere di Commercio, università e Comuni. Entro fine anno le tappe saranno 7, toccando diverse regioni italiane.

IAB DOD catania grafica appuntamento

L’ultima tappa è stata quella dello scorso 4 luglio 2022, presso Isola Catania – l’Innovation Center nel centro della città siciliana. Amati spiega così la scelta: “È importante far scoprire che l’innovazione è ovunque in Italia, non solo a Milano o Roma ma anche in Sicilia, dove si sono peraltro create condizioni molto favorevoli. Isola Catania, infatti, incentiva un fenomeno accentuato dalla pandemia, il “South Working, ovvero il ritorno nel sud Italia di moltissimi professionisti, che possono lavorare da remoto con un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata”.

Isola Catania è nata dalla ristrutturazione di un palazzo del centro storico della città, Palazzo Biscari, trasformato in uno spazio in cui aziende di tutta la penisola possono fare smart working, confrontarsi e arricchirsi. “Isola è un contesto stimolante sia per i professionisti che possono coniugare le loro esigenze lavorative e personali, sia per le aziende che qui respirano quotidianamente innovazione. DOD si inserisce in questo ambito per aiutare le imprese del territorio ad accelerare la loro crescita in forza delle opportunità offerte dal digitale”, aggiunge il direttore generale di IAB Italia.

Ogni incontro del roadshow ha una durata di mezza giornata e format comuni, adattati poi alle diverse situazioni. A Catania l’apertura dell’evento è stata affidata ad Antonio Perdichizzi, fondatore di Isola Catania, e a Ornella Laneri, imprenditrice e presidente della sezione turismo, cultura ed eventi di Confindustria Catania. A seguire, IAB Italia ha illustrato la sua offerta formativa sul digitale, mentre Moving Up, azienda socia di IAB, ha evidenziato come la sua strategia di pianificazione programmatic hyperlocal possa essere utile allo sviluppo delle aziende del territorio. Carlo Panella, Head of Direct Banking di illimity Bank, ha poi affrontato il tema del ruolo chiave della digitalizzazione nel settore bancario e per la trasformazione delle imprese in generale. Da ultimo, si è tenuta una tavola rotonda, cui hanno partecipato Giovanni Alessi, CEO di Moving Up, Ornella Laneri e Amirani Tsintsadze, Head of Lending Products di illimity, in cui sono stati approfonditi i problemi attuali delle imprese e le loro possibili soluzioni, con domande dal pubblico. L’evento si è concluso con un pranzo, per favorire il networking tra i partecipanti.

“Si parla tanto di digitalizzazione, ma è importante andare oltre le parole”, osserva Amati. “Sentiamo il dovere di diffondere una corretta cultura della digitalizzazione in tutto il territorio nazionale”. IAB Italia lo fa con il roadshow DOD, che favorisce l’ascolto dei bisogni delle imprese e il confronto in luoghi fortemente votati all’innovazione, fornendo al contempo indicazioni concrete su come trasformare i business investendo nel digitale.

Redazione EconomyUp