Comete civiche: valorizzare le buone pratiche ambientali, sociali e culturali

TECNOLOGIA SOLIDALE

Comete civiche: valorizzare le buone pratiche ambientali, sociali e culturali



Raccogliere esperienze che hanno lasciato il segno e possano diventare modelli culturali a cui ispirarsi. È il progetto Comete Civiche, promosso da Prioritalia e Quinto Ampliamento. Ci si può candidare fino al 18 giugno

di Antonio Palmieri

01 Giu 2022


Photo by Daniel Funes Fuentes on Unsplash

Come è noto, il 2 giugno è la Festa della Repubblica. Anche se questo è il terzo anno consecutivo che la celebriamo in una situazione critica, è bello e utile festeggiare segnalando una iniziativa di speranza, per il presente e per il futuro.

Parlo di Comete civiche, progetto che valorizza le buone pratiche ambientali, sociali e culturali. In questo caso è l’aggettivo a indicare la sostanza: civico. Un aggettivo da 2 giugno, un aggettivo che indica la ricerca di realizzazioni che abbiano fatto crescere la coscienza di appartenere a una comunità, nel segno del benessere comune.

Stereotipo retorico da Festa della Repubblica? Se lo è, altrettanto si può dire di quello che ci dipinge come un popolo di egoisti furbacchioni. In realtà la verità sta nel mezzo, perché il grano e la zizzania crescono sempre assieme. Della “zizzania” parlano già ampliamente tutti i media. Per questo è utile valorizzare le iniziative positive, che non cedono allo scoraggiamento o allo sterile rancore.

Comete civiche è una di queste. Si fonda sulla chiamata ad aziende, imprese sociali, B-Corp ed Enti del Terzo Settore, a presentare buone pratiche realizzate nel quinquennio 2017-2022 che abbiano prodotto beneficio concreto e aiutato a realizzare uno sviluppo equo, sostenibile e inclusivo, come indicato nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

I promotori Prioritalia e Quinto Ampliamento  cercano dunque non idee ma esperienze che già hanno lasciato il segno. L’intenzione è di trarne modelli culturali da replicare, così da alimentare quel paradigma culturale del civismo che si innesta principalmente sulla fiducia nella propria comunità e nel proprio Paese. Insomma, l’ideale per celebrare come si deve il 2 giugno. Quindi mettiamoci in movimento per cercare il positivo che c’è. Fino al 18 giugno ci si può candidare attraverso il form presente sul sito di Prioritalia. Passaparola!

Antonio Palmieri

Antonio Palmieri, milanese, esperto di comunicazione, deputato. Da quando c'è Internet sono curioso della Rete. Dal 2002 cerco di valorizzare le possibilità che il digitale offre per una vita migliore.…