Ecco il primo contratto assicurativo basato sulla blockchain | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Ecco il primo contratto assicurativo basato sulla blockchain



Dalla collaborazione tra American International Group, Ibm e Standard Chartered Bank è nato uno ‘smart contract’ con valenza multinazionale realizzato tramite l’uso della tecnologia della catena a blocchi. Servirà a fornire una visione condivisa dei dati e della documentazione in tempo reale

21 Giu 2017


Le assicurazioni sempre più sulla strada della dematerializzazione. Dalla collaborazione tra Aig (American International Group), Ibm e Standard Chartered Bank è nato il primo smart contract assicurativo basato sulla blockchain. «La tecnologia blockchain – si legge nella nota – crea un nuovo livello di fiducia e trasparenza nel processo di sottoscrizione, consentendo ad Aig e Standard Chartered di effettuare una copertura multinazionale in modo più efficiente. La gestione coordinata e il posizionamento di più polizze assicurative in diversi Paesi è molto complessa: la soluzione pilota è stata ideata da Ibm e si basa su Hyperledger Fabric, un framework blockchain e uno dei progetti Hyperledger ospitati dalla Linux Foundation».

Grazie alla realizzazione di una policy principale multinazionale scritta in UK e tre Policy locali (Stati Uniti, Singapore e Kenya) è stato possibile realizzare questo nuovo prodotto, che servirà a fornire una visione condivisa dei dati e della documentazione in tempo reale.

Continua a leggere su InsuranceUp