Come è fatta XEV, l'auto elettrica per la città creata in stampa 3D e scelta da Enjoy - Economyup

LA STARTUP

Come è fatta XEV, l’auto elettrica per la città creata in stampa 3D e scelta da Enjoy



Nata a Torino e cresciuta con un team R&D a Shangai, XEV produce city car full electric utilizzando la stampa 3D con l’obiettivo di massimizzare la sostenibilità. Le sue vetture sono entrate di recente a far parte della flotta di Enjoy a Torino. Obiettivo: fornire un’alternativa elettrica nell’ambito del car sharing

08 Set 2022


Le vetture elettriche XEV Yoyo parte della flotta Enjoy

Ha presentato a maggio 2022 la sua nuova flotta elettrica Enjoy, il car sharing di Eni, che ha ampliato il suo parco veicoli con 100 city car full elettric a marchio XEV Yoyo fornite da SIFÀ (Società Italiana Flotte Aziendali), azienda parte del Gruppo BPER Banca nata nel 2012 per lo sviluppo della mobilità innovativa e del noleggio a lungo termine.

Il nuovo servizio di car sharing elettrico, che a partire da Torino dà il via alla nuova fase “green” della mobilità condivisa di Enjoy, ha preso vita grazie alla collaborazione tra Eni e XEV, casa automobilistica torinese, che oltre al lancio delle nuove vetture elettriche ha portato a un accordo di cooperazione per esplorare ambiti di sviluppo di sistemi di mobilità sostenibile in grado di diminuire gli impatti ambientali dei veicoli, per lo sviluppo della tecnologia del battery swapping e l’assemblaggio delle autovetture della casa automobilistica.

XEV, le auto elettriche per la città create con la stampa 3D

Xev nasce nel 2017 a Torino da un team di 5 appassionati di mobilità guidato dal CEO Lou Tik.

L’obiettivo è creare veicoli elettrici all’insegna della sostenibilità fin dal processo di produzione utilizzando l’additive manifacturing e la stampa 3D, con la scommessa di ridurre drasticamente le parti di plastica con cui è costruita un’auto e, allo stesso tempo, tagliare i tempi di ricerca e sviluppo.

WHITEPAPER
Conosci già i 9 esempi concreti di mobilità sostenibile presenti nel mondo?
Automotive
Smart Mobility

Il progetto cresce velocemente e raccoglie talenti da tutto il mondo. I primi prototipi arrivano nel 2018, anno considerato come la “vera” fondazione della startup, nel 2019 apre il centro di R&D a Shanghai e il 2020 segna il lancio della prima linea di prodotti sul mercato. Nel 2021 ha ricevuto un primo round di finanziamento, di cui tuttavia non è stato annunciato l’importo. XEV ha stipulato partnership con Eni e Magneti Marelli Parts & Services.

XEV Yoyo è una piccola city car full electric a due posti creata sulla base dei 3 concetti al cuore della compagnia: ambiente, convenienza e individualità. A detta del senior designer XEV, Guo Xiaozheng, eccetto telaio, sedili e vetri, tutte le parti visibili dell’auto sono stampate in 3D, con un risparmio del 70% rispetto alle tecniche tradizionali.

Il veicolo è compatto e leggero per massimizzare l’efficienza delle batterie, permettendo di percorrere 150 km con una sola ricarica. La velocità massima è di 80 km/h, che può sembrare poco a prima vista, ma resta superiore a quanto richiesto per muoversi in città. L’automobile permette anche di scambiare una batteria scarica con una completamente carica in soli 5 minuti, eliminando i problemi del tempo di ricarica.

Infine, grazie alla stampa 3D è disponibile un altissimo livello di personalizzazione per esprimere l’individualità del cliente – uno dei trend nascenti del mondo automotive.

Oltre a Yoyo, XEV ha lanciato un secondo modello più economico, Kitty.

La partnership tra XEV e Eni – Enjoy

Presentato il 23 maggio 2022 nella sede del Comune in Piazza Palazzo a Torino, il nuovo servizio di car sharing elettrico di Enjoy si basa sulla partnership tra XEV e Eni e amplia con 100 veicoli XEV Yoyo la flotta torinese da 300 veicoli.

L’iniziativa associa i vantaggi della mobilità elettrica in città alla comodità del car sharing free floating, che consente di avviare e terminare i noleggi in qualsiasi luogo all’interno dell’area di copertura Enjoy, senza punti predefiniti di prelievo o riconsegna. Enjoy permette di spostarsi liberamente in città senza timore di rimanere con poca autonomia in quanto le city car XEV Yoyo saranno sempre disponibili con una ricarica della batteria superiore al 30%, e il cambio delle batterie scariche in caso di necessità può essere svolto in tutta la rete delle stazioni di servizio Eni.

Il potenziamento della flotta di Enjoy attraverso l’immissione di 100 nuovi veicoli elettrici conferma l’obiettivo della Città di Torino di ridurre le emissioni di CO2 attraverso la diminuzione della circolazione di mezzi privati e l’incentivo all’utilizzo di mezzi pubblici o in condivisione per dare spazio a un tipo di mobilità più intelligente, responsabile e interconnessa. L’arrivo delle city car XEV Yoyo rappresenta un ulteriore passo in avanti verso una mobilità più sostenibile e pulita, che coinvolgerà non solo la città di Torino ma anche gli altri centri urbani in cui Enjoy conta oltre un milione di clienti, come Milano, Bologna, Firenze e Roma dove il car sharing elettrico verrà introdotto nei prossimi mesi.

Maura Valentini

Laureata in lingue orientali, sono un'amante di Giappone e innovazione. Parte del gruppo Digital360 dal 2020, scrivo per le testate EconomyUp, InsuranceUp e Proptech360.