Benedetta Arese Lucini ritorna nel fintech: dopo Oval, fonda la startup Otter

FINTECH

Benedetta Arese Lucini torna nel fintech: dopo Oval fonda la startup Otter



La ex manager per l’Italia di Uber, ed ex founder e CEO della startup per la gestione dei risparmi Oval, torna al fintech con una nuova startup: Otter Finance, società basata a Londra che permette di “utilizzare i propri investimenti come garanzia per chiedere un anticipo”.

18 Lug 2022


Benedetta Arese Lucini, ex founder e CEO di Oval Money e ora CEO di Otter

Benedetta Arese Lucini scommette ancora sul fintech e, dopo la conclusione, nel 2021, dell’avventura imprenditoriale di Oval, startup fondata quattro anni prima per la gestione innovativa dei risparmi, fonda Otter, piattaforma per usare i propri investimenti per ottenere un anticipo in contanti e ripagarlo quando si vuole.

È stata la stessa Arese Lucini, già general manager per l’Italia di Uber dal 2013 al 2015, a dare la notizia su Linkedin.

“Oggi – ha scritto – comincia un nuovo capitolo del mio percorso imprenditoriale. Ricorderò sempre quando in un momento difficile e transitorio della mia vita un venture capitalist che conosco da tempo e che rispetto tantissimo mi disse ‘sei pronta per un progetto grande’. Speriamo che con Otter possa dimostrargli che è cosi. Oggi nasce la versione alpha di Otter, perchè ho imparato che è importante ricevere feedback sempre e molto presto. Non si sa mai come reagirà il mercato alla tua idea. Ho aperto una lista di iscrizione alla versione alpha della piattaforma. Se volete partecipare andate QUI  e saranno invitati i primi 1,000.  Otter è la prima piattaforma retail Europea che ti permette di usare i tuoi investimenti per ottenere un anticipo in contanti, ripagarlo quando vuoi mentre il tuo portafoglio lavora per te”.

Che cosa fa Otter Finance

Otter Finance Ltd (questo il suo nome per intero) è una società iscritto  iscritta al registro delle imprese di Londra, dove ha sede, il 28 aprile 2022 (informazione pubblicata da Endole),

WEBINAR
23 Settembre 2022 - 10:00
DIGITAL360 Semestrale 2022: scopri tutte le novità
Acquisti/Procurement
Amministrazione/Finanza/Controllo

Come è riportato sulla pagina Linkedin della startup, Otter è una soluzione fintech europea, che si propone di svelare il segreto meglio custodito in finanza per tutti: “far funzionare i tuoi soldi per te oggi mentre benefici della loro crescita domani”. Sempre secondo la descrizione ufficiale, il team di Otter è composto da “imprenditori esperti e leader provenienti dalle migliori startup del mondo”. Attraverso Otter si possono “utilizzare i propri investimenti come garanzia per chiedere un anticipo: i soldi vengono ricevuti sul conto in massimo 48 ore e si può scegliere di spenderli a proprio piacimento. I guadagni futuri copriranno l’anticipo iniziale”.

La seconda volta di Arese Lucini nel fintech

Otter è la seconda startup fintech fondata da Benedetta Arese Lucini. Dopo aver guidato in Italia la società fondata da Travis Kalanick dal marzo 2013 all’agosto 2015 (un’esperienza non priva di difficoltà, fu presa di mira dai tassisti contrari all’affermazione di Uber anche sul piano personale), nel 2016 ha fondata con Claudio Bedino ed Edoardo Benedetto Oval Money, un’app legata a conto corrente bancario e carta credito per fornire aggiornamenti e statistiche in tempo reale sulle abitudini di spesa dell’utente in modo da aiutarlo a risparmiare.

[Arese Lucini: “Le app ci stanno cambiando la vita” – UN’INTERVISTA DEL 2014]

Dopo l’ingresso di Intesa Sanpaolo in Oval nel 2018, i venture capital hanno perso interesse per la startup che non è riuscita a generare un flusso di cassa in grado di rendere sostenibile il suo business. La exit programmata è saltata e quindi la soluzione trovata per limitare i danni è stata la vendita, a maggio 2021, a un giovane fondo svizzero di private equity, Guru Capital, nato nel 2019.

Oval al capolinea: amministrazione controllata e vendita al private equity Guru Capital

Ora Benedetta Arese Lucini ci riprova con Otter. Se è vero che si impara dai fallimenti, come insegnano le storie di numerose startup diventate poi unicorni o grandi aziende, questa potrebbe essere la volta buona. Ma, naturalmente, ci saranno da attendere ulteriori informazioni e aggiornamenti sulla società appena nata.