Manet, un milione di euro alla startup B2B per turismo e alberghi | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STARTUPBUSINESS

Manet, un milione di euro alla startup B2B per turismo e alberghi

09 Mar 2018

La giovane società che sviluppa soluzioni software mobile e web-based per servizi innovativi in ambito turistico e alberghiero ha ottenuto un nuovo round di finanziamento da LVenture Group e Angel Partner Group. In precedenza era stata accelerata da Luiss Enlabs. Userà le risorse ottenute per espandersi all’estero

Un milione di euro di finanziamento per una startup tecnologica attiva nel turismo: si chiama Manet (Manet Mobile Solutions S.r.l.) e ha ottenuto un nuovo round di investimento da LVenture Group (LVG) e i soci del gruppo di business angel Angel Partner Group.

Manet è una startup B2B che sviluppa soluzioni software mobile e web-based per la prestazione di servizi innovativi nell’ambito turistico e alberghiero. In particolare la soluzione rivolta alle strutture alberghiere permette di fornire connettività voce e dati ai propri ospiti disponendo nel contempo di un efficiente strumento di Customer Relationship Management per gestire la clientela durante il soggiorno, in ottica di up e cross selling. La soluzione si compone di uno smartphone destinato agli utenti delle strutture ricettive e una web dashboard per gli albergatori.

La startup è stata accelerata da Luiss Enlabs, l’acceleratore di startup con sede a Roma nato dalla joint venture tra LVenture Group e l’Università Luiss, e in passato aveva già ricevuto dagli stessi investitori un finanziamento da 350mila euro. Con le nuove risorse, Manet punta ad incrementare la penetrazione sul mercato nazionale e ad espandersi sui mercati internazionali.

“In un periodo sfidante per l’ecosistema startup italiano – ha dichiarato Antonio Calia, Ceo di Manet – riuscire a chiudere un bridge round, in ottica Serie A, in tempi record ed esclusivamente riservato agli attuali soci, è sicuramente una grande iniezione di fiducia per noi. L’obiettivo è quello di rafforzare ulteriormente la nostra presenza sul territorio italiano, mercato in cui abbiamo già una solida penetrazione, ed al contempo iniziare un processo di internazionalizzazione che ci permetta di validare il nostro prodotto anche a livello globale”.

Per continuare a leggere l’articolo clicca QUI 

Articoli correlati