Ecco il primo contratto assicurativo basato sulla blockchain | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Ecco il primo contratto assicurativo basato sulla blockchain

21 Giu 2017

Dalla collaborazione tra American International Group, Ibm e Standard Chartered Bank è nato uno ‘smart contract’ con valenza multinazionale realizzato tramite l’uso della tecnologia della catena a blocchi. Servirà a fornire una visione condivisa dei dati e della documentazione in tempo reale

Le assicurazioni sempre più sulla strada della dematerializzazione. Dalla collaborazione tra Aig (American International Group), Ibm e Standard Chartered Bank è nato il primo smart contract assicurativo basato sulla blockchain. «La tecnologia blockchain – si legge nella nota – crea un nuovo livello di fiducia e trasparenza nel processo di sottoscrizione, consentendo ad Aig e Standard Chartered di effettuare una copertura multinazionale in modo più efficiente. La gestione coordinata e il posizionamento di più polizze assicurative in diversi Paesi è molto complessa: la soluzione pilota è stata ideata da Ibm e si basa su Hyperledger Fabric, un framework blockchain e uno dei progetti Hyperledger ospitati dalla Linux Foundation».

Grazie alla realizzazione di una policy principale multinazionale scritta in UK e tre Policy locali (Stati Uniti, Singapore e Kenya) è stato possibile realizzare questo nuovo prodotto, che servirà a fornire una visione condivisa dei dati e della documentazione in tempo reale.

Continua a leggere su InsuranceUp

Articoli correlati