Digital credit e valutazione del rischio: primo investimento da 1,1 milioni di euro per la startup Fido | Economyup

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Digital credit e valutazione del rischio: primo investimento da 1,1 milioni di euro per la startup Fido



Aumento di capitale per la srl co-fondata da Marko Maras e Paolo Mardegan che, usando l’intelligenza artificiale, aiuta le aziende a tracciare in maniera più efficace il profilo di rischio dei nuovi consumatori digitali. Ora Fido accelererà lo sviluppo tecnologico e di prodotto

29 Lug 2020


I co-founder di Fido srl, Marko Maras e Paolo Mardegan

Una nuova realtà che usa l’intelligenza artificiale per valutare l’affidabilità dei consumatori online, Fido srl, ha appena chiuso il suo primo round di investimento da 1,1 milioni di euro. La società nata dall’iniziativa di Marko Maras e Paolo Mardegan è incentrata sul fatto che l’utilizzo sempre più diffuso di internet rende disponibili molte informazioni sugli utenti ricavabili dai social network, dai dati sulla navigazione online, da e-mail e dai device utilizzati. Queste informazioni, definite “digital footprint”, hanno un forte potere predittivo e vengono utilizzate da Fido per tracciare in maniera più efficace il profilo di rischio dei nuovi consumatori digitali.

L’aumento di capitale per Fido intende accelerare lo sviluppo tecnologico e di prodotto della startup, una piattaforma proprietaria che permette di valutare il rischio di frode e la qualità dei clienti attraverso l’analisi dei loro comportamenti online e l’utilizzo dell’intelligenza artificiale.

L’operazione è stata positivamente accolta dagli investitori, ottenendo una richiesta di azioni superiore all’offerta. L’aumento di capitale ha visto il coinvolgimento di Sin&rgetica in qualità di advisor, lo studio Orrick per gli aspetti legali e Clarkson Hyde per quelli fiscali. Hanno partecipato all’aumento di capitale investitori eccellenti come Giorgio Valaguzza di Ithaca Investments (entrato a far parte del CdA di Fido), Alessandro Fracassi di Gruppo MutuiOnline, Attilio Mazzili di Orrick, Fernando Spallanzani di Banca Privata Leasing, Giacomo Sella del Gruppo Sella, i membri di Italian Angels for Growth con Gianluca D’Agostino e Giovanni Strocchi, Champion IAG per l’investimento ed altri investitori privati.

Che cosa fa la startup Fido

Fido è un’innovativa piattaforma di digital credit & risk scoring che raccoglie informazioni attraverso un network di data provider (editori online e siti di e-commerce) nel pieno rispetto della privacy. I servizi di Fido sono attivabili via API o in modalità “no-code” visualizzando i dati direttamente nella Dashboard. Fido si rivolge ad organizzazioni di qualsiasi dimensione, dalle piccole startup alle grandi aziende, per aiutarle a valutare la qualità dei clienti online.

Chi sono i co-founder di Fido

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: come ottimizzare la gestione delle spese aziendali centralizzate?
Pagamenti Digitali
Digital Payment

Marko Maras e Paolo Mardegan hanno già lanciato altre iniziative digitali di successo. Marko Maras ha fondato e venduto OneBip, ha collaborato al successo come azionista e manager dal 2014 in DigiTouch ed è stato co-founder e CEO di Audiens srl. Paolo Mardegan è stato fondatore di DigiTouch –  quotato all’AIM nel 2015 –  e all’interno del Gruppo ha cofondato Audiens srl.

Valutazione del rischio: “I sistemi tradizionali sono poco efficaci”

Marko Maras, CEO e co-founder di Fido ha commentato: “Negli ultimi anni, sono  cambiate sia le modalità e i canali di acquisto dei consumatori sia le tipologie dei prodotti e servizi acquistati. Per questo – ha continuato Maras – è evidente che i sistemi di valutazione del rischio tradizionali siano poco efficaci nel tracciare il profilo di rischio di alcune fasce della popolazione, in particolare dei nuovi consumatori digitali tra i 18 e i 25 anni. Fido – ha concluso il CEO – nasce proprio per essere una soluzione complementare ai sistemi di valutazione del rischio tradizionali. La novità di Fido sta nell’utilizzo di fonti dati e modelli di analisi del rischio alternativi volti a profilare meglio la clientela online nel pieno rispetto della privacy”.

I potenziali clienti: aziende 4.0 nei settori fintech, e-commerce e payment

Paolo Mardegan, CCO e co-founder di Fido, ha aggiunto: “I mercati di riferimento di Fido varranno oltre 100 miliardi di dollari entro il 2023 a livello globale. Le nostre soluzioni avanzate si rivolgono ad aziende 4.0 che operano nei settori fintech, e-commerce e payment. Fido – ha concluso Paolo Mardegan – unisce le tecnologie più avanzate alla facilità di utilizzo in una piattaforma di profilazione della clientela consumer innovativa ma al tempo stesso semplice da utilizzare sia per le grandi aziende che per le PMI”.