Ant Group, perchè è stato sospeso il collocamento record della fintech cinese | Economyup

IL CASO

Ant Group, perchè è stato sospeso il collocamento record della fintech cinese



Lo Shanghai Stock Exchange deciso di sospendere l’IPO di Ant Group, la più grande di tutti i tempi, attesa per giovedì 5 novembre. Si parla di “problemi del gruppo”, collegato ad Alibaba, e a cambiamenti nella supervisione dei servizi finanziari. Ma ci sarebbero anche altre irregolarità…

04 Nov 2020


Si blocca l’iter per il più grande collocamento in Borsa di sempre: quello di Ant Group, casa madre della principale azienda cinese di pagamenti mobili Alipay, piattaforma lanciata dal colosso dell’ecommerce Alibaba fondato dal miliardario Jack Ma.

Lo Shanghai Stock Exchange ha annunciato la decisione di sospendere l’IPO attesa per giovedì 5 novembre, appena un giorno prima della data prevista.

Ant Group ha ottenuto a fine ottobre il via libera dalla China Securities Regulatory Commission (l’autorità di controllo dei mercati finanziari cinesi) per il collocamento a Hong Kong – un’IPO (Initial Public Offering) da 30 miliardi di dollari, ma ora il suo debutto a Shangai ha incontrato un ostacolo.

Ecco che cosa è accaduto.

Ant Group, perchè l’IPO è stata bloccata

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: come ottimizzare la gestione delle spese aziendali centralizzate?
Pagamenti Digitali
Digital Payment

Da quanto riportato dall’agenzia di stato cinese Xinhua, lo Shanghai Stock Exchange ha preso la decisione a causa di importanti problemi del gruppo. Nello specifico, sono citati cambiamenti nel contesto di supervisione ai servizi di tecnofinanza, che avrebbero potuto provocare il mancato rispetto dei requisiti di quotazione o dei criteri relativi alla corretta divulgazione delle informazioni.

Non è tuttavia l’unica spiegazione: secondo fonti di Bloomberg, i regolatori hanno contestato l’IPO ai vertici di Ant Group in mancanza di nuovi requisiti di capitale (e in particolare aumenti alle unità di microprestiti) e nuove licenze per operare su scala nazionale.

Ant Group, che si è scusata con gli investitori, ha fatto sapere di avere sospeso anche la quotazione a Hong Kong e che attenderà ulteriori comunicazioni dei regolatori riguardo ai prossimi sviluppi.