Credimi, portate una fattura e vi offriamo l'aperitivo | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Credimi, portate una fattura e vi offriamo l’aperitivo



Lunedì 3 aprile a Copernico Milano Centrale Ignazio Rocco di Torrepadula, founder e CEO della startup, racconta come la sua impresa ha ottenuto 8,4milioni senza rivolgersi a banche o investitori istituzionali. E come adesso permette di incassare le fatture in 48 ore, senza costi fissi e restando davanti al pc

di Redazione EconomyUp

30 Mar 2017


Ignazio Rocco di Torrepadula, fondatore e CEO di Credimi
Un finanziamento da otto milioni di euro ottenuto senza il contributo di banche, business angel o fondi di venture capital. È quello ottenuto a febbraio 2016 da Credimi (all’epoca Instapartners), prima piattaforma digitale per il finanziamento istantaneo delle fatture. Una cifra non proprio ordinaria per una startup specie all’interno di un ecosistema come quello italiano, in cui circolano pochi capitali. A raccontare il successo di Credimi sarà il CEO e fondatore Ignazio Rocco di Torrepadula lunedì 3 aprile ore 18:30 gli spazi di Copernico Milano Centrale. Ecco il link per registrarsi e partecipare all’evento.

Credimi è il nuovo prodotto di finanziamento digitale dedicato alle pmi italiane, con il quale sarà possibile anticipare le fatture verso clienti interamente online, in maniera estremamente semplice, veloce e flessibile e a prezzi molto convenienti. Inizialmente nata con il nome di Instapartners, a seguito della autorizzazione di Banca d’Italia all’esercizio dell’attività di concessione dei finanziamenti al pubblico (avvenuta a metà 2016),  ha cambiato la sua denominazione in Credimi.

La società milanese – che tra i suoi azionisti, oltre al management e al fondatore Ignazio Rocco di Torrepadula, conta alcuni nomi noti dell’imprenditoria e della finanza come Alessandro e Mauro Benetton, Paolo Merloni, Lorenzo Pelliccioli, Nerio Alessandri, la famiglia Venesio, Hans Paul Burkner (chairman di The Boston Consulting Group) e Giovanni Landi (fondatore di Anthilia Sgr). Ad oggi nel suo organico include 14 persone, con esperienze diversificate, provenienti da aziende come Google, Goldman Sachs, Citigroup e DB, BCG, McKinsey e Unilever.  

Redazione EconomyUp