Mobile World Congress, è gara per le auto connesse anche grazie al 5G | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’evento

Mobile World Congress, è gara per le auto connesse anche grazie al 5G

di Redazione EconomyUp

03 Mar 2017

Alla fiera di Barcellona il Nokia vintage non è stato l’unico protagonista. Ford ha presentato i suoi veicoli elettrici per consegnare merce a casa e l’alleanza con Vodafone per portare i modem a bordo. Mentre Ericsson è pronta con il camion 2.0, che sfrutta le reti di nuova generazione

Ericsson presenta il camion 2.0
Si è conclusa l’edizione 2017 del Mobile World Congress, la principale fiera internazionale dedicata al settore della telefonia mobile, che si è tenuta a Barcellona dal 27 febbraio al 2 Marzo. Tra le tante novità presentate, a cavallo tra innovazione e tradizione, quella che ha suscitato maggior clamore mediatico è stato senza dubbio il lancio del Nokia 3310. Operazione simpatia o reale risposta ad un’esigenza dei consumatori? In molti se lo sono chiesti e la risposta, con tutta la probabilità, la darà il mercato. In ogni caso il “featured phone” di Nokia è stata la star indiscussa della fiera catalana. Non l’unica però: auto connesse, intelligenza artificiale e reti veloci non hanno fatto solo da comparsa, suscitando, al contrario, l’interesse di esperti e appassionati.

► Automotive
Alla fiera di Barcellona è partita ufficialmente la gara alle auto “connesse”. E così i grandi colossi automobilistici dialogano per la prima volta con quelli delle telecomunicazioni, nell’ottica di creare modelli totalmente innovativi che, però, vedremo su strada solo tra qualche anno. Tra gli stand più interessanti quello di Ford: all’interno del programma “City for Tomorrow”, il colosso americano ha attivato una partnership con Vodafone per portare a bordo delle proprie auto il nuovo modem integrato FordPass Connect con connessione 4G LTE. In questo modo l’utente, tramite il suo smartphone e utilizzando l’app Ford Pass, potrà gestire alcune semplici funzionalità da remoto, tra cui chiudere e aprire l’auto o controllare il livello di carburante.

In ambito mobilità Ford ha pensato davvero a tutto, presentando tre progetti in cui non è necessario ricorrere all’uso di automobili. “Autolivery” si pone infatti l’obiettivo di rivoluzionare le modalità di consegna delle merci: utilizzando le potenzialità dell’intelligenza artificiale, il progetto prevede l’utilizzo di van elettrificati e droni superare i problemi di consegna nelle zone in cui è difficile arrivare con un mezzo tradizionale. Molto simile l’idea che sottende alla creazione di “FordTriCiti” un triciclo “green” pieghevole è pensato per consegnare merci di piccolo taglio dove non arrivano le auto. Carr-E, altro progetto presentato dall’ovale blu, è invece una piattaforma fisica in grado trasportare persone e raggiungere fino a 17 km/h di velocità.

► Mobile
Con ogni probabilità l’edizione 2017 del MWC verrà ricordata, tra le altre cose, come un grande ritorno al passato. Quello di Nokia più di tutti. In preda a un impeto di nostalgia, ma con una chiara strategia di marketing e posizionamento sul mercato, il colosso finlandese ha presentato il “nuovo” Nokia 3310. Nient’altro che un remake del famoso cellulare “indistruttibile” lanciato nel 2000, il “featured phone” mantiene le caratteristiche del suo antenato ma con la possibilità di navigare sul web. Niente touch screen dunque né app da scaricare quindi, ma un anacronistico ritorno alla tastiera fisica e agli sms. Il vantaggio? La batteria, che sembra possa durare anche due settimane. Vedremo come reagirà il mercato.

Il nuovo Nokia 3310

Non sono mancate le novità anche da parte di Samsung che ha presentato i suoi Galaxy Tab S3 e Galaxy Book. Tra le caratteristiche principali il Galaxy S3 si presenta più leggero e versatile e sfrutta l’utilizzo del pennino; mentre il Galaxy Book è una via di mezzo tra tablet e pc, visto la possibilità di agganciarlo a una tastiera che lo trasforma in un vero e proprio portatile. La cinese Huawei si presenta con il suo P10 che si presenta (rispetto al modello precedente P9) migliorato dal punto di vista estetico e funzionale grazie alla doppia fotocamera che migliora foto e modelli 3D. A sentire gli esperti però, dal colosso di Shenzen ci si aspettava qualcosa di più. Sul versante coreano piacevole sorpresa di LG, con il primo cellulare destinato al mercato europeo. Il G6 si presenta come un cellulare elegante e facile da maneggiare, nonostante uno schermo abbastanza grande (5.7 pollici).
 

► Reti Veloci
Parola d’ordine 5G. Protagonista della categoria è stato il colosso svedese Ericsson che durante la kermesse catalana ha mostrato alcuni progetti legati alle reti ultraveloci. Su tutti il camion 2.0 propedeudico al lancio del “Connected Vehicle Marketplace”. Ma ha anche dato la possibilità ai visitatori di testare la potenza della rete 5G, montando una postazione che consente di pilotare un’auto da remoto (posizionata a 50km di distanza per l’esattezza). E allora volante, pedaliera e sedile ergonomico: davanti a tre schermi in grado far immergere l’utente in uno scenario a 180°. Rete 5G e attività da remoto è anche il binomio utile a potenziare l’attività di telemedicina: sempre negli spazi di Ericsson i visitatori della fiera hanno infatti potuto vedere all’opera il guanto per operare a distanza. Si tratta di uno strumento, utilizzato dai chirurghi, che invia impulsi a un braccio robotico per effettua realmente operazioni in luoghi lontani.

 

Redazione EconomyUp

Articoli correlati