Prima Assicurazioni fa il deal dell'anno: 100 milioni all'agenzia che usa l'Intelligenza Artificiale | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STARTUPBUSINESS

Prima Assicurazioni fa il deal dell’anno: 100 milioni all’agenzia che usa l’Intelligenza Artificiale

12 Ott 2018

La società milanese che sfrutta tecnologie di Artificial Intelligence per comprendere le necessità di ogni utente ha ottenuto un aumento di capitale da Goldman Sachs Private Capital Investing e Blackstone Group Tactical Opportunities. Ad oggi è il più grande round di VC growth mai fatto su una tech company italiana

Un’agenzia assicurativa online ha fatto il deal dell’anno in Italia:  Prima Assicurazioni  ha ottenuto un aumento di capitale da 100 milioni di euro sottoscritto da Goldman Sachs Private Capital Investing e Blackstone Group Tactical Opportunities. A svelare la notizia è stato Milano Finanza del 9 ottobre 2018, ma secondo indiscrezioni raccolte in questo articolo di StartupBusiness il deal è stato firmato già qualche settimana fa. Fino a giugno scorso, infatti, la società milanese che vende online assicurazioni per veicoli sfruttando sofisticate tecnologie di intelligenza artificiale per comprendere al meglio i bisogni e le necessità di ogni singolo utente, registrava ancora un capitale sociale di poco più di 100mila euro.

Prima Assicurazioni è un’agenzia assicurativa online nata nell’estate del 2015 con l’obiettivo di semplificare il mondo dell’assicurazione auto e rendere più immediata l’interazione quotidiana tra cliente e agenzia. Prima è specializzata nella distribuzione di polizze Rc auto, moto e furgoni di Great Lakes Insurance ed è regolarmente registrata presso il Registro Unico degli Intermediari (RUI) di IVASS, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni.

Spiega Lorenzo Franchini, fondatore di ScaleIT, la piattaforma che aiuta le scaleup italiane e del sud Europa a incontrare investitori internazionali: “Questo deal è a oggi il più grande round di VC growth mai fatto su una tech company italiana. In base ai dati che abbiamo raccolto con l’osservatorio di ScaleIT si tratta del tredicesimo deal del 2018 in cui hanno investito VC internazionali su aziende italiane o fondate da italiani per un valore di 280 milioni di euro sui circa 420 milioni di euro che sono stati investiti nelle startup in Italia da inizio anno. Soldi che vanno poi definiti e completati con quelli che arriveranno da qui alla fine dell’anno”.

PER CONTINUARE A LEGGERE LA NOTIZIA CLICCA QUI

Articoli correlati