Social Academy, una startup per innovare la formazione on line | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Mercati

Social Academy, una startup per innovare la formazione on line

26 Ago 2016

Altri argomenti

La piattaforma, che sarà costituita come srl innovativa entro la fine di settembre, raccoglie lezioni e tutorial per aiutare a scegliere il corso più adatto alle proprie esigenze. “Siamo in trattativa con la Bocconi e altre università internazionali” dice il ceo e co-founder Andrea Genovese. In autunno il primo seed da 300mila euro

Andrea Genovese, ceo e co-founder di Social Academy
I numeri sono di quelli che fanno gola a qualsiasi imprenditore: secondo TechCrunch il settore EdTech, quello in cui le tecnologie innovative vengono utilizzate a favore della formazione e della didattica, vale 5 trilioni di dollari annui a livello globale e si prevede un investimento di 250 milioni di dollari da qui al 2020. E forse anche perché stimolato da questi numeri Andrea Genovese ha lanciato Social Academy, una piattaforma in cui i vari insegnanti possono programmare corsi, lezioni, tutorial, workshop. Il tutto con un approccio “lean” attraverso l’interazione, anche commerciale, con diversi clienti ed utenti: aziende di formazione professionale, corsi di alta formazione universitaria, singoli formatori e speaker internazionali, nonché studenti di corsi online e in aula.

Un progetto non è ancora una startup, ma “sarà costituita come srl innovativa entro settembre” ci assicura Genovese, ceo e co-founder dell’iniziativa insieme a Stefano Salvucci e ad alcuni business angel. Del resto lui sa come funziona l’ecosistema: ingegnere informatico, Genovese è anche digital strategist e business coach per aziende e startup innovative. Docente di marketing digitale all’Università, durante le lezioni tenute per un master organizzato da UPA (Unione Pubblicità Associati) “mi sono accorto che gli studenti, i docenti e i tutor utilizzavano con fatica piattaforme eterogenee e non proprietarie per condividere i contenuti e le slide del corso, per creare la community di apprendimento e per collaborare anche quando non si era in aula” racconta Genovese. “Da lì il primo step e la decisione di lanciare una piattaforma interattiva. Poi mi sono reso conto le aziende di formazione avevano bisogno non solo di un sistema veloce, semplice ed economico di social learning per gli studenti, ma anche di promuovere i corsi attraverso delle campagne di marketing digitale mirate. Così insieme ai colleghi ho pensato di concepire un sistema di marketing automation ad hoc per il mondo della formazione e di unirlo al sistema di social learning. Infine la terza fase: il lancio alla fine dell’estate di un aggregatore e di comparatore di corsi. Il mondo della formazione si è notevolmente sviluppato negli ultimi anni, sono nate piattaforme online, MOOC, università telematiche, in USA è nata una nuova industria, la Expert Industry, che ha creato il fenomeno dei video corsi online e degli info-prodotti. In sostanza, oggi scegliere un corso adatto alle proprie esigenze e in linea con le opportunità lavorative del mercato è notevolmente più difficile, l’offerta è ampia, complessa e anche poco trasparente perché è difficile reperire feedback utili direttamente dagli studenti. Noi vogliamo risolvere questo problema con un motore di ricerca e un aggregatore di corsi che seleziona e ti aiuta a scegliere, comprare e frequentare il corso più adatto alle tue esigenze”.

Nasce così Social Academy, piattaforma che offre la possibilità di trovare in un unico posto tutta l’offerta formativa selezionata e aggiornata, approfondire e confrontare

i contenuti di un corso sulla base delle proprie esigenze ed esperienze, farsi guidare dai suggerimenti degli esperti e dai feedback degli utenti, richiedere informazioni o acquistare in modalità sicura e al miglior prezzo direttamente in piattaforma. Nel caso di corsi online (video-corsi, audio-corsi, seminari online, webinar, info-prodotti) gli utenti possono seguire direttamente sulla piattaforma il corso e partecipare attivamente alla community di apprendimento associata, nei tempi e nei modi preferiti.

La piattaforma, inoltre, è stata sviluppata come evoluzione degli attuali paradigmi del Social Learning (SLMS) e del Mobile Learning (MLMS), per consentire la creazione, la promozione e la gestione di corsi e academies online, in Cloud e in modalità Platform As A Service. “Questo consente di rendere accessibile il servizio da qualsiasi dispositivo, sia mobile (tablet e smartphone) che pc e di tenere bassi i costi di messa online e manutenzione per le aziende e i formatori. Tutti i contenuti sono archiviati e gestiti in sicurezza sulla infrastruttura cloud di Amazon” spiega Genovese.

Sviluppata nel 2015 , Social Academy è utilizzata da associazioni di settore come UPA e IAB, scuole innovative come H-Campus, TAG Innovation School, Codemotion e Ninja Academy, aziende storiche di formazione come IED, DOMUS, NABA, gli organizzaori di workshop e forum con speaker internazionali come WOBI, Performance Strategies e Hi-Performance, scuole di coaching internazionali come la Erickson International, università telematiche come Unitelma Sapienza, Università Niccolò Cusano, il Sole24Ore Business School. Oggi il team lavora nella sede romana di Talent Garden Poste Italiane. “Al momento siamo in trattativa con alcune delle migliori università italiane e internazionali come Bocconi, Luiss, Hult” dice l’imprenditore. E continua: “Finora abbiamo finanziato lo sviluppo e la crescita con i ricavi dalla vendita dei servizi di social learning, ma per crescere velocemente sia in Italia che all’estero abbiamo bisogno di fondi e di partner solidi che credano in noi. In questo momento siamo in fase di due diligence con Lazio Innova, l’agenzia della regione che co-finanzia con fondi europei startup innovative insieme ad altri investitori privati; insieme al fondo pubblico abbiamo una manifestazione d’investimento di LVenture e di altri investitori interessati alla piattaforma Social Academy. Entro l’autunno chiuderemo il primo seed di circa 300mila euro”.

 

Altri argomenti

di Concetta Desando

  • Mina

    Tanti progetti, ma in pratica? Mi sembra una pretesa degna di Bill Gates in partnership con Steve Jobs realizzare tutte queste cose. Le solite superc. all italiana? Tipo prendi il seed e scappa. Vedremo…

Articoli correlati