SMART WORKING

Così Sace mette in pratica il lavoro flessibile: via il cartellino e settimana di 4 giorni

Il gruppo finanziario-assicurativo dà il via a Flex4Future, una nuova organizzazione del lavoro flessibile fondata su fiducia reciproca e responsabilizzazione, che coinvolge per la prima volta i 950 lavoratori. A questo si aggiunge la sperimentazione su base volontaria della settimana di 4 giorni. Ecco come sarà applicata

Pubblicato il 21 Dic 2023

Alessandra Ricci, AD di SACE: la Garanzia Archimede

SACE è campione di innovazione in termini di lavoro flessibile in Italia, grazie a un approccio che comprende l’abolizione dei tradizionali sistemi di timbratura, l’introduzione di una politica di smart working activity based e basata sull’attività svolta, nonché l’avvio di un esperimento pionieristico su base volontaria che contempla l’opzione di una settimana lavorativa di quattro giorni. Con queste misure, il gruppo assicurativo-finanziario italiano, specializzato nel sostegno alle imprese e al tessuto economico nazionale, è tra le prime entità pubbliche del nostro Paese ad adottare questo modello progressista di organizzazione del lavoro.

Il progetto, denominato “SACE Flex4Future“, non solo promette di ridefinire il concetto di lavoro flessibile, ma sarà anche al centro di un’analisi dettagliata da parte dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano. L’obiettivo è valutare l’efficacia di queste innovazioni e di esaminare gli effetti del cambiamento messo in atto. Inoltre, una partnership con Microsoft garantirà che il processo di trasformazione sia supportato dalle più avanzate tecnologie, consolidando così il ruolo di SACE come precursore nella promozione del lavoro flessibile nel settore pubblico.

Ma vediamo nei dettagli come Sace applicherà il lavoro flessibile al suo interno, partendo proprio dal significato del termine.

Cos’è il lavoro flessibile, come nasce, come si può applicare

Il lavoro flessibile rappresenta una filosofia operativa emergente che si distacca dai rigidi parametri dell’orario 9-5, favorendo un approccio più dinamico e personalizzato alla gestione del tempo lavorativo. Nato dalla convergenza tra avanzamenti tecnologici e crescente richiesta di bilanciamento tra vita lavorativa e privata, consente agli individui di adattare gli orari e i luoghi di lavoro alle proprie esigenze. Le aziende mettono in pratica questo modello attraverso soluzioni di smart working, orari flessibili, job sharing e settimane lavorative “comprimibili”. Questa trasformazione risponde all’esigenza di incrementare produttività e soddisfazione dei dipendenti, attirando talenti in un mercato globale sempre più competitivo. Per applicarlo efficacemente, è necessario dotarsi di tecnologie abilitanti, politiche aziendali inclusive e una cultura organizzativa che valorizzi l’autonomia e la responsabilizzazione dei lavoratori.

Cos’è Flex4Future

Il gruppo partecipato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze dà il via a Flex4Future, una nuova organizzazione del lavoro flessibile, fondata su fiducia reciproca e responsabilizzazione, che coinvolge per la prima volta tutti i 950 lavoratori del Gruppo. A questo si aggiunge la sperimentazione su base volontaria della settimana di 4 giorni.

Lavoro flessibile in Sace sotto la lente dell’Osservatorio Smart Working

SACE Flex4Future sarà oggetto di studio da parte dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano per monitorare l’efficacia e analizzare gli impatti del percorso intrapreso, sia in termini di produttività del lavoro sia di benessere delle persone. Lo sviluppo di questo nuovo modello conterà, inoltre, sulla partnership di Microsoft per le tecnologie innovative abilitanti la trasformazione.

