Constatazione amichevole con lo smartphone: la WebApp CAI di Datlas

SPONSORED STORY

Constatazione amichevole online, con la WebApp CAI di Datlas si fa tutto con lo smartphone



Realizzata per Quixa, la WebApp CAI ha già vinto diversi premi e, tra cui l’“Italian Insurtech Award 2020” nella categoria “Miglior innovazione in gestione sinistri”. Ecco come funziona

di Cristina Mazzani

24 Mar 2021


Un progetto che rivoluziona il modo di affrontare una situazione che, purtroppo, può presentarsi a chiunque: la compilazione di una constatazione amichevole in caso di incidente stradale.

“La WebApp da noi realizzata per Quixa è stata sviluppata per redigere questo documento in modalità completamente paperless” – spiega Marco Donnamaria, sales director di Datlas – L’app integra una serie di funzionalità pensate per ottimizzare i processi della compagnia assicurativa, grazie a una maggior rapidità di acquisizione e verifica dei dati e alla riduzione delle attività a basso valore svolte dai dipendenti, ed elevare il livello di customer experience, offrendo una soluzione che velocizza le procedure”.

Datlas nasce nell’aprile 2017 con l’obiettivo di offrire soluzioni per la gestione dei processi e dei flussi informativi. Le competenze che caratterizzano questa realtà vanno dall’archivistica all’intelligenza artificiale passando per l’interpretazione semantica e la robotic process automation, il tutto combinato per accelerare l’innovazione digitale dei propri clienti.

L’applicazione, realizzata da Datlas e utilizzata prima dai clienti di Quixa (l’assicurazione digitale del Gruppo AXA Italia) e successivamente dalla stessa Axa, ha ricevuto il primo premio per la sezione Customer Experience da CmmC – Customer Management Multimedia Competence Italia, e si è aggiudicata l’“Italian Insurtech Award 2020” nella categoria “Miglior innovazione in gestione sinistri”.

WebApp Datlas CAI ONLINE: funzionamento e caratteristiche

Con la WebApp di Datlas è possibile compilare una constatazione amichevole in tutto e per tutto uguale a quella cartacea ma online, dal proprio dispositivo mobile (iOS o Android).

In caso di bisogno, ogni utente può accedere direttamente dalla app della compagnia alla constatazione amichevole online, oppure decidere di chiamare il call center che abiliti una connessione mediante una OTP oppure ancora utilizzare un QR code per avviare il procedimento.

A questo punto il programma recupera immediatamente i dati del cliente della compagnia, avendo naturalmente accesso a tutte le informazioni che lo riguardano, e permette l’inserimento di quel che è relativo alla controparte, se naturalmente quest’ultima è d’accordo.

In ogni caso, con il numero di targa dell’altro conducente coinvolto nell’incidente, la app, consultando automaticamente il database di ANIA – Associazione nazionale fra le imprese assicurative, accerta che il veicolo coinvolto nell’incidente sia assicurato.

Grazie all’utilizzo della georeferenziazione e all’integrazione con Google Maps è la app stessa che riporta luogo dell’incidente, posizione del veicolo e consente una maggiore precisione nell’esposizione dello svolgimento dei fatti.

Nel pieno rispetto delle indicazioni di ANIA, anche nella constatazione amichevole online viene proposta la tabella che consente di selezionare la natura del sinistro e offre possibilità di fare un disegno dell’accaduto e includere delle foto. Una volta confermato il tutto, ovviamente tutte le informazioni sono immediatamente trasmesse alla compagnia.

Constatazione amichevole online, le tecnologie utilizzate

WebApp CAI si basa sulla piattaforma SaaS DOME soluzione sviluppata da Datlas con una logica a microservizi per rendere semplici e veloci customizzazioni, aggiunta di nuovi servizi eccetera, mentre integrazioni evolute con i sistemi di terze parti (in questo caso, per esempio i CRM della compagnia assicurativa e i database di Ania eccetera) sono garantite dal set di API esposte dal vendor.

Nello specifico, per questa particolare applicazione, DOME mette a disposizione funzionalità per la gestione del processo documentale. WebApp CAI offre poi funzioni OCR (Optical character recognition) per il riconoscimento automatico delle targhe e tutto quanto occorre per raccogliere i dati sino all’acquisizione della firma digitale secondo tutti i requisiti di legge.

Il sistema è stato progettato per essere GDPR compliant, rispettando cioè tutte le regole vigenti sulla privacy.

WebApp CAI, gli sviluppi della piattaforma DOME

DOME è un marketplace di servizi che permette man mano di attivare nuove funzionalità a seconda delle esigenze del cliente.

“In quest’ambito – aggiunge Donnamaria – è possibile, per esempio, pensare a tutta una serie di estensioni della app per supportare i clienti nel trovare l’officina più vicina, per chiamare il carro attrezzi o far partire in automatico la richiesta di interventi sanitari. Tra le innovazioni che si stanno testando vi è quella di fare video assistenza”.

Cristina Mazzani

Giornalista dal 1996, si è sempre occupata di tematiche tecnologiche, scrivendo per riviste dedicate al mondo B2B e al canale di distribuzione Ict. In alcuni periodi ha affiancato a questa…