Scaleup italiane crescono, l'italiana BeMyEye acquista la startup russa Streetbee | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CROWDSOURCING

Scaleup italiane crescono, l’italiana BeMyEye acquista la startup russa Streetbee



La startup acquisita dalla società di crowdsourcing fondata da Gian Luca Petrelli è specializzata nel riconoscimento delle immagini, con una tecnologia utile per costruire lo scaffale perfetto. Un’innovazione che consente alle aziende di beni di consumo di adottare una strategia go-to-market.Tutti i dettagli dell’operazione

17 Gen 2019


Proseguono a ritmo sostenuto le acquisizioni da parte della scaleup BeMyEye, società che paga i suoi utenti per portare a termine piccole “missioni” (fotografare prodotti sugli scaffali dei punti vendita) nei supermercati: dopo aver inglobato LocalEyes nel 2016 e Task360 nel 2017, l’azienda fondata da Gian Luca Petrelli e guidata da Luca Pagano ha infatti portato a casa la startup russa Streetbee, specializzata in crowdsourcing e riconoscimento di immagini.

Startup, BeMyEye chiude un round da 9 milioni di euro (6,3 li mette Fii Tech Growth)

Perché BeMyEye acquisisce la startup russa Streetbee: lo scaffale perfetto

L’acquisizione, secondo una nota della società, consentirà a BeMyEye di “creare lo ‘Scaffale Perfetto’, che utilizzerà la tecnologia di riconoscimento delle immagini per diminuire il costo per le aziende di beni di consumo che vogliono ottenere informazioni obiettive in-store”. Oltre al feedback ricevuto dagli utenti umani dell’app, infatti, BeMyEye potrà ora contare sull’analisi dei dati da parte dell’intelligenza artificiale che fa parte dell’infrastruttura di riconoscimento di Streetbee e sull’ampliamento del proprio raggio d’azione alla Russia e ai paesi CSI (9 delle 15 repubbliche ex-Urss).

“Le forze sul campo – spiega infatti il CEO di BeMyEye Luca Pagano – non dovrebbero essere gravate da compiti di raccolta dati, ma dovrebbero essere potenziate con informazioni orientate all’azione in modo che possano concentrarsi al 100% sulla vendita e intraprendere azioni correttive quando e dove necessario. Lo ‘Scaffale Perfetto’ consente alle aziende di beni di consumo di adottare una strategia go-to-market, di eliminare progressivamente gli sprechi e di migliorare le prestazioni sul campo in un momento in cui sul settore grava una forte pressione per crescere e mostrare un ROI positivo agli investitori”.

BeMyEye acquisisce la startup russa Streetbee: i dettagli dell’operazione

I termini esatti dell’acquisizione non sono stati resi noti, ma a quanto pare BeMyEye ha rilevato il 100% delle quote dell’azienda russa e l’intera attività, compresi la tecnologia, l’indirizzo IP e il team di 50 persone. E i fondatori della startup russa si uniranno a BeMyEye in ruoli senior: Andrey Elisev sarà il CMO, Kirill Nepomnyashchiy sarà VP Sales Russia e CSI, mentre Vladimir Lyzo sarà Head of Image Recognition Development.

 

Concetta Desando

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network