EYCAPRI 2017

Lavoro digitale, per restare sul mercato servirà una formazione continua



La riqualificazione delle competenze sarà necessaria per affrontare l’impatto della trasformazione digitale, dice Stefania Radoccia, Mediterranean Law Leader EY. Che avverte: i lavoratori diventeranno “egoisti” e preferiranno le aziende, flessibili, che investono sul capitale umano e arricchiscono il profilo professionale

Pubblicato il 24 Ott 2017


Stefania Radoccia, Mediterranean Law Leader EY

Chi lavora sarà sempre più egoista, dice in questa videointervista Stefania Radoccia, Mediterranean Law Leader di EY. L’impatto della trasformazione digitale sul lavoro e sull’occupazione è stato uno dei temi portanti dell’EYCapri Digital Summit di inizio ottobre. Anzi, forse la questione del capitale umano e della rivoluzione culturale sono stati il filo rosso che ha attraversato tutti i panel. Che cosa sarà il nuovo egoismo dei lavoratori? Preoccuparsi delle proprie competenze e preferire le aziende che investono in formazione e riqualificazione delle competenze. Ecco la videointervista in cui Stefania Radoccia analizza gli effetti della trasformazione digitale sul lavoro, compresa la necessità di nuove norme che non abbiamo come punto di riferimento solo il tempo indeterminato.

Trasformazione digitale, gli effetti sul lavoro

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!