Fintech, 95 milioni per la startup londinese di online banking Curve | Economyup

DIGITAL BANKING

Fintech, 95 milioni per la startup londinese di online banking Curve



Fondata nel 2015, Curve consente di gestire le carte di pagamento in un’unica smart card e app, utilizzabile in 14 Paesi europei. Utenza in maggioranza giovane grazie all’approccio all digital

14 Gen 2021


Un bell’inizio anno per il fintech: la startup londinese di online banking Curve si è assicurata 95 milioni di dollari nel suo ultimo round d’investimento. Il round è stato guidato da IDC Ventures, Fuel Venture Capital e Vulcan Capital, con la partecipazione di OneMain Financial, e ha portato il capitale totale raccolto dalla startup a quasi 175 milioni di dollari.

Ora Curve punta ad accelerare la sua espansione negli Stati Uniti e lanciare un nuovo prodotto.

Curve, la startup londinese di online banking

Fondata nel 2015, la startup Curve consente agli utenti di gestire le carte di pagamento in un’unica smart card e app, utilizzabile in 14 Paesi europei, e negli ultimi anni ha guadagnato seguito in particolare tra i consumatori più giovani, grazie al suo approccio all digital.

WHITEPAPER
Governance, rischio e compliance: come proteggere dati, perdite finanziarie e di reputazione?
Finanza/Assicurazioni
Legal

La sua piattaforma combina tutte le carte di debito e di credito di un cliente in un’unica piattaforma, con una “smart card” collegata. L’app ha inoltre una funzione chiamata “Go Back in Time” che consente agli utenti di cambiare l’account con cui hanno pagato dopo aver effettuato una transazione.

Un 2020 positivo nonostante l’incidente Wirecard

L’anno scorso non è stato privo di ostacoli per Curve, che si appoggiava alle soluzioni della società di pagamenti Wirecard ed è stato colpita da un’interruzione del servizio di tre giorni dopo che l’autorità di regolamentazione ha congelato l’attività di Wirecard nel Regno Unito.

Tuttavia, nonostante la pandemia, nel 2020 la startup ha raggiunto i 2 milioni di clienti, dopo aver esteso la sua offerta per includere Apple Pay, Samsung Pay e Google Pay per i suoi clienti europei.

Ad oggi è disponibile in Regno Unito, Germania, Polonia, Francia, Italia, Spagna, Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca, Irlanda, Repubblica Ceca, Belgio, Croazia e Slovacchia, e punta ad espandersi negli Stati Uniti.

Curve, il prossimo obiettivo sono gli USA

Con l’investimento, Curve ha rafforzato il suo team di leadership e ha annunciato piani per aprire il suo primo ufficio negli Stati Uniti.

Finora, circa 8.000 americani si sono già iscritti alla lista d’attesa per il lancio negli Stati Uniti di Curve.