Startup, le videolezioni delle star della Silicon Valley | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Formazione

Startup, le videolezioni delle star della Silicon Valley

25 Set 2014

Fino ad aprile Y Combinator, numero uno tra gli incubatori di startup Usa, propone 20 video-lezioni online di docenti d’eccezione tra cui Marissa Mayer (Yahoo) e Ben Silbermann (Pinterest). Il presidente Sam Altman: “Nel mondo ci sono talenti eccezionali che non riescono a fare impresa a causa delle circostanze: così possiamo raggiungerli”

L'incubatore e acceleratore di startup americano Y Combinator
Startupper di tutto il mondo, ecco un’occasione unica, e totalmente gratuita, per imparare come si crea una startup da insegnanti del calibro di Marissa Mayer, Ceo di YahooBen Horowitz, founder di Andreessen Horowitz e molti altri.

A fornirla è una delle eccellenze mondiali tra gli acceleratori di startup hi-tech, Y Combinator, nato nel 2005 nella Silicon Valley e noto per aver contribuito a partorire alcune delle migliori startup degli Usa tra cui Dropbox e Airbnb, solo per fare qualche nome.

Ora YCombinator, che ha sede a Mountain View, ha deciso di spalancare le porte agli utenti Internet del pianeta, svelando gratis tutto quello che sa sulle startup per voce di alcuni dei maggiori esperti del settore. E lo fa attraverso 20 lezioni in video, associate a materiale di lettura, con uno o due speaker per panel, per un totale di 1000 minuti di contenuti. Per accedere a tutto questo è necessario semplicemente iscriversi alla piattaforma.

Il progetto è partito il 23 settembre con un saluto di Sam Altman, presidente di Y Combinator e una lecture di Dustin Moskovitz, cofounder di Facebook, Asana e Good Ventures, che si è cimentato nel tema “Perché aprire una startup”.

Oggi è prevista una lezione di Altman, quindi il percorso formativo proseguirà a giorni alterni per alcuni mesi per poi concludersi il 12 aprile 2014. Tra gli speaker Peter Thiel, founder di Paypal, Marc Andreessen, Founder di Andreessen Horowitz e Netscape, Ben Silbermann, Founder e CEO di Pinterest e altre eccellenze.

Tutte le lezioni saranno scaricate sul sito alle 4 pm (ora americana) al termine della lecture “fisica” ogni martedì e giovedì. Centinaia di università stanno già organizzando gruppi per vedere insieme i video, che durano una cinquantina di minuti. Sulla piattaforma sono visibili le università che si sono già organizzate in questo senso. Inoltre è possibile per chiunque organizzare una sessione di gruppo nella propria università.

Previsti anche una mailing list, un gruppo Facebook e un forum di discussione.

“Ritengo che esistano molte persone con un talento eccezionale che potrebbero essere imprenditori fantastici ma che per un motivo o per l’altro —circostanze di vita, luogo in cui sono nati, lavoro dei genitori — non pensano mai a metter su un’impresa. Vorrei raggiungere queste persone” ha detto il presidente di Y Combinator.

Lo stesso Altman tiene corsi face-to-face su queste tematiche alla Stanford University, ma sostiene che i corsi online contribuiranno ad aumentare notevolmente la platea di aspiranti imprenditori.

È inoltre una mossa che, a detta degli esperti del settore, indica anche la volontà dell’acceleratore di espandersi, non solo come numero di persone raggiunte ma anche come obiettivi generali.

Scelto nel 2012 come “ top startup incubator and accelerator” dalla rivista Forbes, Y Combinator sta incubando e accelerando non solo le consuete aziende web o che sviluppano app per mobile, ma anche società attive su terreni diversi ed economicamente più “audaci”: tra queste c’è Helion Energy, una startup che si occupa di fusione nucleare, Gingko Bioworks, company di ingegneria genetica, e Immunity Project, associazione no profit al lavoro su un vaccino gratis per l’HIV/AIDS.  (l.m.)

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati