TelepassPay Ecosystem, il CEO Gabriele Benedetto: "Perché una call sulla smart mobility" | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ECONOMYUP TV

TelepassPay Ecosystem, il CEO Gabriele Benedetto: “Perché una call sulla smart mobility”



TelepassPay Ecosystem è la prima call lanciata dalla società che si occupa di mobilità. “Le grandi aziende hanno bisogno di contaminazione”, dice l’amministratore delegato in questa videointervista. “Bisogna creare un ecosistema aperto a tutti gli attori che producono innovazione”. Si può partecipare fino al 29 novembre

29 Ott 2019


Gabriele Benedetto, CEO di Telepass

Il CEO di Telepass Gabriele Benedetto racconta in questa intervista perché l’azienda ha deciso di lanciare la sua prima call per innovatori della mobilità, TelepassPay Ecosystem: “Telepass cerca idee, operatori, algoritmi semplici ed efficaci che possano far nascere nuovi servizi per allargare il nostro volume di offerte grazie alla quantità di dati e alle modalità di ingaggio del cliente molto efficaci che abbiamo”.

Qui trovi tutti i dettagli della call, aperta fino al 29 novembre

Gabriele Benedetto è convinto che la “contaminazione” sia necessaria per portare innovazione nelle grandi aziende e racconta le diverse esperienze che già Telepass ha fatto nel corso degli ultimi anni con le startup, dall’acquisizione di Urbi all’investimento su WashOut.

Per Telepass la smart mobility è un ecosistema (da qui il nome della call, TelepassPay Ecosystem): “Telepass con il suo approccio di gestire in modo invisibile un pagamento può aggregare tanti servizi con una user experience unica. La mobilità si sta allargando come nessuno avrebbe mai pensato. C’è tanta innovazione e abbiamo bisogno di creare un ecosistema della mobilità dove gli attori che stanno lavorando per innovare possano trovare una casa comune”.

Pagare in una volta sola per poter utilizzare vari mezzi quando e come vogliamo, poter usare un servizio che ci piace ovunque ci troviamo, fare un pagamento senza tirar fuori monete o carte: è il nuovo modo di muoversi (e di pagare) delle persone e ha un nome preciso: Mobility as a Service (MaaS).  È questa la modalità che sta portando alla rivoluzione del modo di muoversi nelle città e non solo e che sta creando grandi opportunità di innovazione: un mercato in cui si muovono abilmente le startup ma sul quale stanno lavorando anche le aziende consolidate più attente alle evoluzioni tecnologiche e alle loro applicazioni.