Re-think Circular Ocean Forum, l’economia circolare approda a Genova | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

AGENDA

Re-think Circular Ocean Forum, l’economia circolare approda a Genova



In programma a Genova a Palazzo Tursi l prossimo 14 novembre, la seconda edizione di Re-Think, interamente dedicata all’Economia Circolare declinata sull’ambiente marino. Ecco il programma e i partecipanti all’evento

01 Nov 2019


Il mare, le sue innumerevoli opportunità e le sfide in ambito dell’Economia Circolare rappresentano il tema di questo secondo evento di Re-Think, dopo il successo della prima edizione tenutasi a Milano nel Febbraio 2019, in cui hanno partecipato più di 30 aziende e startup e più di 600 persone, torna per la seconda edizione il 14 novembre, presso Palazzo Tursi a Genova.

“L’Italia, con più di 8 mila chilometri di costa, è un territorio che può offrire considerevoli risorse, sottolinea Francesco Castellano, fondatore e Presidente dell’associazione Tondo che ha dato vita al format Re-Think. Ad esempio, la bioeconomia marina, che include la pesca, l’acquacoltura, le alghe, i microbi, gli enzimi ed i vari sottoprodotti ha attualmente un valore stimato di circa 43 miliardi di euro all’anno. Altro esempio è l’energia marina, che pur avendo un vasto potenziale energetico (circa 80.000 TWh/anno a livello globale) ancora non ha trovato delle soluzioni tecnologiche capaci di essere utilizzate su larga scala.”

Le macroaree di Re-think

L’evento di Genova si articolerà in quattro macroaree d’interesse:

Energia dal mare

Trend emergenti in ambito energetico che trasformano il mare in una delle fonti più interessanti per l’energia del futuro. Ad esempio, durante l’evento, verrà presentata la tecnologia sviluppata da Wave for Energy, startup che ha creato un dispositivo altamente innovativo chiamato ISWEC: questo dispositivo sfrutta un sistema giroscopico che interagisce con le onde del mare, per produrre energia elettrica. Il sistema da loro brevettato, basandosi su questo sistema giroscopico, riesce a sfruttare appieno la potenza delle onde, con una resa di gran lunga superiore rispetto ai suoi competitor.

Bioeconomia e materiali

Progetti in corso e possibili trend di sviluppo sulla pesca, sul riutilizzo degli scarti da quest’ultima e sui biomateriali. In merito a questa tematica sta operando in maniera attiva l’IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) che ha avviato da qualche anno una ricerca per lo sviluppo di una tecnologia in grado di produrre bioplastiche da materiali organici. Il prototipo finora realizzato consiste nella creazione di una cassetta per la verdura, realizzata con gli scarti dei mercati ortofrutticoli, ma c’è l’intenzione di considerare anche la creazione di bioplastiche da proteine.

Barche circolari e tecnologia

Barche composte da materiali circolari, e che sono movimentate da fonti rinnovabili. Le navi sono dei mezzi di locomozione altamente inquinanti, ed anche i materiali utilizzati per le barche potrebbero essere ripensati, in quanto di difficile riciclo. In merito a queste tematiche sta agendo GS4C, una startup che ha lo scopo di organizzare e raggruppare un network di aziende professioniste nel settore, per realizzare soluzioni a impatto zero sull’ambiente: hanno sviluppato, per esempio, il prototipo di Mini650, una barca a vela da regata realizzata totalmente in materiale riciclabile.

Materiali riutilizzati

Materiali di scarto, principalmente di origine sintetica, ma anche organica, da riutilizzare per creare nuovi prodotti. All’interno dei mari è possibile ormai trovare enormi quantità di detriti e scarti, principalmente di origine sintetica. In Italia vi è una organizzazione che sta facendo molto a riguardo, si tratta di Aquafil, azienda che è riuscita a riciclare il nylon presente nelle reti dei pescatori, creando Econyl, un nylon riciclato che viene utilizzato per creare tappeti, e costumi da bagno a impatto zero.