“Siamo molto felici di abbracciare una nuova organizzazione del lavoro basata sulla flessibilità, che consentirà al nostro Gruppo di rafforzare la propria resilienza e capacità di rispondere ai cambiamenti” ha dichiarato l’Amministratore Delegato di SACE, Alessandra Ricci. “Si tratta di un nuovo importante passo nella trasformazione culturale intrapresa un anno fa con il Piano Industriale di SACE, INSIEME2025, e che, grazie ai valori quali la fiducia reciproca, la trasparenza e la responsabilizzazione, rafforzerà la nostra efficacia, garantendo il benessere, il senso di appartenenza e un sano equilibrio tra la vita personale e quella professionale di tutti i colleghi”.

“Gli ultimi anni hanno cambiato profondamente aspettative e bisogni delle persone in merito alle modalità di lavoro” ha spiegato Mariano Corso, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Smart Working, School of Management – Politecnico di Milano. “La flessibilità è diventata un aspetto fondamentale dell’esperienza lavorativa che, se adeguatamente concepita e accompagnata, può permettere di migliorare al tempo stesso le prestazioni dell’organizzazione e il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici. Di qui l’importanza di monitorare e misurare in modo rigoroso e approfondito l’impatto delle nuove modalità di lavoro sulle persone e l’organizzazione, in modo da orientare le scelte organizzative e verificarne efficacia e sostenibilità nel tempo”.

“Le soluzioni avanzate per la collaborazione e la produttività – ha commentato Vincenzo Esposito, Amministratore Delegato di Microsoft Italia – che in futuro saranno ulteriormente potenziate dall’AI Generativa per raggiungere nuovi livelli, consentono alle organizzazioni di valorizzare tutte le persone, migliorando il loro benessere grazie a un maggior equilibrio tra vita privata e lavorativa. Questo progetto consolida ulteriormente la nostra collaborazione con SACE, di cui siamo un partner strategico nel processo di transizione digitale, grazie anche ad attività congiunte volte a sostenere la digitalizzazione delle imprese, a vantaggio della crescita dell’Italia. SACE è una delle prime aziende italiane ad abbracciare il cambiamento verso questo nuovo paradigma e ci auguriamo sia solo l’inizio di una nuova evoluzione digitale che porterà benefici e opportunità a tutte le organizzazioni del Paese”.

I pilastri di SACE Flex4Future

Orario flessibile

Saranno eliminati tutti i controlli sulle timbrature per tutti i colleghi a prescindere dal livello di inquadramento. Questo consentirà di esprimere una flessibilità intesa in senso lato, in cui ciascuna persona del Gruppo potrà scegliere di distribuire in modo funzionale i propri carichi orari.

Smart working activity-based

Non ci sarà alcun limite al numero di giornate consentite in smart working: le persone potranno di scegliere l’ambiente più adeguato a seconda della natura dell’attività che stanno portando avanti, ferma restando la necessità di preservare il “capitale sociale” dell’azienda stessa, in quanto organizzazione fatta di persone, relazioni e cultura condivisa, che devono essere mantenute e alimentate.

Settimana di 4 giorni

Su base volontaria ciascuno potrà lavorare 4 giorni a settimana (anziché gli attuali 5), per un totale di 36 ore (anziché le attuali 37) scegliendo qualsiasi giorno della settimana per il riposo sulla base di una programmazione mensile a livello di area. Tutto questo si applicherà a tutti i lavoratori senza nessuna modifica nel trattamento normativo ed economico.

Cos’è il Piano Industriale INSIEME 2025

Le novità introdotte rafforzano il percorso di trasformazione interna intrapreso dal Gruppo SACE con il Piano Industriale INSIEME 2025.

Il Piano è partito dalla nuova missione di SACE: “Insieme per creare soluzioni agili per le esigenze di evoluzione delle imprese italiane attraverso un network di relazioni, conoscenze e servizi finanziari”. Con l’obiettivo di sostenere il benessere della collettività, il Piano ha tracciato le linee guida strategiche per il triennio 2023-2025 puntando su una profonda evoluzione del modello organizzativo: verso una skill-based organization e verso una leadership diffusa e sostenibile, basata su valori e attitudini quali coraggio, passione, empatia e capacità di ispirare per guidare il cambiamento.

(Questo articolo è realizzato in collaborazione con Sace)

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

E
Redazione EconomyUp
email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4