Auto elettrica, e se pagassimo il parcheggio scambiando energia? | Economyup

SMART MOBILITY

Auto elettrica, e se pagassimo il parcheggio scambiando energia?



Nissan ha messo a punto un sistema per condividere la carica della propria auto elettrica invece di pagare per la sosta. Potrebbe essere utilizzato nei centri commerciali o nei condomini. La sostenibilità della soluzione è da verificare ma mostra i nuovi modelli di business che la mobilità elettrica potrebbe attivare

03 Set 2020


Nissan Pavilion, esibizione a Yokohama, Giappone

Il trend dell’elettrificazione sta toccando il mondo automotive e mobilità in tutte le sue sfaccettature, dalla corsa all’elettrico da parte delle case automobilistiche ai progetti smart road del settore pubblico e delle società autostradali. L’auto elettrica non è più soltanto un’alternativa pulita e rinnovabile al modello a carburante, ma porta con sé diverse possibilità ancora da esplorare, e nuovi modelli di mobilità.

Un esempio è il progetto di Nissan, che in occasione di una fiera a Yokohama ha presentato la dimostrazione di  sistema basato la tecnologia Nissan Energy Share in combinazione con alcuni modelli di batteria elettrica (tra cui la sua Leaf): anziché pagare il parcheggio, le auto elettriche possono contribuire parte della propria carica residua all’alimentazione della corrente elettrica del Padiglione.

Forse in futuro sarà possibile fornire ai gestori di parcheggi o ai proprietari degli edifici circostanti energia elettrica anziché pagare (o con uno sconto sul prezzo). Il sistema aprirebbe possibilità alternative ai possessori di un veicolo elettrico, incentivando la transizione ad una mobilità più pulita e più connessa.

WEBINAR
Blockchain, Iot, AI per una Supply Chain intelligente e più efficiente
Blockchain
Intelligenza Artificiale

Bisogna mettere in conto che non è detto la soluzione sia effettivamente più pratica, vista la necessità poi di ricaricare la propria batteria, e non si tratterebbe probabilmente di un sistema che tutti gli operatori siano disposti ad adottare. È tuttavia un’idea, un esempio di come l’elettrico, specialmente unito all’evoluzione di veicoli sempre più smart, possa avere applicazioni al di fuori della semplice sostituzione del combustibile.

Al di là della sostenibilità di questo modello nello specifico, con questa soluzione Nissan vuole dare un assaggio di possibili applicazioni future dell’elettrico, per esempio utilizzare le auto come generatori d’emergenza per abitazioni ed infrastrutture in caso di disastri.

Il Padiglione Nissan, aperto al pubblico dal 1 agosto al 23 ottobre 2020, presenta le tecnologie e innovazioni della casa automobilistica giapponese nel campo dell’elettrico, dell’auto connessa e della guida semi-autonoma. Il padiglione può essere visitato anche tramite tour virtuale.