Ogni ambito avrà una sessione specifica durante la giornata, in ogni sessione ci saranno:

1 esperto per mostrare la sua visione per il futuro

2/3 aziende, startup e centri di ricerca che mostreranno i progetti in corso ed i loro piani per il futuro

Gli organizzatori di Re-think

L’evento “Re-think – Circular Ocean Forum” è organizzato dall’associazione Tondo APS (Associazione di Promozione Sociale), in collaborazione con il Forum Economia Innovazione (FEI). Per l’evento si sono ricevuti numerosi patrocini, dal Comune di Genova, dall’Università di Genova, da Confindustria Genova, dalla Camera di Commercio di Genova, dal Cluster Spring e dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Tondo è una organizzazione non-profit che attivamente agisce per favorire la transizione verso un sistema economico ed industriale che sia restorativo e rigenerativo. Ha la missione di trasformare l’Economia Circolare in una quotidiana realtà, operando per ampliare e diffondere la cultura e la conoscenza dell’Economia Circolare, per supportare il lancio di nuovi business che seguono i principi dell’Economia Circolare.

I partecipanti di Re-think

Numerose aziende e startup parteciperanno all’evento come Enel Green Power, Enea, Aquafil, Istituto Italiano Tecnologia (IIT), H2Boat, GS4C, Marevivo, Tondo, Wave for Energy, Ticass, Università di Genova, Comune di Genova, Great Campus, TAG Genova, Ayming, Forum Economia e Innovazione, Università di Firenze, Costa Crociere, 40 South Energy, Eureka! Venture SGR, Material Connexion, Alternative Capital Partners, Duferco, Regione Liguria, Endless, Innova Carbon, Cooperativa Ziguele, AMIU e Novu Ventures.

Il programma di Re-think

9.00-9.30: Registrazione

9.30-10.00: Introduzione

Comune di Genova (Giancarlo Vinacci), Great Campus (Maria Francesca Silva), Forum Economia Innovazione (Elisa Serafini), Tondo (Francesco Castellano).

10.00-10.50: Energia Marina

Enea (Gianmaria Sannino), Enel Green Power (Fabio Fugazzotto), Wave for Energy (Andrea Gulisano), 40South Energy (Michele Grassi).

10.50-11.15: Pausa

11.15-12.05: Bioeconomia e Materiali

IIT (Giovanni Perotto), Unige (Michela Gallo), Università di Firenze (Giuseppe Rossi),  Coperativa Ziguele per Regione Liguria (Maddalena Fava).

12.05-13.00: Tavola Rotonda

L’ecosistema a supporto dell’Economia Circolare – Tag Genova (Alessandro Cricchio), ImpactScool (Andrea Dusi), Alternative Capital Partners (Evarist Granata), EUREKA! Venture SGR (Stefano Peroncini), Ayming (Katiuscia Terrazzani), ANCI (Gianni Azzaro), Marevivo (Carmine Esposito), Tondo (Francesco Fumarola), Novu Ventures (Monica Castellano).

13.00-14.00: Pranzo (On your own)

14.00-15.15: Barche e Tecnologia

Unige (Adriana Del Borghi), Duferco (Ezio Palmisani), Costa Crociere (Stefania Lallai), GS4C (Enrico Benco), H2Boat (Thomas Lamberti).

15.15-15.40: Pausa

15.40-15.55: Fabrizio Passetti: Storia di un surfista e della sua passione per il mare

15.55-17.15: Materiali Riutilizzati

Material Connexion Italia (Emilio Genovesi), Aquafil (Mattia Comotto), TICASS (Sara Cepolina), AMIU (Ilaria Marzoli), Innova Carbon (Danilo Vuono), Endless (Antonio Augeri).

17.15-17.20: Conclusioni & Saluti Finali

Tondo (Francesco Castellano)

Per partecipare è necessaria la registrazione sulla pagina ufficiale