Poste Italiane investe in Moneyfarm: ecco quanto e perché | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OPEN INNOVATION

Poste Italiane investe in Moneyfarm: ecco quanto e perché



Aumento di capitale da 40 milioni per Moneyfarm: il lead investor è Poste Italiane che ha anche siglato un accordo con la scaleup fintech per offrire ai suoi clienti innovativi servizi di investimento digitali e di gestione digitale del risparmio

26 Set 2019


Paolo Galvani e Giovanni Daprà, co-founder di Moneyfarm

Offrire soluzioni innovative nella gestione digitale del risparmio postale. È questo l’obiettivo della partnership siglata tra Poste Italiane e Moneyfarm. Un accordo che prevede l’acquisizione di una partecipazione di minoranza di MFM Holding LTD (Moneyfarm holding) da parte di Poste Italiane.

L’accordo tra Poste Italiane e Moneyfarm

Poste Italiane e Moneyfarm hanno siglato un accordo di partnership per l’offerta di innovativi servizi di investimento digitali e di gestione del risparmio destinati ai clienti di Poste Italiane. 

L’accordo prevede che Poste Italiane distribuisca un servizio di gestione patrimoniale in ETF con 7 linee di investimento. Due di queste saranno sviluppate esclusivamente per i clienti di Poste Italiane. I portafogli saranno gestiti conformemente alla filosofia di Moneyfarm, che si fonda su asset allocation strategica, diversificazione, orizzonte di lungo termine ed efficienza di costo.

La scaleup si occuperà della definizione e della gestione del portafoglio di investimento più adatto per ogni investitore. Invece Poste Italiane si occuperà dell’assistenza alla clientela e del CRM. 

40 milioni per Moneyfarm

Poste ha anche sottoscritto un contratto con MFM Holding Ltd (Moneyfarm Holding). L’accordo prevede un aumento di capitale di circa 40 milioni di euro mediante l’emissione di Azioni di Categoria C che saranno sottoscritte da Poste Italiane, in qualità di lead investor, e da Allianz Asset Management GmbH (che attualmente è l’azionista di minoranza di riferimento di Moneyfarm Holding). 

L’operazione di collocamento privato sarà portata a termine entro la fine del 2019, previe le necessarie autorizzazioni delle autorità di vigilanza, e consentirà a Poste di acquisire una partecipazione di minoranza in Moneyfarm Holding Ltd.

Perché Poste punta a una società di consulenza sugli investimenti

La partnership rappresenta uno dei maggiori accordi basati su integrazione API (Application Program Interface) nel settore del risparmio gestito europeo in termini di base clienti. Si basa su un sistema di open innovation, che coniuga la tecnologia innovativa di Moneyfarm con le caratteristiche di modularità e flessibilità dell’ecosistema digitale di Poste Italiane.

Inoltre, la profilazione dei clienti, la definizione dei nuovi portafogli di investimenti e il monitoraggio in tempo reale della performance in ogni momento sono interamente digitali.

La scaleup fintech che piace a Poste Italiane

Fondata nel 2011, Moneyfarm è una società indipendente di gestione digitale del risparmio, specializzata in portafogli in ETF, operativa in Italia, Regno Unito e Germania (dove ha di recente avviato le attività, sviluppando una soluzione di investimento in joint venture con Allianz). Leggi la storia

Moneyfarm, la scaleup fintech italiana da record: tutte le tappe della crescita