N26, tutti i numeri della fintech nel mirino della Consob tedesca - Economyup

IL CASO

N26, tutti i numeri della fintech nel mirino della Consob tedesca



In Germania N26 è sotto inchiesta da parte dell’autorità di vigilanza per una presunta carenza sulle attività di riciclaggio. Ecco i numeri di una challenger bank valutata oltre 6 miliardi, con 7 milioni di clienti e 1.500 dipendenti

25 Ago 2021


Fintech, gioie e dolori. La challenger bank tedesca N26 è tornata nel mirino della BaFin, l’authority tedesca equivalente alla Consob italiana, che ha aperto un’inchiesta per una presunta carenza sui controlli antiriciclaggio. L’organo di vigilanza, a fronte della mancata risposta da parte della mobile bank a diverse sollecitazioni, ha nominato un commissario ad hoc per sorvegliare il suo operato. L’intervento è legato alla preoccupazione che le possibilità offerte dalle tecnologie digitali siano sfruttate dalla criminalità finanziaria e per attività di riciclaggio di denaro sporco. N26 è una delle scaleup fintech più in vista in Europa e ora il suo sviluppo internazionale potrebbe essere a rischio.

Ma quali sono i numeri di N26?

6,3 miliardi di dollari, la valutazione di N26

Nata nel 2013 con l’obiettivo di “rendere l’esperienza bancaria più semplice e trasparente per milioni di clienti in tutto il mondo”, N26 ha negli anni scalato le vette dell’ecosistema fintech. Già dal 2019 una delle mobile bank europee dalla valutazione più alta grazie ad un ingente round d’investimento, ha ottenuto nel 2020 un nuovo round da 100 milioni, e oggi vale 6,3 miliardi di dollari.

WEBINAR
22 Settembre 2021 - 10:30
DIGITAL360|PRESENTAZIONE SEMESTRALE 2021: fatturato +28%, EBITDA +32%, Annual Recurrent Revenue +50%

In Europa è seconda solo alla britannica Revolut, che con l’ultimo round di luglio 2021 è balzata a 33 miliardi.

7 milioni di clienti su 25 mercati

Dal lancio del suo primo conto corrente con Mastercard N26 in Germania e Austria, nel 2015, la mobile bank tedesca ha fatto molta strada. Nel 2021 ha raggiunto una clientela di ben 7 milioni di utenti in 25 paesi.

1.500 dipendenti in 8 sedi

Quando i fondatori Valentin Stalf e Maximilian Tayenthal hanno creato N26, il loro sogno era di “rivoluzionare il modo in cui le persone gestiscono il loro denaro, con il supporto delle tecnologie più avanzate e dei migliori talenti da tutto il mondo”. Oggi questi talenti sono un massiccio team di 1.500 persone di 80 nazionalità differenti, con uffici a Berlino, Barcellona, Madrid, Milano, Parigi, Vienna, New York e San Paolo.

8 minuti per aprire un conto N26

Per aprire un conto N26 è sufficiente iscriversi tramite App o attraverso il sito, verificare la propria identità tramite foto o video di documenti, e scegliere tra le varie tipologie di conto quello che fa al caso proprio. L’intero processo, completamente paperless, ha una durata di 8 minuti, e permette da subito di cominciare ad usare il nuovo conto (anche prima dell’arrivo della carta associata).

Il transato di N26: 5,5 miliardi mensili

Nell’anno 2020, N26 ha visto i volumi delle transazioni raggiungere i massimi storici. Le transazioni mensili hanno raggiunto in media i 5,5 miliardi di euro.

Il bilancio di N26: 110 milioni in rosso

Nonostante la forte crescita, a fine anno 2020 la mobile bank ha registrato un rosso di circa 110 milioni di euro in Europa. Numeri che indicano comunque un miglioramento del 33% rispetto ai 165 milioni di euro (sempre in rosso) con cui ha chiuso il 2019.

Oggi N26 ha ricavi per 50 milioni di dollari, con perdite operative per 86 milioni di dollari.

Ci sarà da vedere cosa succederà alla fine della vicenda con la Consob tedesca.

Maura Valentini

Laureata in lingue orientali, sono un'amante di Giappone e innovazione. Parte del gruppo Digital360 dal 2020, scrivo per le testate EconomyUp, InsuranceUp e Proptech360.