"Carcere, lavoro, libertà!": la formazione digitale per dare un'opportunità ai detenuti - Economyup

TECNOLOGIA SOLIDALE

“Carcere, lavoro, libertà!”: la formazione digitale per dare un’opportunità ai detenuti



Digital360, in collaborazione con Pensiero Solido, Sesta Opera San Fedele e The Good in Town, organizza lunedì 20 giugno, dalle 11 alle 12.15, il convegno online “Carcere, Lavoro, Libertà! Imprese e imprenditori che danno una nuova chance di vita a detenuti ed ex detenuti”. Focus su normative e agevolazioni fiscali

17 Giu 2022


Carcere e carcerati: cosa possono fare le aziende

“L’uomo non è il suo errore”: questa frase di don Oreste Benzi, fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII, credo sia il modo più chiaro per invitarti a partecipare al convegno digitale “Carcere, Lavoro, Libertà! Imprese e imprenditori che danno una nuova chance di vita a detenuti ed ex detenuti”. L’appuntamento è per lunedì prossimo, 20 giugno, dalle 11 alle 12.15.

Sarà una opportunità per riflettere insieme su come l’avviamento al lavoro sia uno strumento di rinascita personale che impedisce di tornare a delinquere. Sarà anche l’occasione per lanciare un appello a imprenditori, manager, dirigenti d’impresa, affinché valutino la possibilità di intraprendere un percorso di formazione e di inserimento in azienda di una persona in carcere.

Poiché idealità e concretezza devono stare insieme, presenteremo le normative e le agevolazioni fiscali previste per le organizzazioni che offrono ai carcerati un periodo di prova.

Inoltre avremo testimonianze di enti che possono supportare le aziende in questi percorsi di reintegro e il racconto delle imprese del settore tecnologico che già lo praticano con successo.

Infine ragioneremo di come la formazione ai lavori del digitale sia uno strumento fondamentale per dare i mezzi a chi si trova in carcere per ritrovare sé stesso. Anche questa è una forma di tecnologia solidale.

“Carcere, Lavoro, Libertà!” è organizzato da Digital360 in collaborazione con Pensiero Solido, Sesta Opera San Fedele e The Good in Town. Realtà diverse tra loro, unite dal sapere che “Una giustizia che educa e accoglie è più efficace di una giustizia che vuole solo punire”, come diceva sempre don Benzi. Senza sconti e senza buonismi, consapevoli che la responsabilità personale è il concetto chiave sul quale si fondano la vita, l’errore e anche la rinascita.

 Arrivederci a lunedì.

Antonio Palmieri

Antonio Palmieri, sposato, due figli, milanese, interista. Dal 1988 si occupa di comunicazione, comunicazione politica, formazione, innovazione digitale e sociale. Già deputato di Forza Italia