transizione ecologica

Con la Garanzia Green di SACE arrivano 560 milioni di euro per creare in Italia la Gigafactory di energia solare più grande in Europa



Indirizzo copiato

3Sun, stabilimento per l’energia solare in Italia (a Catania), ha ottenuto un finanziamento da 560 milioni di euro grazie a una collaborazione tra la Banca europea per gli investimenti (BEI) e diverse banche, affiancate da SACE. Grazie ai nuovi fondi, amplierà la sua capacità produttiva a 3 gigawatt (GW) annui entro la fine del 2024

Pubblicato il 1 feb 2024

Maura Valentini

Junior Editor



energia solare in Italia
3Sun, stabilimento fotovoltaico di Enel Green Power a Catania

Presto l’Italia potrà vantare la più grande gigafactory di energia solare in tutta Europa.

3Sun, stabilimento di Enel Green Power a Catania, ha ottenuto un finanziamento da 560 milioni di euro grazie a una collaborazione tra la Banca europea per gli investimenti (BEI), sostenuta da InvestEU, e un pool di banche italiane, guidate da UniCredit con BPER Banca (Corporate & Investment Banking) e Banco BPM, affiancate da SACE, il gruppo assicurativo-finanziario controllato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ha un ruolo di primo piano nella transizione ecologica italiana rilasciando la sua “Garanzia Green” su progetti destinati a ridurre l’impatto ambientale in un’ottica di economia circolare.

Grazie ai nuovi fondi, 3Sun amplierà la sua capacità produttiva di energia pulita dagli attuali 200 megawatt (MW) circa a 3 gigawatt (GW) annui entro la fine del 2024, diventando la più grande fabbrica per la produzione di celle e moduli solari in Europa.

Perché l’energia solare è importante per l’Italia (e l’Europa)

Il fotovoltaico è una delle leve più importanti nella transizione verso la produzione di energia elettrica pulita, in linea con la missione dell’Unione Europea di raggiungere la carbon neutrality, ovvero la produzione di energia senza emissioni di CO2.

Secondo i dati dell’European Market Outlook for Solar Power 2023-2027 realizzato da SolarPower Europe, il 2023 si è chiuso con una crescita del 40% del fotovoltaico sul 2022, con quasi 56 GW di nuova capacità installata (di cui 4,9 GW in Italia), che ha portato la capacità totale attiva nell’Unione Europea a quota 263 GW. Numeri che, tuttavia, sono ancora ben lontani dagli obiettivi: allo stato attuale, meno del 2% della domanda europea di energia solare potrebbe essere soddisfatta con la tecnologia fotovoltaica.

In questo contesto, il potenziamento della gigafactory italiana 3Sun non solo rappresenta un grande successo per il nostro Paese in termini di produzione energetica e stimolo per la crescita economica del territorio, ma potrà fungere da catalizzatore per il rilancio della filiera del fotovoltaico in Europa.

Perché uno stabilimento di energia solare in Italia ha ottenuto il finanziamento?

Il progetto di potenziamento di 3sun supporta la più ampia missione di REPowerEU: contribuire a raggiungere l’obiettivo dell’Unione europea di produrre quasi 600 GW di energia solare entro il 2030, riducendo in parallelo la dipendenza dalle importazioni di gas e diversificando gli approvvigionamenti di componenti fotovoltaiche da quelle cinesi.

Per sostenere REPowerEU, la BEI, nel 2023, si è impegnata a fornire 45 miliardi di euro di prestiti aggiuntivi entro il 2027, compresi i finanziamenti per rilanciare la produzione europea di tecnologie strategiche all’avanguardia a zero emissioni nette.

Grazie al nuovo finanziamento, 3Sun sta ora attraversando una fase di trasformazione che la porterà a diventare il più grande impianto di produzione di celle e moduli fotovoltaici ad alte prestazioni in Europa: una gigafactory in grado di produrre fino a 3 GW di pannelli fotovoltaici annui entro il 2024 – energia pulita sufficiente a rifornire l’equivalente di 1 milione di famiglie all’anno.

La gigafactory italiana diventerà così un catalizzatore per la rilocalizzazione della catena del valore del fotovoltaico in Europa, promuovendo la tecnologia solare ad alta efficienza di prossima generazione e contribuendo a ridurre la dipendenza energetica del continente.

I dettagli del finanziamento

Il sostegno del consorzio di banche italiane, con il supporto della Garanzia Green di SACE, e il finanziamento diretto della BEI, garantito in parte dal programma InvestEU, è stato strumentale per destinare il finanziamento da 560 milioni di euro alla costruzione e gestione dello stabilimento. Rientrano nel finanziamento BEI prestiti intermediati concessi a istituti di credito commerciali, pari a 118 milioni di euro, che eventualmente potrebbero aumentare a 342 milioni di euro nel 2024. L’intervento complessivo della BEI a favore di 3Sun potrebbe quindi raggiungere 389,5 milioni di euro.

Nel dettaglio, la struttura finanziaria dell’operazione risultante dagli impegni firmati dalla BEI è la seguente:

  • Prestito BEI di 47,5 milioni di euro, sostenuto da InvestEU
  • Prestito UniCredit di 147,5 milioni di euro, garantito per l’80% da SACE Green, oltre a un prestito di 85 milioni di euro per il pagamento dell’IVA. Di questi 147,5 milioni, la BEI si è impegnata a erogare a UniCredit 118 milioni di finanziamenti intermediati, consentendo alla banca italiana di agevolare le condizioni di prestito a 3Sun.
  • Prestito Banco BPM di 140 milioni di euro, garantito per l’80% da SACE Green
  • Prestito BPER Banca di 140 milioni di euro, garantito per l’80 % da SACE Green

3Sun, la gigafactory per l’energia solare a Catania

3Sun è uno stabilimento di produzione di celle e moduli fotovoltaici di Enel Green Power, società del Gruppo Enel. Attiva dal 2010, sorge a Catania, nel cuore dell’Hub tecnologico della Valle dell’Etna.

Come raccontato da Nicola Rossi, Head of Innovation Enel Green Power, in questa video-intervista, la fabbrica 3sun rappresenta un esempio di successo di innovazione realizzata dall’Hub & Lab di Enel a Catania, all’interno del quale è stata messa a punto la tecnologia dei pannelli solari bifacciali ad elevate prestazioni che catturano la luce solare da entrambi i lati. La tecnologia innovativa impiegata rende 3Sun l’impianto di produzione fotovoltaica più automatizzato al mondo, in grado di operare in regime di ciclo continuo, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

Come funziona la tecnologia?

I moduli fotovoltaici di 3Sun sono realizzati con una tecnologia CORE-H ultraperformante, competitiva e conveniente, prodotta utilizzando la tecnologia a ‘eterogiunzione’ del silicio (HJT), che offre prestazioni migliori rispetto ai metodi convenzionali.

Nei prossimi mesi, 3SUN lancerà sul mercato tre tipologie di prodotti: i moduli fotovoltaici per edifici (3SUN M40), compresa una versione premium (3SUN M40 BOLD), e i moduli bifacciali per i grandi impianti solari (3SUN B60).

3SUN sta inoltre sviluppando un’innovativa tecnologia solare “Tandem” che applicherà ai propri prodotti fotovoltaici nei prossimi anni. Questa tecnologia potenzierà l’efficienza delle celle fotovoltaiche in modo sostanziale, di oltre il 30%, migliorando al tempo stesso le prestazioni e l’affidabilità dei pannelli solari.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4